• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Bookeen Cybook Gen3

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 31 gennaio 2008 2 commenti


Il nome forse ai più non dirà nulla, ma appena avrete letto cosa è correrete subito ad informarvi. Si tratta di uno degli Ebook reader più avanzati che esistano in commercio.
Ha la grandezza di un libro tipo "I Miti" Mondadori, un display che ha la capacità di emulare la qualità del foglio di carta, e la maneggevolezza di un vero libro.
Le caratteristiche principali di questo gioiellino, acquistabile per la modica somma di circa 350 euro(!!!!) sono:
- Processore: Samsung S3C2410 ARM920T 200MHz
- Sistema Operativo: Embedded Linux
- Memoria ROM: 8MB- Memoria RAM: 16MB
- Memoria interna: 64Mb + slot espansione per memoria SD
- Schermo: 6'' tecnologia E Ink® Vizplex600x800 perfettamente leggibile anche di giorno, nessun riflesso 166dpi, Bianco e Nero (4 gradazioni)
- Audio: Jack stereo per cuffie da 2,5mm- Connettività: USB 2.0
- Mini USB B connector
- Alimentazione: Universal AC 100~240V, DC 5V 700mA
- Software suite: Bookeen® Multi-format eBook reader
- Formati immagine supportati: JPG, GIF, PNG
- Formati audio supportati: MP3 - Batteria: ricaricabile polimeri di litio (1000mAh)
- Autonomia: fino a 8000 pagine con una sola carica
- Colore: Nero
- Dimensioni: 118 x 188 x 8.5 mm
- Peso: 174g (batteria inclusa)
- Custodia: Pelle marrone
- Certification e Regulation: FCC/CE

Questo significa che all'interno batte un cuore Linux, e questa aumenta la mia disponibilità all'acquisto. Inoltre dalle caratteristiche si evince la possibilità di ascoltare MP3 e di visualizzare foto. Che volete di più? Un mutuo per l'acquisto?...

Stardock Tweak Vista

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Un amico mi ha subito informato dell'esistenza di queso ottimo programma, consigliato da casa Microsoft, sempre rivolto all'ottimizzazione del sistema. Esiste la versione free e quella a pagamento. A quanto pare, per l'uso personale e quotidiano, la free va più che bene.

Il gioiellino potete scaricarlo da qui.

Il mondo di Vista si muove e dietro ad esso gli sviluppatori di software. Metterci dentro le mani risulta ancora un'impres ardua, ma meno male che esistono programmini in grado di darci una mano. Tra questi vale la pena presentare WinBubble 1.5, un comodo programma che si occupa di sistemare parecchie cosette. Le caratteristiche principali sono queste:

* Aggiungi / Modifica OEM Logo e Informazioni
* Modifica informazioni sul proprietario
* Personalizzazione menù: Sposta, Copia in, Pulizia disco, risparmio energia
* Personalizza Screensaver (Bolle, e Mystify Ribbon)
* Personalizza e rimuove la freccia su collegamento icone

Icone del desktop:
* Mostra IE, computer, rete, Pannello di controllo
* Hacking Windows
* Riattiva sospensione
* Attiva la guida al Bootscreen
* Lancio WinSAT
* Windows Vista Build sul desktop
* Attiva Slow Down Animazioni
* Attiva / Disattiva il Welcome Center IE

Personalizzazioni:
* Titolo finestra di Internet Explorer
* Inizio Pagine
* Attiva / Disattiva Pop-up Blocker
* Attiva / Disattiva filtro Phising
* Attivare / disattivare il download completo di notifica
* Attiva / Disattiva il font ClearType
* Rimuovere casella di ricerca
* Nascondere barra dei comandi Ottimizzazioni:
* Speed-up menu Start di ricerca (file indice, Preferiti e Storia, e la cronologia file)
* Cancella la configurazione di monitor multipli
* 3 modi di spegnere Windows, aumenta il rendimento di gioco e di utilizzo della batteria

Sicurezza:
* Rimuovi "Nuovo" nel menu contestuale Explorer
* Rimuovi "Opzioni cartella"
* Disattivare Taskmanager
* Disattiva riproduzione automatica di tutti i tipi di supporti
* Disattivare l'accesso alla proprietà di visualizzazione
* Disattivare l'accesso al Pannello di controllo
* Aumentare la sicurezza obbligando ad inserire il nome utente prima di entrare nelle finestre
* Aggiungi Crittografa / Decripta in Explorer

Fare clic sul pulsante destro del Menu (menu contestuale):
* Attiva / Disattiva UAC
* Disattivare RUN comando nel menu di avvio e la Task manager
* Nascondere tutti i fix Drives
* Nascondere un drive specifico
* Nascondere pulsante spegnimento e opzioni nel menu di avvio
* Impostazioni di sicurezza di Internet Explorer 1: Disattivare File-> Nuovo, File-> Apri, Salva, Visualizza origine, Preferiti, clic destro, Download, Strumenti-> Opzioni Internet.
* Impostazioni di sicurezza di Internet Explorer 2: la finestra Opzioni Internet, scheda Generale , Tab Sicurezza, Privacy Tab, Content scheda, scheda connessioni, Programmi scheda, scheda "Avanzate"

Le caratteristiche le ho trovate su un sito in lingua inglese, quindi non rispondo della precisione nella traduzione.
Potete scaricarlo da qui.

Ipod gratis per tutti!

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Proprio così: scegliete il modello ed il colore che volete ed in poche pieghe avrete il vostro gioiellino a grandezza naturale!
Scusate per lo scherzetto... eheheh!!!
Puoi prelevare l'Ipod qui

Ricevuta via email e subito pubblicata:

SE GOOGLE AVESSE UNO SCHERMO NERO, VISTA LA GRANDE QUANTITA' DI PERSONECHE LO USANO, SI CALCOLA CHE SI RISPARMIEREBBERO CIRCA 750 MEGAWATT/ORA.COME RISPOSTA A QUESTO GOOGLE HA CREATO UNA VERSIONE IN NERO, CHIAMATA "BLACKLE", CON ESATTAMENTE LE STESSE FUNZIONI DI QUELLA IN BIANCO, MA CON UN CONSUMO DI ENERGIA MINORE...FALLO SAPERE E USALO, OGNI PICCOLA COSA CONTA!
Ecco la Versione italiana di google con schermo nero, con risparmioenergetico, provare per credere!!!! http://www.nerooogle.com/

Papercraft animati: la pecorella

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti



Voglio andare sul difficile. Oggi vi propongo un soggetto in carta un po' più complicato, ma che comunque, una volta ultimato, vi darà grosse soddisfazioni.
Il lavoro di assemblaggio di per se non è insormontabile, ma occorre come sempre seguire le istruzioni passo passo, senza saltare nessun passaggio, anche se lo riteniamo superfluo.
Far combaciare bene le parti e mettere colla a sufficienza senza formare grumi che potrebbero bloccare il meccanismo. Infatti all'interno avrà un vero e proprio motorino a manovella, attraverso il quale potremo mettere in movimento la pecorella.
Ditemi se vi piacciono, così ve ne propongo altri.
Puoi scaricare tutto qui.

Sondaggio sul libro più bello

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Grazie a tutti quelli che hanno avuto voglia di partecipare al mio sondaggio. Come scontato, il libro più amato (ed il più acquistato) dell'ultimo periodo è stato "Harry Potter e i doni della morte" di J.K.Rowling.

Al secondo posto una conferma: "Gomorra" il romanzo-nofiction di Roberto Saviano.

Segue in terza posizione "Mille splendidi soli" di Khaled Hosseini, mentre chiude la classifica "Il giorno in più" del bravo Fabio Volo.

Insomma, una conferma che lascia pochi dubbi. Nonostante leggere sia uno sport praticato da pochi, i libri belli continuano ad essere comprati.

Per chi non l'avesse ancora letto (nessun voto) consiglio "L'eleganza del riccio", magari non subito, ma quando uscirà in economica non fatevelo scappare. Ciao, ciao, gancjo.

Ubuntu: creare un sistema ad hoc!

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 30 gennaio 2008 0 commenti


Ok, vi siete decisi, dopo prove, riprove e remore avete preso il coraggio a due mani e si siete decisi a passare dalla live all'installazione. Omai siete capaci ad usare il vostro nuovo sistema operativo e le guide per fare ciò che avete in mente si sprecano per la rete (ne ho fatta una pure io qui).

Detto fatto e dopo poco tempo vi trovate davanti il nuovo desktop; ma ecco che improvvisamente una icona arancione vi dice che sono disponibili aggiornamenti, quindi... ALT!!!

Avete un'installazione pulita, con software di base selezionato, ed il sistema vi avvisa che alcuni di questi hanno delle migliorie che possono essere apportate, ma a noi di circa il 50% non ce ne frega niente! Quindi, scegliamo di non aggiornare e proseguiamo diversamente.

Diamo un'occhiata nel menu ai vari programmi e se ce n'è qualcuno inutile disinstalliamolo con Synaptic (in questo modo siete sicuri di rimuovere tutto completamente, anche le dipendenze non più necessarie).

Andiamo in SISTEMA-->AMMINISTRATORE-->SERVIZI ed apriamo

Nella finestra che vi appare vengono mostrate una serie di icone, con vicino un quadratino, raffigurante i servizi che sono attivi (in esecuzione) marcati con un apicetto e quelli che possono essere attivati. Ad esempio, se il vostro PC non dispone di un dispositivo Bluetooth è inutile tenere in esecuzione questa risorsa; anche i tasti di scelta rapida (hotkeys) non vengono mai usati, quindi via!

Per chi usa un notebook è utile installare un software sviluppato da Intel chiamato POWERTOP, che si occupa di monitorare il sistema consigliandoci come risparmiare energia. E' disponibile tramite Synaptic.

I software di base consigliati, per avere un sistema snello, ma che allo stesso tempo sia completo e funzionale sono i seguenti:


Multimedia
Rhythmbox (player audio)
Totem (player video)

Internet
Firefox (web browser)
Pidgin (internet messenger)
Evolution (mail)
Ekiga (telefonia (con supporto webcam), instant messaging)

Grafica
GIMP (editor di immagini)
F-Spot (foto manager)
OpenOffice.org Drawing (disegno)

Ufficio
OpenOffice.org (suite per l'ufficio)

Sistema
Compiz fusion (effetti desktop)
ntfs3g (per leggere e scrivere su supporti NTFS)
Restricted Drivers Manager (supporto per driver proprietari)


Come già detto il metodo più veloce e sicuro per mettere e togliere programmi è Synaptic, un serbatoio di circa 23.000 software disponibili.

Occhio a non esagerare con l'aggiornamento del sources.list, credendo di poter avere tutto il software di questa terra: alla fine userete sempre quei quattro programmi, e d'altra parte rischiate di aprire la strada a virus e trojan che ultimamente cominciano a farsi strada (esperienza personale).

A questo punto, quando vi sembra che il sistema risponda alle vostre esigenze, riavviatelo e procedete pure tranquillamente all'aggiornamento.

Per chi volesse di più, ma con sicurezza, consiglio di aggiungere i repository di MEDIBUNTU tramite terminale:


sudo wget http://www.medibuntu.org/sources.list.d/gutsy.list -O /etc/apt/sources.list.d/medibuntu.list


wget -q http://packages.medibuntu.org/medibuntu-key.gpg -O- sudo apt-key add - && sudo apt-get update


sudo apt-get update


Qui troverete parecchi software non presenti nei repository ufficiali, come ad esempio Adobe Acrobat Reader.

Altro consiglio è quello di aggiungere i true type font di Windows (Verdana, Arial, Times New Roman, ecc...), questo perchè così non avrete problemi a caricare documenti scritti con Word in OpenOffice. Per fare questo, da Synaptic caricare il pacchetto msttcorefonts.

Sempre in tema di Windows, per potersi gustare i filmati MS occorrono i W32codecs (presenti in Medibuntu).

Inoltre, quando verranno chiesti navigando su internet, Java, Flash Player e altri plug-in scaricabili tramite Firefox.

Per masterizzare non può mancare K3B, oppure a scelta Brasero; per scaricare i file torrent consiglio Azareus.

Un'utile estensione di Firefox, è il client ftp chiamato Fireftp.

Non può mancare K9copy, utile programma per convertire DVD da 9 a 5 GB.

Mi fermo qui, poichè i programmi sono tantissimi e, come ho detto all'inizio del post, conviene che ognuno carichi ciò che lo interessa. Quindi l'ultima parte è solo una carrellata di programmi che io trovo utili, ma... senza nessun impegno! Ciao da gancjo.

Ripristinare GRUB tramite un liveCD

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Rischiare di non vedere più apparire il nostro spartano GRUB in fase di avvio non è una cosa così difficile. A volte capita che si tenti di installare un altro sistema operativo, oppure che improvvisamente lo MBR non funzioni più e ti restituisca un errore. Niente panico: prima di formattare tutto esiste un metodo meno drastico e dal risultato sicuro.
Questo metodo lo dò buono per Ubuntu, ma dovrebbe funzionare con qualsiasi altro sistema Linux. L'unica cosa è da tenere presente che, quando vedete scritto SUDO, significa che dovrete digitare il comando come amministratore (root).
Inserite quindi il liveCD e settate il Bios affinchè parta da lettore CD.
Quando avrà finito il caricamento, ed avrete davanti il vostro bel desktop, aprite il terminale e preparatevi a digitare quanto segue:
sudo grub

Dovrebbe apparire la shell di grub, e cioè grub>, quindi
find /boot/grub/stage1

Ora segnatevi quello che vi restituisce il terminale, vi servirà per i prossimi passaggi
root (hd?,?)

Se il valore restituito è ad esempio (hd0, 1), allora si deve inserire root (hd0, 1).
Il prossimo comando serve per installare GRUB nell'MBR
setup (hd0)

Alla fine uscite dalla grub shell
quit

Ora, al riavvio, avrete GRUB perfettamente funzionante.

Ma vediamo insieme come si è arrivati a questo.
Con Sudo grub si ottiene la grub shell.
Con Find / boot/grub/stage1 si chiede a GRUB di individuare il file stage1. Quello che fa è dirci dove sono i file di grub. Solo una piccola parte di grub si trova sul MBR, il resto di GRUB è nella vostra cartella di avvio. GRUB ha esigenza di quei file per eseguire il programma di installazione. I comandi individuano i file necessari e li inseriscono in GRUB.
Chiediamo da root (hd?,?) in quale partizione si trova GRUB.
Infine setup (hd0) indica il setup di GRUB hd0.

P.S. I Love You - Non è mai troppo tardi per dirlo

Scritto da Massimo Ferraris martedì 29 gennaio 2008 1 commenti


In uscita nelle sale cinematografiche il 01 febbraio 2008, ecco un ennesimo film strappalacrime. Curiosando tra le recensioni, salta subito all'occhio che il film, pur essendo un prodotto ben confezionato, punta su argomenti ormai sfruttati sin troppo dagli sceneggiatori.

Se tu sapessi che la tua vita sta per finire, saresti disposto ad aiutare il coniuge ad affrontare quello che potrebbe passare? In P.S. I Love You, Gerry Kennedy (Gerard Butler) sa che sta per morire ed idea un piano per aiutare la moglie Holly (Swank) ad accettare la sua dipartita e trovare un senso per continuare senza di lui. Holly e Gerry si trovano in un periodo della vita, forse tra i più belli, quando si è ancora giovani ed i progetti per il futuro si sprecano. Pensano solo a divertirsi, fare sesso e pianificare un bambino per il prossimo futuro. Gerry è più incline alla vita boccaccesca, mentre Holly ha grandi aspirazioni per il lavoro, cercando di fare il meglio per avere successo. E da qui si assiste a scontri verbali, che immancabilmente finiscono con baci e abbracci a letto. Nonostante tutto, nonostante la loro diversità, il matrimonio fila che è una meraviglia, sino a quando Gerry scopre di essere malato. Sino a qui, a parer mio, è una classica commedia americana, anche piuttosto scontata, ma andiamo avanti.
La malattia ha il sopravvento e Gerry muore. Holly si chiude in casa, e nulla sembra avere più senso per lei, nemmeno il lavoro che tanto amava. Ma ecco che qui inizia veramente il film, con il classico colpo di scena.
Gerry, poco prima di andarsene per sempre, le aveva promesso che non l'avrebbe abbandonata. Un giorno Holly riceve una lettera proprio da lui. Gliene ha scritte dieci, le verranno recapitate una volta al mese e contengono una lista di cose che lei deve sforzarsi di fare e che hanno lo scopo di ridarle la voglia di vivere. Quei fogli sono per Holly delle lievi carezze, stimoli per tornare alla normalità. Avvertendo nuovamente la presenza del marito al suo fianco e con l'aiuto della famiglia e degli amici, Holly si ritrova, quasi senza accorgersene, a vivere di nuovo la sua vita.

Il film è tratto dal libro di Ahern Cecelia, pubblicato in Italia da Sonzogno nel 2004.

465 fonts per Ubuntu assolutamente gratis!

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 28 gennaio 2008 2 commenti


Il bravo Brian Kent è un prolifico font designer. A 32 anni ha già creato un impressionante numero di font. Inoltre è un ragazzo davvero simpatico e ha deciso di rilasciare i suo pacchetti di font per Ubuntu in modo da poterne usufruire tutti.

Quelli che vedete sopra sono solo 6 dei 465 caratteri disponibili. Brian conferma che possono essere usati sia per uso privato che commerciale in modo assolutamente free, senza incorrere in nessu tipo di problema di copyright.

Per installarli è sufficiente seguire le istruzioni riportate di seguito.

Aprire la vostra sources.list tramite il comando da terminale:


sudo gedit /etc/apt/sources.list

Alla fine del file aggiungere i nuovi repository:


deb-src http://ppa.launchpad.net/corenominal/ubuntu gutsy main

Chiudete, salvando, il file e date il comando:

sudo apt-get update

Dopo, per installare i fonts:

sudo apt-get install ttf-aefonts

Ora non vi resta che divertirvi a provarli tramite Openoffice writer, oppure Scribus.

Webcam Sony EyeToy su Ubuntu

Scritto da Massimo Ferraris 2 commenti

Sono un felice (?!?) possessore della webcam Sony eyetoy, ed essendo già riuscito ad installarla su XP, non ho resistito alla tentazione di farlo anche su Ubuntu. Girando per Google ho trovato un metodo che ha funzionato. A chi dovesse servire, pubblico l'articolo, di cui ho fatto uno spudorato copi-incolla!

Controllare se il sistema rileva la webcam con lsusb
se riuscite a identificare la stringa con la webcam allora è stata rilevata.
Aggiornamento dei repository
Bisogna aggiungere dei repository, quindi: sudo gedit /etc/apt/sources.list
Aggiungere il seguente repository deb http://www.rastageeks.org/downloads/debian backport/

Dopo aggiornare il sistema: sudo apt-get update
sudo apt-get dist-upgrade

Installazione driver: sudo apt-get install module-assistant
sudo apt-get install ov51x-jpeg-source

Configurazione dei moduli: sudo module-assistant a-i ov51x-jpeg

L'ultimo comando a volte fallisce nell'esecuzione, quindi in alternativa: sudo module-assistant -t a-i ov51x-jpeg

Caricamento dei moduli: modprobe videodev
modprobe ov51x_jpeg

Se il comando fallisce provare con: sudo insmod /lib/modules/`uname -r`/kernel/drivers/usb/ov51x-jpeg.ko

La webcam dovrebbe funzionare. Se fallisce il caricamento dei moduli sostituite modprobe con modprobe -f che ne forza il caricamento. Dopo il riavvio bisogna caricare i moduli per riattivare la webcam.

Caricamento all'avvio
Per caricare videodev basta aggiungerlo a /etc/modules con sudo gedit /etc/modules
Aggiungere videodev (in fondo) e salvare. Se il comando modprobe ov51x_jpeg aveva funzionato aggiungete anche questo, se invece siete stati costretti a usare insmod dovete creare uno script da far partire all'avvio. Scegliete il nome(per esempio eyetoy-load) e scrivete nello script: #!/bin/sh
insmod /lib/modules/`uname -r`/kernel/drivers/usb/ov51x-jpeg.ko
spostatelo in /etc/init.d e rendetelo eseguibile con:
sudo mv eyetoy-load /etc/init.d/eyetoy-load
sudo chmod 777 /etc/init.d/eyetoy-load
poi create un link nella cartella /etc/rcS.d con:
sudo ln -s /etc/init.d/eyetoy-load /etc/rcS.d/S50eyetoy-load
Riavviate e la vostra webcam dovrebbe funzionare automaticamente.

Problemi Audio
Potrebbe capitarvi che al riavvio non si sentano più i suoni questo perchè la webcam ha un microfono integrato e Ubuntu la mette come periferica audio principale. Dovete andare su Sistema->Preferenze->Audio e controllare che non lo sia, altrimenti modificate e mettete la vostra scheda audio.
A me ha funzionato alla prima, quindi buona fortuna anche a voi!

Clonare una installazione di Ubuntu

Scritto da Massimo Ferraris domenica 27 gennaio 2008 0 commenti

Il metodo che vado ad illustrare è comodo quando capita, in caso di reinstallazione, di voler avere un sistema uguale a quello che avevamo in precedenza, oppure trasferire la nostra creatura su un'altra macchina (ad esempio in ufficio).
Ubuntu utilizza il sistema di gestione APT che si occupa dei pacchetti installati e delle loro dipendenze. Se saremo in grado di ottenere una lista dei pacchetti presenti attualmente, si potrà facilmente duplicare esattamente quello che avete installato. Di seguito è riportato un comando, che è possibile utilizzare per esportare un elenco dei pacchetti installati:
sudo dpkg --get-selections grep '[[:space:]]install$=' awk '{print $1}' > installedpackages
Ora si dovrebbe ottenere un file chiamato "installedpackages", che consiste in un lungo elenco di tutti i pacchetti che sono attualmente presenti sul PC.
Il prossimo passo è quello di copiare il file ottenuto sull'altra macchina (o sulla vostra in caso di reinstallazione) tramite rete, usb drive, e-mail, etc, assicurandovi di avere la vostra sources.list con gli stessi repository della vecchia (consiglio un bel backup anche di questa). Senza lo stesso accesso ai repository potrebbe non essere in grado di trovare i pacchetti.
Quindi fate l'update della sources.list con:
sudo aptitude update
e per ultimo importare la lista dei pacchetti utilizzando il seguente comando:
cat installedpackages xargs sudo aptitude install
Ora, dopo un lavoro che può essere più o meno lungo a seconda di quanto dovete installare, la copia esatta del vostro sistema Ubuntu è bello e pronto.

WiFi radar, utility per Ubuntu

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Le ho provate tutte e finalmente qualcosa sembra muoversi. Sul mio Acer Aspire 5520 la scheda wireless non ne vuole sapere di funzionare, o meglio non riesco a risolvere l'ultimo intoppo, cioè quello della connessione.
Utilizzando il programma WiFi radar sono riuscito a far lampeggiare la lucina arancione. Al momento del boot, esegue automaticamente la scansione di una rete disponibile e cerca di connettersi ad essa. Ecco come ho proceduto:


sudo aptitude install wifi-radar


quindi andare in Applicazioni—>Internet—>Wifi-radar




Al prompt inserire la password di root e fare clic su ok



a questo punto (incrociate le dita) il programma dovrebbe rilevare le reti wireless disponibili, se ciò accade evidenziare la propria rete wireless e connettere


se si desidera creare un nuovo profilo aprire l'applicazione e fare clic su "nuovo"


a questo punto inserire tutti i parametri, come da esempio, per configurare il wireless

Una volta rilevata la connessione il led inizia a lampeggiare, ma quando cerco di connettermi non accade nulla. Chi avesse idee su come procedere, o qualche dritta per configurare la connessione (io ho Fastweb) si faccia avanti, gli sarei MOOOOLTOOO grato!!!

Vista più sicuro di XP e degli open source: parola di Microsoft

Scritto da Massimo Ferraris sabato 26 gennaio 2008 0 commenti

A quanto pare Windows Vista è stata colpita da un numero inferiore di attacchi nell'ultimo anno, a differenza del parente stretto Windows XP e dagli altri sistemi operativi open source, secondo un rapporto Microsoft. Io nutro seri dubbi, ma comunque vi espongo la notizia così come l'ho appresa.
Il rapporto, scritto da Jeff Jones, direttore del settore strategia di sicurezza (roba da pazzi...) di Microsoft, descrive gli sforzi fatti dalla casa produttrice in termini di sicurezza raggiunta ridisegnando l'architettura e le caratteristiche di Vista. Tutto questo lavoro sembra li abbia ripagati in termini di clienti.
Jones ha anche riscontrato che in questo modo il settore che si occupa di tappare le falle, nel senso di fornire le patch, ha avuto meno lavoro per Vista a discapito di un maggior numero di interventi per XP. Forse perchè il mondo è ancora troppo legato ad Xp, mentre Vista non se lo fila ancora nessuno?...
La relazione aggiunge altre cifre, dando giù pesante sulla finta invulnerabilità dei sistemi open source, così falsamente decantata.
Il confronto tra i vari tipi di sistemi operativi sulla base del numero di segnalazioni di bug pubblici sono spesso monitorati da esperti di sicurezza. Secondo il rapporto Microsoft, si è a conoscenza solo di una piccola parte (si pensa ad un terzo) dei bug che assillano gli OS, poichè non esiste una vera e propria banca dati, come invece ha la Microsoft.
Tuttavia, il principale interesse di questo rapporto è di convincere e lanciare Vista sul mercato mondiale, avvolgendolo con una pellicola di perfezione e invulnerabilità.
"I risultati delle analisi indicano che Windows Vista ha un miglior profilo di sicurezza del suo predecessore", ha detto Jones nella relazione. "Le analisi sugli aggiornamenti per la protezione di Microsoft dimostra anche che i miglioramenti del processo di aggiornamento della protezione hanno ridotto il numero di aggiornamenti ."
A questo punto ci toccherà crederci e aspettare veramente che quest'anno Vista possa prendere il posto di XP nel cuore degli utilizzatori.
... viva Ubuntu!... ehm!

Icon pack per Windows Vista

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Lo devo a quegli amici che me lo chiedono, così anche io apro con questo post la serie dedicata al nuovo (?) sistema Microsoft. Cercherò di trovare notizie fresche, software, utility o quanto altro possa fare felici gli utilizzatori di questo sistema operativo, che a quanto pare vedrà il suo lancio definitivo proprio nel 2008, grazie ai service pack.

Cominciano con qualcosa di sfizioso e tranquillo: l'icon pack per cambiare le icone. il file contiene 14 bellissime icone in formato PNG 256 x 256 pixel, molto definite (come quelle nella foto).

Potete scaricarlo da qui.

L'ultima versione alfa di Ubuntu, Kubuntu, Edubuntu e Xubuntu sono disponibili per il download. Alpha 3, come dice il nome, è il terzo di una serie di immagini CD che saranno rilasciate per tutto il ciclo di sviluppo, sino ad arrivare alla versione 8.04 definitiva.
La politica di Ubuntu (e di Canonical) comunque non cambia, mantenendo sempre le stesse promesse, e cioè:
* Ubuntu sarà sempre gratuito, compresi gli aggiornamenti futuri;
* Ubuntu godrà del pieno supporto commerciale da Canonical e da centinaia di aziende in tutto il mondo;
* Ubuntu comprende e comprenderà le migliori traduzioni e le accessibilità alle infrastrutture che la comunità del software libero ha da offrire;
* Ubuntu CD contiene e conterrà solo software libero; ti invitiamo a utilizzare software gratuito e open source, e di aiutare a migliorarlo.

Le versioni sono disponibili a questi indirizzi:

Ubuntu 8.04 Alpha 3

Kubuntu 8.04 Alpha 3

Xubuntu 8.04 Alpha 3

Edubuntu 8.04 Alpha 3


Microsoft avrà tanti difetti, ma la scelta con cui sceglie i font (caratteri) è notevole. La cura grafica è decisamente all'apice, e per questo motivo questa perfezione non può mancare in Ubuntu. La serie di caratteri include Constantia, Corbel, Calibri, Cambria, Candara e Consolas, ed installarli vi assicuro che è un gioco da ragazzi, grazie ad un comodo script che vado ad illustrarvi.
Per installare il Vista ClearType font in Ubuntu, è necessario installare prima cabextract, un programma di utilità che si trova nel repository universe, per cui prima di eseguire il seguente comando, assicurarsi di aver attivato tale repository nella tua sources.list. Una volta che questo è fatto, installare cabextract usando:

$sudo apt-get install cabextract

Poi, una volta fatto ciò, utilizzare questo script per installare il Vista font. Create un file chiamato "Vista-font-installer.sh" nella vostra home directory.
Poi aprite un editor di testo e fate copia ed incolla dello script in quel file con il comando:

chmod a+x ~/vista-fonts-installer.sh

Microsoft avrà tanti difetti, ma la scelta con cui sceglie i font (caratteri) è notevole. La cura grafica è decisamente all'apice, e per questo motivo questa perfezione non può mancare in Ubuntu. La serie di caratteri include Constantia, Corbel, Calibri, Cambria, Candara e Consolas, ed installarli vi assicuro che è un gioco da ragazzi, grazie ad un comodo script che vado ad illustrarvi.
Per installare il Vista ClearType font in Ubuntu, è necessario installare prima cabextract, un programma di utilità che si trova nel repository universe, per cui prima di eseguire il seguente comando, assicurarsi di aver attivato tale repository nella tua sources.list. Una volta che questo è fatto, installare cabextract usando:

$sudo apt-get install cabextract

Poi, una volta fatto ciò, utilizzare questo script per installare il Vista font. Create un file chiamato "Vista-font-installer.sh" nella vostra home directory.
Poi aprite un editor di testo e fate copia ed incolla dello script in quel file con il comando:

chmod a+x ~/vista-fonts-installer.sh

per rendere il file / script eseguibile. Quindi eseguire lo script con il comando:

$ ~/vista-fonts-installer.sh

Scaricate ora lo script di installazione del Visualizzatore di PowerPoint da microsoft.com o da Google, e poi estraete il font cleartype Vista utilizzando cabextract. Questi caratteri vanno poi copiati nella cartella /. Fonts.

San Valentino - idee di carta...

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 25 gennaio 2008 0 commenti

Rieccomi a martoriarvi con i miei pezzetti di carta! Il giorno di San Valentino si stà avvicinando a grandi passi e purtroppo le finanze scarseggiano. Che c'è di meglio, quindi, che creare qualcosa con le nostre manine da donare all'amore della nostra vita? Certo, non sarà uno Swaroski, e nemmeno una creazione d'alta moda, ma sicuramente sorprenderete chi lo riceverà (esperienza personale...).
Vediamo dunque di costruire insieme cinque oggetti di non eccessiva difficoltà (a parte il cesto di fiori che è un po' più laborioso). Quindi pronta la stampante a colori, le forbicine (meglio quelle da decoupage) e il tubetto di colla in stick.

Il primo oggetto è la classica scatola a forma di cuore, che potete riempire di caramelle o cioccolatini, oppure un indumento di piccole dimensioni (a voi la scelta...).

Il secondo è il cesto di rose, che una volta assemblato sarà sicuramente un oggetto che stupirà. Anche se non riuscirete ad unire perfettamente i pezzi, il risultato finale sarà comunque soddisfacente, anche perchè i petali scomposti danno una resa più naturale (ve lo dice chi è riuscito a cannare l'assemlaggio di un pezzo, ma alla fine è risultato meglio dell'originale, eheheh!!!).

Gli ultimi tre sono bigliettini d'auguri, quelli del tipo magico, nel senso che all'apertura si forma l'oggetto in 3D racchiuso all'interno. Per me sono i papercraft più belli, e ne esistono per tutte le occasioni. Nell'ordine, appariranno una torta, un cuore e una scatola di cioccolatini (questo è il più bello!).

Di seguito vi fornisco tutto l'occorrente:

Prima di san Valentino c'è ancora un po' di tempo, quindi troverete sicuramente qualche altro post con idee strane. Chi avesse qualche link me lo segnali, così lo pubblico. Grazie a tutti, gancjo.

Origami - uomo che legge il giornale

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 24 gennaio 2008 0 commenti


Lo so, sono fissato! Ma che ci volete fare, giocare con la carta mi affascina, così dopo i papercraft sono pronto a proporvi la nobile arte dell'origami. Lavoro di pazienza, ma che a differenza del papercraft non ha bisogno di colla, perchè quello che si va a creare è una sapiente miscela di pieghe e pieghine...

Cominciamo alla grande con il soggetto della foto, ovvero l'uomo che legge il giornale. Occorre seguire passo passo le istruzioni e in pochi minuti lo avrete pronto tra le mani. E' veramente un origami eccezionale, perchè nella sua semplicità da l'idea delle potenzialità di questa arte. Provate e, se volete, mandatemi la foto.

Potete scaricare le istruzioni qui.

Asta fumetti e collezionismo

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Un amico mi ha segnalato un sito davvero interessante. La mania delle aste, scaturita dietro alla nascita di Ebay, non ha mai avuto tregua, facendoci assistere al sorgere di siti simili (alcuni praticamente uguali!), all'originale.
Parecchi hanno cercato di diversificare la tipologia di merce venduta. E' il caso di delcampe.net, un sito specializzato nelle aste di fumetti, libri, monete, schede telefonico e altro materiale da collezionismo.


E' un sito internazionale, presente in diversi paesi europei. La cosa interessante, oltre al fatto dell'iscrizione gratuita, è la possibilità di mettere inserzioni o aprire un negozio in modo assolutamente free. Si paga solamente in caso di vendita (solo il venditore!) e le tariffe sembrano sicuramente più vantaggiose di quelle di Ebay. La quantità di oggetti in asta è notevole, così come il numero degli utenti iscritti e online.


Materiale interessante per il semplice collezionista ed anche per il più esigente. Vale la pena di dare un'occhiata.

Dell strizza l'occhio ad Ubuntu

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Ho letto con vero piacere che uno dei mostri sacri produttori di PC, la DELL, ha annunciato che farà uscire il suo nuovo modello, l' XPS 1330, con Ubuntu precaricato. A quanto pare monterà la versione 7.10, ritenuta dal produttore la più stabile. Il notebook sarà disponibile in tre colori, Midnight Blue, Tuxedo Crimson Rosso o Nero, ed avrà un look impeccabile.
La scelta di Ubuntu non è quindi obbligatoria; è sempre possibile ordinarlo con Vista precaricato, ma con un notevole aumento di prezzo (si parla di circa 120 euro in più per avere la versione Home premium edition!). L'uscita, in anteprima per il Nord America, per poi sbarcare in Europa subito dopo, è prevista per la prima settimana di febbraio.
La macchina è dotata di serie di una CPU Intel Core 2 Duo Processor T5450. Non è ancora chiaro, ma sembra probabile che la gamma si estenderà sino a montare CPU Intel Core 2 Duo T7500.
Per quanto riguarda la capacità di memorizzazione, l'XPS 1330n viene fornito con una vasta gamma di hard disk, che vanno da 120GB a 320GB. Inoltre, se si vuole veramente un computer portatile al massimo della tecnologia odierna, che guarda più alla consistenza che non al puro stile estetico, è possibile ottenere questo notebook con un 64GB SSD (solid state drive).
Lo schermo è un 13,3 pollici WXGA con risoluzione 1280 x 800, con montata, sulla parte superiore, una webcam con risoluzione 2 megapixel.
La scheda video sarà sceglierla tra due modelli: o la integrata Intel Graphic Media Accelerator X3100, oppure la Nvidia GeForce Go 8400M GS con 128MB di memoria grafica dedicata.
Altri accessori, oltre all'immancabile masterizzatore DVD, sono un'entrata Firewire, una fast ethernet, un'uscita HDMI (veramente interessante!), due porte USB e una scheda wireless Intel Pro 3945, che supporta il protocollo 802.11a/b/g Wi-Fi in rete.
La memortia RAM montata sembra essere di 2GB, espandibile a 4GB tramite moduli SDRAM a 667 Mhz. Nel caso si scelga una macchina con scheda Nvidia, la DELL rassicura che i 2GB sono più che sufficienti per le applicazioni grafiche future.
Sembra quindi che questo notebook è destinato ad essere il primo prodotto di fascia alta a montare Ubuntu e destinato ad una vasta utenza. Questo mi rende particolarmente felice e sono sicuro che se già sul mio Acer Aspire 5520 Ubuntu riesce a raggiungere prestazioni superbe, non oso pensare cosa farà su questa macchina!
Secondo il portavoce di Dell, Anne Camden, la società non ha ancora deciso appieno il prezzo finale di questo notebook, ma sembra che la versione con Vista sembra aggirarsi da un minimo di 999 a un massimo di 1.399 dollari.

Skype 2.0 su Ubuntu 32 e 64 bit

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Il famoso programma VoIP e instant messaging è giunto alla versione 2.0, con molte novità rispetto alle versioni precedenti. La prima, più agognata, da chi utilizza questo software è la presenza della Video chat. Altra novità la faccia grafica migliorata e più intuitiva. Ma esiste anche un'altra possibilità di utilizzare Skype, sinora usata poco, e cioè il trasferimento di files.

Installare skype su un’architettura a 32 bit non è un problema, poichè esiste già l'ottimo pacchetto preconfezionato SKY.DEB comodamente eseguibile con un doppio click; i dolorini iniziano quando si vuole provare a farlo su una archittetura a 64 bit. Ma il problema non è insormontabile, e con pochi semplici passaggi riusciremo a far digerire Skype anche ai 64 bit. Primo passaggio è quello di soddisfare le dipendenze, andando a caricare alcune librerie necessarie:
sudo apt-get install ia32-libs lib32asound2

Scarichiamo e installiamo il pacchetto getlib:
wget -N boundlesssupremacy.com/Cappy/getlibs/getlibs-all.deb
Scarichiamo Skype da skype.com
wget -N -O skype-install.deb http://www.skype.com/go/getskype-linux-beta-ubuntu

Ora dobbiamo installare il tutto con:
sudo dpkg -i getlibs-all.debsudo dpkg -i --force-all skype-install.debsudo getlibs /usr/bin/skype

Dopo di ciò in Applicazioni -> Internet vdrete comparite l'icona di Skype pronta all'uso. Buona chat!

Sono finito in copertina su TIME !!!

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 23 gennaio 2008 0 commenti


Per chi si sente protagonista, niente di meglio che finire sulla copertina patinata di qualche rivista. Meglio se del calibro di TIME, NATIONAL GEOGRAPHIC o PEOPLE. Non occorre fare nulla di esaltante, bensì avere solo una bella foto e collegarsi al sito MAGMYPIC .

Seguendo le brevi spiegazioni online si puo arrivare ad avere un'immagine come quella sopra. Alla fine del lavoro si può scegliere di salvare il codice HTML per il vostro sito o blog, in formato small o medium, oppure cliccando sul tasto Stamp estrapolare l'immagine con Paint. Divertitevi!

Graffiti personalizzati

Scritto da Massimo Ferraris martedì 22 gennaio 2008 0 commenti



Vi piace la scritta GANCJO qui sopra? Carina, vero? L'ho creata utilizzando un programmino flash online davvero facile ed intuitivo. Basta collegarsi al sito GRAFFITICREATOR, scegliere tra i quattro stili e creare il vostro graffito.

Si può giocare con la scritta in tutti i modi, oltre alla rotazione, la scelta dei caratteri da modificare e la posizione, potrete sbizzarrirvi a riempirla di colore ad effetto. Per salvare il capolavoro niente di più facile: basta premere il tasto stamp (o print screen su alcune tastiere), aprire un programma di grafica qualsiasi (Paint di windows va benissimo), incollare la pagina memorizzata, selezionare la porzione di schermo con la scritta, fare copia ed incolla su una sessione vuota e salvare. Ora potete usare l'immagine dove e come volete. Buon divertimento!


E' prevista per il 25 gennaio l'uscita di questo nuovo film, che a mio parere può far parte del filone fantastico sul genere Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato. Spicca subito la presenza di un mostro sacro del cinema americano, Dustin Hoffman, protagonista nella veste del proprietario del negozio. La trama in poche parole è questa:

Mr. Magorium ha ormai ben 243 anni e, dato che anche l’ultimo paio delle sue scarpe comprate tanti anni prima in una bottega di Firenze sono ridotte al lumicino, decide che è arrivato il momento di “andarsene” e di lasciare la sua meravigliosa bottega alla direttrice, Melly Mahoney che tanto amorevolmente l’ha condotta fino a quel momento. Ma la bottega, che vive di vita propria non è d’accordo... e da questo deriveranno molti problemi da risolvere...

In questo film Dustin Hoffman appare più naturale del solito. Questo perchè il regista ha imposto all'attore di recitare al naturale, senza trucco e tantomeno colore ai capelli. Il risultato è un tipo, a metà strada tra Willy Wonka e Geppetto di Pinocchio.

A parte gli effetti speciali, il film in America non ha raggiunto le aspettative del regista (Zach Helm), poichè a quanto pare non sono bastati favolosi effetti speciali e la bravura del protagonista a creare una favola per tutta la famiglia. All'uscita della prima, una frase fra tutte, raccolta da un intervistatore sembra aver riassunto lo spirito trasmesso: " C'è qualcosa di un po' fastidioso in un film che cerca di essere spudoratamente attraente, amichevole e familiare."
Qui potete trovare tutto sul film.

Critica che francamente mi sembra un po' dura. Io non ho amato Willy Wonka, ma sicuramente non mancherò di andarlo a vedere, più che altro per curiosità. Ad uno che adora Harry Potter, film di questo genere non possono assolutamente sfuggire! Vi saprò dire... e ditemi anche voi...

OpenGEU Luna Nuova è uscita!

Scritto da Massimo Ferraris 3 commenti


Finalmente ci siamo: il 21 gennaio è uscita la nuova release di Geubuntu. The DarkMaster, il nick dietro il quale si cela l'autore di questa ottima distribuzione tutta italiana, ha avuto la cortesia di comunicarmelo, ed io volentieri lo rendo noto a chi stà leggendo queste righe. Non capita spesso di trovarsi davanti prodotti di qualità come questa distribuzione, in grado di girare sul Desktop PC, notebook e Virtual Machine. Quello che rende ben solida e funzionale Luna Nuova è il fatto di avere come madre Ubuntu e la stabilità di gnome shekerata con il nuovo sistema Enlightenment DR17, un window manager che come dice il nome illumina il desktop!

OpenGEU Luna Nuova non è ancora la versione definitiva del progetto, bensì una sorta di transizione tra Geubuntu Luna Nuova e OpenGEU Luna Crescente, la prossima release basata su Ubuntu Hardy Heron, prevista in uscita per il mese di aprile 2008.

Se avete già installato Geubuntu, è sufficiente effettuare l’aggiornamento a OpenGEU digitando da terminale:
sudo apt-get install opengeu

Altrimenti potete scaricare la distribuzione, solo tramite torrent, da qui.

Harry Potter - ricetta della burrobirra

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 21 gennaio 2008 1 commenti


Ho finito mezz'ora fa di leggere l'ultimo capitolo dei Doni della morte, e siccome l'ho fatto ad alta voce, decantandolo ai miei (come già spiegato alcuni post addietro), mi è venuta una gran sete. Cosa c'è di meglio che una buona Burrobirra fresca di frigo?...

Che non è in commercio, direte voi? Niente paura, si può tranquillamente preparare in casa. Eccovi la ricetta:

Ingredienti per una persona:

1 bicchiere di birra analcolica,

1 grossa noce di burro,

Panna da cucina.

Preparazione: In due recipienti separati e cuocendo a fiamma bassa, fondete il burro e riscaldate la birra (ma non troppo, altrimenti risulterà alquanto schifosa!).Amalgamate il burro fuso con la birra un po' alla volta, mescolando delicatamente. Infine, aggiungete la panna a cucchiaini e mescolate fino a quando si otterrà una bevanda piuttosto densa e cremosa.

Ubuntu - comandi rapidi da tastiera

Scritto da Massimo Ferraris 2 commenti

Mi trovo a volte ad aver bisogno di usare la tastiera, poichè il mio mouse ricaricabile ha la brutta abitudine di rimanere scarico quando meno te lo aspetti. La colpa è tutta mia: quando spengo il PC dovrei metterlo nella sua basetta e tutto sarebbe risolto. Invece lo lascio fuori e poi mi arrabbio pure quando questo si scarica!...
Per chi, come me, è costretto ad usare la tastiera, o anche per semplice curiosità, ho pensato di elencare i comandi più utili, precisando che i tasti indicati vanno premuti insieme (di solito si preme il primo e poi il secondo subito dopo).


Ctrl + A = Seleziona tutto (In Documenti, Firefox, Nautilus, etc, non funziona nel terminale)


Ctrl + C = Copia (In Documenti, Firefox, Nautilus, etc, non funziona nel terminale)


Ctrl + V = Incolla (In Documenti, Firefox, Nautilus, etc, non funziona nel terminale)


Ctrl + N = Nuovo (Crea un nuovo documento, non funziona nel terminale)


Ctrl + O = Open (Apri un documento, non funziona nel terminale)


Ctrl + S = Save (Salva il documento corrente, non funziona nel terminale)


Ctrl + P = Stampa (Stampa il documento corrente, non funziona nel terminale)


Ctrl + E = Invia al ... (Invia il documento corrente ad un destinatario e-mail o remota, non funziona nel terminale)


Ctrl + W = Close (Chiudi il documento corrente, non funziona nel terminale)


Ctrl + Q = Esci (Chiudere l'applicazione, non funziona nel terminale)


Ctrl + Alt + F1 = Passa al primo terminale virtuale


Ctrl + Alt + F2 (F3) (F4) (F5) (F6) = Selezionare i diversi terminali virtuali


Ctrl + Alt + F7 = Passare alla corrente sessione di terminale con X


Ctrl + Alt + + = Passare alla prossima Risoluzione X (Dipende della vostra configurazione di X)


Ctrl + Alt + - = X Passa alla precedente risoluzione (Dipende della vostra configurazione di X)


Ctrl + Alt + Backspace = Kill server X


Alt + Tab = Switch tra i programmi aperti


Ctrl + C = Kill processo (Termina l'attuale processo da terminale)


Ctrl + Z = Invia processo di sfondo


Ctrl + D = Esci dal terminale corrente


Ctrl + A = Home (Sposta il cursore all'inizio della riga)


Ctrl + E = Fine (Spostare il cursore alla fine della riga)


Tab = Lista comandi disponibili da lettere digitate (E' il tasto con le due frecce sovrapposte, posto sotto al numero 1. Esempio di utilizzo: digitare iw, premere Tab e subito compaiono tutti i programmi e comandi avviabili che iniziano con quelle due lettere, come iwconfig iwlist iwevent iwgetid iwpriv iwspy, ecc...)


Ctrl + U = Cancella la riga corrente


Ctrl + K = Elimina linea corrente dal cursore


Ctrl + W = Elimina parola prima del cursore nel terminale


Le frecce in su e in giù = comando Sfoglia storia cronologica comandi digitati nel terminale


Ctrl + R = Storico ricerca nella cronologia partendo dalla lettera digitata


Shift + PageUp / PageDown = Scroll terminale


Ctrl + L = Cancella terminale


Shift + ins = Incolla

Chi ne conoscesse altri me li invii, provvederò ad aggiungerli.

Grey's anatomy - qualche chicca...

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Diventato in breve tempo uno dei telefilm cult americani, la serie fa discutere di se parecchio, a partire dalla storia d'amore tra Meredith e il dottor Shepherd, alla quale sono stati dedicati interi siti e forum , tra i quali, per citarne alcuni, http://geek-ridden.net/derek&meredith/, http://drhousemdandgreysanatomy.forumcommunity.net/?f=1483144 e http://flavon101.com/cars/watch-video/58F0GXZKTZ4/moose35/derek-shepherd-and-meredith-grey.html. Dietro a questa enorme macchina da soldi non potevano che nascere altri modi per farne ancora di più. Ad esempio, la game house Gameloft non ha resistito alla tentazione di fare un gioco per cellulare. Lo stesso è descritto come un "avventura sociale" e comprende una serie di mini-giochi impegnativi che impegnano i fan a far le prime tre stagioni del telefilm. Puoi interpretare molti dei personaggi, vivendo il dramma della loro vita quotidiana al Seattle Grace Hospital.
Il gioco permette di interagire con il personale ospedaliero e di lavorare con loro, sino a diventare un vero e proprio medico. Tra le meraviglie è anche possibile eseguire un intervento chirurgico in viaggio!
Ma a proposito dei protagonisti, ora che a quanto pare l'emittente elevisiva ABC, produttrice della serie, è in forse sulla decisione di continuare con una nuova stagione, che ne è di loro?

Patrick Dempsey (il dottor Shepherd) sarà protagonista in un prossimo film intitolato Made of Honor. Il film sembra di essere in pre-produzione, ma l'idea è già venuta fuori l'estate scorsa. E' la storia d'amore tra un uomo ed una donna impegnata con un altro, che a quanto pare in precedenza è stata la sua fidanzata, e lui cerca di riconquistarla. Mah,...!

Katherine Heigl (dottoressa Isobel 'Izzie' Stevens) è alla ribalta in questi giorni. Sarà la protagonista in un film intitolato The Ugly Truth. Il film è una commedia romantica, con uscita prevista entro l'anno.

Sandra Oh (dottoressa Cristina Yang) sarà protagonista di un film intitolatoato Blindness, un thriller / dramma che parla di un medico, la cui moglie diventa l'unica persona con la possibilità di vedere in una città in cui tutti sono diventati ciechi. Il film è previsto in uscita per il mese di agosto 2008.

Ellen Pompeo, meglio nota come la problematica Meredith di “Grey's Anatomy” e il produttore discografico Chris Ivery, si sono sposati venerdì scorso, 9 novembre, alla City Hall di Manhattan, New York; la cerimonia, che si è svolta in gran segreto, ha avuto un testimone d'eccezione, il sindaco della grande mela, Michael Bloomberg.

La famosa serie, che ricordiamo è in onda negli States con la quarta stagione, è compromessa dallo sciopero degli sceneggiatori. Se la protesta degli autori si protrarrà ancora a lungo purtroppo non saranno pronte nuove sceneggiature e non si potranno registrare nuovi episodi! Dei 22 previsti infatti se ne riusciranno ad ultimare soltanto 11. Solo da pochi giorni sembra che uno spiraglio nella vicenda si sia aperto. Le proteste degli sceneggiatori (causa stipendi troppo bassi!) sono state accolte dalla DGA (Directors Guild of America), per cui, si spera che si rimettano a tavolino e ci regalino altre emozioni.
E gli altri protagonisti? A quanto pare riposano, in attesa di nuove istruzioni!

Freespire, linux in salsa Ubuntu

Scritto da Massimo Ferraris sabato 19 gennaio 2008 0 commenti


Ubuntu detta legge e i cloni continuano a fiorire come margherite in un campo (che poeta!). Anche Freespire, distribuzione giunta alla versione 2.0, non ha resistito alla tentazione di prendere il meglio del sistema di casa Canonical.
Scaricata, installata ed usata, il tutto in pochi minuti. La versione Live da la possibilità di prendere conoscenza con le funzioni di base, ma è con il sistema installato che si riesce a capire quanto veramente vale. La scheda WiFi è stata immediatamente riconosciuta ed installata, così come tutto il resto dell'hardware. Il sistema grafico è il KDE, e sin qui niente di strano. Il solito Synaptic, amato da tanti utenti Ubuntu, è sostituito da CNR. E qui cominciano le dolenti note. Al click ci si connette tramite Firefox al sito CNR (acronimo di Click'n'run) e ci si trova davanti ad una sfilza di programmi di tutti i tipi, pronti da essere scaricati. Quello che mi ha sorpreso è la confusione iniziale; i programmi sono difficilmente individuabili e le spiegazioni frammentarie. Quando poi si cerca di scaricare qualcosa, capita che il download stenti a partire. Ho provato più volte, riavviando il sistema, ma è sempre successo.
Altra nota dolente, perchè a parer mio, va a cozzare contro la politica dell'open source, è la presenza di codec, driver ed applicazioni proprietarie. La software house di Freespire dice che ognuno è libero di scegliere se installare o meno tutto questo, ma non garantisce il perfetto funzionamento senza di essi. Vabbè, direte voi, se tutto concorre a farlo funzionare. Si, certo, devo dire che i driver video (io ho una Nvidia) funzionano alla perfezione, i film girano a meraviglia, la musica è cristallina, le animazioni flash e java girano che è un piacere. Allora, a parte i piccoli problemi segnalati, è un sistema perfetto? Per me no, perchè rimango sempre dell'idea che preferisco tenermi Kubuntu e divertirmi a scovare il modo di fare le stesse cose ma senza dover ricorrere nel rischio di infrangere qualche legge usando software proprietario senza licenza d'uso. A voi la scelta, scaricatela e provatela.

Harry Potter - temi per Windows

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti



Questo post inaugura una serie di facezie per i malati di cinema, videogiochi, star del cinema e tutto ciò che fa gossip. Cosa c'è di meglio che avere il proprio idolo nel PC, in modo da renderlo personalizzato a sua immagine e somiglianza (gulp!)?
Per questo esistono i temi, vere e proprie utility che pensano a variare sfondo del desktop, forma del mouse e finestre e a volte pure il carattere. Visto che siamo in periodo Potteriano, e i siti su di lui si sprecano, regalo agli appassionati del maghetto una serie di 5 temi dedicati a lui.

Una volta scaricati, dobbiamo installarli. Di solito la procedura è semplice, ma può cambiare da caso a caso. Quelli che vi presento sono in formato eseguibile (exe) e quindi basta un doppio click. Per attivare i nuovi temi dobbiamo andare su:

Start --> pannello di controllo --> aspetto e temi --> Cambiare il tema del computer


oppure

Click col tasto destro sul desktop --> proprietà --> temi

Scarafaggi per il blog!

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Un simpatico effetto per far rabbrividire chi apre la pagina principale del vostro blog: scarafaggi che camminano per lo schermo in segno di benvenuto!


Puoi prelevare il widget da qui.

Polyglot 3000

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Polyglot 3000 è un fantastico software freeware di identificazione automatica, che riconosce la lingua rapidamente di qualsiasi testo, una frase o anche singole parole. È disponibile per Windows 95/98/NT/ME/2000/XP.

Caratteristiche:
- Riconosce più di 400 lingue ed un centinaio di dialetti!!!
- Supporta testi Unicode.
- Veloce identificazione della lingua.
- Può essere impostato per controllare solo le lingue popolari.
- Interfaccia multilingue (italiano, inglese, tedesco, francese, spagnolo e altri).


Potete scaricarlo da qui.

Personal finances lite

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Software gratuito di contabilità. Si può tenere traccia di tutte le spese e si può facilmente confrontare gli utili e le perdite, inoltre stimare gli utili utilizzando le risorse di bilancio. Le caratteristiche che rendono questo programma unico nella sua categoria sono la totale semplicità e chiarezza. Si può vedere in una sola volta, dalla visione di sintesi, il modo in cui il denaro è stato speso, l'importo totale e la percentuale, la struttura per categorie, l'equilibrio sui conti, così come l'equilibrio globale. Non vi è alcuna necessità di controllare le relazioni, al fine di analizzare le condizioni finanziarie. E' anche possibile installare ed eseguire l'applicazione da pen drive USB; di conseguenza, il tuo "contabile personale" sarà sempre a portata di mano!

Con questo programma si può:
- Impostare qualsiasi intervallo di tempo.
- Creare un numero illimitato di sotto-categorie.
- Aggiungere spese dello stesso tipo con un click utilizzando il pulsante Quick Expense.
- Impostare le operazioni periodiche utilizzando scheduler.
- Impostare una password per proteggere il vostro database.
- Stampare transazioni e scheduler.
- Esportare operazioni.
- Importare dati da file CSV, e txt.
- Creare un numero illimitato di sotto-sezioni.

Puoi scaricarlo da qui.

Reaper

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


REAPER è un software Windows per la produzione audio multitraccia. Non richiede dongle, è liberamente distribuibile, ed è pienamente funzionante.
Motore audio a 64 bit.
Eccellenti prestazioni a bassa latenza.
Registrazione multi-traccia in molti formati, tra cui WAV/BWF/W64, AIFF, WavPack, FLAC, OGG, e MIDI.
Extremely flexible routing Estremamente flessibile di routing
Supporta una vasta gamma di hardware (quasi qualsiasi interfaccia audio).
Supporto per effetti VST, VSTi, DX, DXi.
ReaPlugs: alta qualità a 64 bit effetto suite
L'installer è poco più di 3MB

Richiede Windows 98/ME/NT/2k/XP/Vista. Funziona perfettamente sui sistemi Linux tramte il programma WINE.

Potete scaricarlo da qui.

QuicKalendar notes

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


QuicKalendar Note è un piccolo grande programma per gli utenti che desiderano le note adesive con un allarme timer.
Con QuicKalendar Note è possibile:
- Creare note elettroniche (adesivi) - numero illimitato di note appiccicose!
- Modificare le note adesive e la modalità avanzata
- Specificare la data e l'ora del promemoria
-Personalizzare i parametri di default delle note elettroniche (le loro dimensioni, il testo, il colore Con QuicKalendar Note potete inoltre:
- Essere sicuri che è veramente un prodotto gratuito
- Essere sicuri che non ha annunci, banner e qualsiasi altra programmi spyware
- Salvare il testo di una nota in un file
Requisiti di sistema:
Windows 9x/ME/NT/2000/XP/2003, 64 MB di RAM, 2 MB Hard Disk
Lingue di interfaccia: inglese, tedesco, spagnolo, francese, italiano, olandese, maltese, olandese, russo, polacco, ucraino, cinese, greco, portoghese, coreano, rumeno, danese, serbo, finlandese, ceco, sloveno, bulgaro, ebraico, indonesiano, turco, croato, slovacco, arabo.

Potete scaricarlo da qui.

Virtual Magnifying Glass 3.3.1

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 18 gennaio 2008 0 commenti


Gratuito, open source, strumento di ingrandimento dello schermo per Windows e Linux. E' semplice, personalizzabile e facile da usare. Esso mostra una lente di ingrandimento lente che segue il movimento del mouse. È possibile spostare la lente intorno allo schermo per visualizzare l'ingrandimento di qualsiasi area dello schermo.


Requisiti di sistema:


  • Microsoft® Windows® Vista, XP, 2000, NT, ME, 98 o 95, un sistema UNIX in esecuzione X11 (qualsiasi distribuzione Linux, FreeBSD, etc), Mac OS X 10,4 o superiore;

  • risoluzione raccomandata minimo 800x600 o superiore e almeno 16-bit di colori consigliato;

  • una buona scheda video;

  • sistemi di monitor multipli sono supportati in Windows 98/ME, Windows NT4/2000/XP/Vista, non sono supportati in Windows 95 (Magnifying Glass verrà eseguito solo nel monitor principale).

Vmg3.3.1_install.exe per Windows dimensione: 780 kB


Lente-3.3.1-1.i586.rpm Linux RPM dimensioni: 1,3 MB


Lente-linux-3.3.1.tar.bz2 Linux Tar dimensioni: 1,2 MB


Freebsd-lente-3.3.1.tar.bz2 per FreeBSD dimensioni: 1,2 MB


Lente-per-Mac-Beta.zip-3.3.1 per Mac OS X size: 6 MB

Acer Aspire 5520 - installazione definitiva XP

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 17 gennaio 2008 80 commenti


Finalmente, dopo ricerche certosine posso dire di essere riuscito ad installare XP sul mio Acer Aspire 5520. E quando dico installare voglio dire proprio in modo completo, con tanto di utility e funzionamento di tutti i tasti presenti sul notebook. Non mi resta quindi che fornirvi tutti i driver necessari, tenendo presente che conviene reinstallare XP (solo se si hanno fatto delle prove) ed avere pazienza di far digerire alla macchina tutto il malloppo di dati che vi accingete a scaricare. Tutto va installato seguendo l'ordine numerico, tranne le utility.

Può succedere che a volte, scompattando i file zip possa essere segnalato un errore. Niente paura, è una questione di versione di winrar (se state usando quello), ma i file all'interno della cartella scompattata sono perfettamente funzionanti.

Buona fortuna! Gancjo.

P.S.: è sempre aperta la sfida Ubuntu, perciò chi avesse soluzioni non abbia timore di condividerle!


Driver


01.Chipset_NVIDIA_v1313_XP


02.CPU_AMD_v1.3.2.0_XP


03.VGA_NVIDIA_v6.14.11.145_XP32


04.Audio_Relatek_vV5.10.0.5413_XP32_XP64


05.Cardreader_Ricoh_v3.51_XP32


06.Modem_Foxconn_T60M955.02_v7.62.0.0_XP


07.Touch%20Pad_Synaptics_v9.1.11.0_XP dentro la cartella selezionare "ALPS V7.0.1101.11_XP_x86_WHQL"


08.Launch%20Manager_Dirtek_v2.0.01_XP_Vista


09.Wireless_Atheros_V5.3.0.56_XP_XB63_XB62(WHQL)http://www.acerpanam.com/synapse/dat...XB62(WHQL).zip


Utility Acer


Acer Empowering Technology Framework Version 2.1.9.25 (install this utility first)


Acer eLock Management Version 1.7.6.17


Acer eDataSecurity Management Version 1.00.21


Acer ePerformance Management Version 1.0.7.17


Acer ePower Management Version 1.6.1.268


Acer ePresentation Management Version 1.1.3.630


Acer eRecovery Management Version 1.2.14.5

Software per disegnare fumetti

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 16 gennaio 2008 2 commenti


Pencil è un programma freeware, tenuto in vita da un gruppo di appassionati americani. Questo software di grafica orientato al disegno fumettistico vi consentirà di creare animazioni disegnandole a mano in forma tradizionale come immagine bitmap oppure come grafica vettoriale. Pencil è ancora in fase di sviluppo, ma è già possibile usarlo abbastanza stabilmente. E' un programma opensource che deriva da un’altro progetto “Pencil Planner” di Patrick Corrieri. Per ora è possibile sviluppare animazioni in 2D di buon livello, anche se attualmente l'esportazione delle animazioni funziona meglio con i sistemi operativi Mac, ma si può fare molto anche con il sistema operativo Windows. Gli sviluppatori hanno anche pensato ad Ubuntu, creando una versione già pacchetizzata in versione .deb. Non resta quindi che provarlo, tenendo bene a mente che è gratuito, e come tutti i progetti open source, disponibile alla segnalazione di bug (gli autori ne saranno molto felici!) o di migliorie.


Vi fornisco, di seguito, le tre versioni e qui il manuale in lingua inglese:

Scusa ma ti chiamo amore

Scritto da Massimo Ferraris 1 commenti

Dal libro al film il passo è breve, e questo sembra averlo capito Federico Moccia, che oltre alla sceneggiatura ha pensato bene di posizionarsi dietro la macchina da presa in qualità di regista.
C'era da aspettarselo da uno come lui, grande narratore di storie adolescenziali, in possesso di una vena sentimentale particolare.
Il 25 gennaio (così ho letto) dovrebbe uscire in tutte le sale cinematografiche. Io confesso di averlo letto e di averlo trovato discreto (in sincerità ho letto pure anche gli altri), e spero che, con lui alla direzione, sappia trasmettere le emozioni provate durante la lettura. La storia è semplice e lineare, ambientata in una Roma odiernai.
Niki (Michela Quattrociocche) ha quasi diciotto anni, frequenta l'ultimo anno delle scuole superiori e passa il tempo libero con il suo fidato gruppo
di amiche tra discoteche, feste, ed eventi vari. Alex (Raoul Bova) ha quasi trentasette anni ed è un pubblicitario in carriera. Da poco tempo si è lasciato con la sua fidanzata ed il suo universo ruota intorno ai genitori, alle sorelle, ai nipoti e agli amici storici. Un giorno Niki e Alessandro si scontrano, complice un incidente, e non smettono di vedersi. Tutto si complica con il ritorno della ex e dalla sua lotta interiore nei riguardi dell'amore che prova lui, uomo maturo, nei confronti di una adolescente.
Non vi racconto il finale, perchè non è proprio scontato. Consiglio sempre di leggere prima il libro, per avere una chiara idea della differenza tra ciò che si immagina leggendo e ciò che ci viene trasmesso.
Nel frattempo godetevi il TRAILER.

E se vuoi anche in

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel