• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Ubuntu: installare Openoffice.org 3

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 31 ottobre 2008 0 commenti

I ragazzi della Canonical hanno sperato sino all'ultimo di poter inserire la nuova versione di Openoffice in Intrepid Ibex, ma il tira e molla del rilascio ha impedito che questo potesse accadere. Ma niente paura: ora che la nostra copia di Ubuntu 8.10 è bella installata, basta dare una "ritoccatina" ai repository per avere Openoffice alla versione 3.
Andate quindi su Sistema -> Amministrazione -> Sorgenti software, aprite la scheda "Software di terze parti" ed inserite tramite il pulsante "Aggiungi" le seguenti due righe:
deb http://ppa.launchpad.net/openoffice-pkgs/ubuntu intrepid main
deb-src http://ppa.launchpad.net/openoffice-pkgs/ubuntu intrepid main
Chiudendo si avrà l''upgrade del sistema, quindi apparirà la notifica degli aggiornamenti disponibili. Installate ciò che vi viene proposto e avrete Openoffice.org 3 sul PC.

Questo trucchetto che vado a spiegarvi risulta molto utile quando ad esempio si deve lasciare il PC improvvisamente e non volete che nessuno, tranne poche persone fidate che sono a conoscenza della vostra password, vada a sbirciare in quello che stavate facendo.
Con la combinazione di tasti CTRL+ALT+L lo schermo diventa nero e basta spostare il mouse che vi si presenta una schermata come quella sottostante.
 
Come vedete, al centro appare una casella dove inserire la password. In alternativa potete lasciare un messaggio, oppure accedere al sistema cambiando utente.
Il trucchetto è a prova di bomba. Se non si conosce la password non c'è modo di uscire dalla finestra, che inizierà a tremare ogni volta proverete ad inserire dei caratteri non corretti.

Siamo a pochi giorni dalle sospirate elezioni americane e la rete sembra voler dare un contributo continuo ai due candidati. Dopo aver sezionato i due contendenti mostrando i video  più disparati, ora sembra che la mossa migliore sia quella di mostrarli sotto nuovi punti di vista.
La sfida questa volta non è verbale, davanti a giornalisti incravattati, bensì in una palestra di danza moderna.
Gustatevi il filmato, dall'accuratezza grafica sorprendente e non mancate di visionarlo fino in fondo, per vedere qualcun'altra all'opera...

Google Chrome beta 3

Scritto da Massimo Ferraris 2 commenti

Francamente sono restio a dare giudizi su questo nuovo browser di casa Google, non tanto perchè lo reputo inadeguato, bensì per il fatto che con questo nuovo prodotto il Gigante di internet impone ai navigatori un prodotto destinato a fornire nuovi dati ed abitudini.
Di questo sono sicuro: Google non avrebbe avuto ragione ad inventare un prodotto che è già ben presente sul mercato con browser del calibro di IE, Firefox ed Opera, se non per aumentare il proprio controllo sulla rete.
A parte queste dissertazioni dovute ai primi freddi che incombono, voglio segnalare la nuova beta di Chrome, destinata a diminuire il numero dei bug delle versioni precedenti, oltre all'implementazione di nuove funzioni. La principale è quella della funzione legata al touchpad dei portatili, con i quali è ora possibile scorrere nelle pagine. L'altra è la presenza di un ottimo update per evitare di dover installare ogni nuova beta in uscita.
Resta un incognita la voce "prestazioni", alla quale rimando chi lo utilizza e che vuole rendere edotti gli amici  utilizzatori curiosi dell'opinione degli altri.

Vestiamoci di Ubuntu

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Con l'uscita di Intrepid Ibex, la Canonical ha deciso di fare le cose im grande, proponendo nel suo negozio virtuale, oltre a DVD, CD, libri e altro dedicato alla distribuzione, anche capi di abbigliamento. Quale forma pubblicitaria è sicuramente di indubbia efficacia. 
Sono convinto che più di uno vedendo in giro qualcuno con una maglietta con su riportata la scritta Ubuntu, andrà a vedere su internet il significato di quella parola. Facendo una stima, su cento che si informano dieci lo scaricano e tre lo provano. Alla fine almeno 1 risulterà entusiasta.
Chi vuole fare "shopping" può visitare il negozio Canonical Shop; i prezzi sono piuttosto contenuti ed acceessibili da chiunque.
Ho gia addocchiato un cappellino... chissà!... gancjo...

Ubuntu 8.10 "Intrepid Ibex" pronto per essere scaricato

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 30 ottobre 2008 0 commenti

Dopo lunga e sofferta attesa possiamo finalmente mettere mano alla nuova versione del nostro amato sistema operativo. Ho provato a scaricarlo, ma visto l'intasamento dei server ho rinunciato. Passati i primi giorni di "delirio" si tornerà alla normalità e a un download più regolare. Vi segnalo comunque i link dove poter prelevare Ubuntu 8.10, in tutte le sue versioni (desktop e server).
- Mirror: scarica - torrent: scarica
- Mirror: scarica - torrent: scarica
- Mirror: scarica - torrent: scarica
Come sempre la comunità consiglia di prelevare la versione tramite l'uso dei file torrent.
Buon download... gancjo...

Superstickies il post-it online

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 29 ottobre 2008 0 commenti

Avete presente i post-it, quei comodi fogliettini che si attaccano e staccano dappertutto, molto comodi sino a quando la parte preincollata non si riempe di polvere e li fa finire a terra, assieme ai vostri preziosi appunti?
Bene, oggi ne esiste anche una versione elettronica, personalizzabile e salvabile ovunque vi piaccia. La forma ricorda molto quella del post memory, con il vantaggio che la "colla" che li ricopre non si seccherà mai.
Il servizio è offerto da Superstickies, in modo del tutto gratuito e senza bisogno di registrazione.

L'applicazione Adobe Air Posty, è un'ottimo strumento in grado di colloquiare con i principali servizi di microblogging che al momento vanno per la maggiore.
Essendo in formato Air può funzionare anche senza bisogno del browser internet, collocandola sul desktop come una normale finestra.
Una volta installata è subito pronta a colloquiare con i vostri contatti. Funziona su Windows e Mac, mentre per quanto riguarda Linux ho letto che ci sono ancora alcuni problemi di connessione e configurazione.

Anche gancjo vola a mille...

Scritto da Massimo Ferraris martedì 28 ottobre 2008 2 commenti

Me ne sono accorto solo ora: quello precdente è stato il post numero 1000. Un bel traguardo, che quasi un anno fa era solo un miraggio. In questi undici mesi trascorsi a scrivere sul mio "blogguccio", come qualcuno lo chiama (vero Darkmaster...), ho imparato sicuramente un sacco di cose, e spero di aver trasmesso informazioni utili e consigli. 
Mi sento particolarmente orgoglioso della mia "creatura", che reputo possa figurare tranquillamente tra gli altri migliaia di blog presenti sulla rete.
Qualche giorno fa mi sono cimentato nella ralizzazione di un sito partendo da zero, acquistando spazio e dominio. Tutti i miei sforzi si stanno indirizzando in quella direzione, anche perchè la piattaforma Wordpress che stò utilizzando è più coinvolgente di quella di Blogger, ma deve essere studiata per poterla sfruttare al meglio. Questo si nota sicuramente dal calo dei post che cercherò di aumentare non appena mi sarò "sistemato". 
Comunque non ho intenzione per il  momento di abbandonare Blogger, e continuerò a scrivere gli stessi articoli che pubblicherò anche su www.gancjo.net, sino a quando reputerò che il nuovo indirizzo sia pronto a viaggiare da solo. Perciò chi vuole continuare a leggere e preferisce farlo su una piattaforma decisamente più veloce, può trovarmi la, per il momento ancora in fase di costruzione.
Gancjo va avanti, sognando la soglia dei 2000 post e la speranza di poter dare un contributo informativo che, nel mio piccolo, possa essere utile.
Un saluto e un grazie a tutti quelli che mi seguono e che mi sono amici (e sono tanti!), in special modo a Idealsoft e Darkmaster, tra i "pionieri" del sito... gancjo... 

Quello che manda più in bestia l'utilizzatore di file torrent è il problema legato alla conclusione di un download. Capita spesso che un file di questo tipo arrivi al 99% e li rimanga per giorni, se non settimane, senza che nessuna fonte si affacci all'orizzonte. Bella la situazione quando avete già scaricato qualche GB, magari ad ottima velocità.
Questo accade principalmente per motivi legati al fornitore di servizi che ha rimosso il file considerato non consono alla propria piattaforma. Ma niente paura: se in quel posto è down, in un altro sicuramente è accessibile. Andate su btReAnnounceR, fate l'upload del metafile torrent e lasciatevi guidare nella ricerca della fonte alternativa.
Funziona nella quasi totalità dei casi (e vi rende felici!)

Pronti, Ubuntu... via!

Scritto da Massimo Ferraris 4 commenti

Non ce l’ho fatta, l’ammetto… ho aggiornato Ubuntu alla versione 8.10. Il tutto si è concluso (positivamente) in circa un’ora e mezza, senza intoppi e avvisi di alcun genere. Riavviato e lavorato come al solito. La prima nota positiva è il riconoscimento perfetto della scheda wireless del mio Acer Aspire 5520, che tannto mi ha fatto dannare in passato. Oggi mi prefiggerò a scoprire le altre “delizie”, poi vi saprò dire.
La decisione di installarla è scaturito da un comunicato della Canonical attraverso il quale gli sviluppatori hanno praticamente garantito che questa release è praticamente il risultato finale.
Per chi volesse aggiornare basta premere Alt+F2 e quindi digitare “update-manager -d” (senza le virgolette, quindi premere Esegui.
Chi invece volesse scaricare i DVD o CD gli indirizzi sono i seguenti:
Formato DVD

Formato CD

Se avete voglia di passare qualche ora di divertimento con i vostri bambini, magari impegnandovi a disegnare, provate a fare un salto su Childtopia, un sito dalla grafica tipo cartone animato. Qui avrete a che fare con un simpatico uccellino che vi guiderà attraverso le pagine del sito, tutte a carattere educativo.
Purtroppo manca l’italiano, perciò se volete andare nelle sezioni dedicate all’apprendimento, potete farlo dicendo ai vostri figli che è un gioco utile ad imparare le lingue (il che è vero). Speriamo che tra i tanti idiomi disponibili possa comparire presto anche il nostro.

PDFUndo per convertire online e offline

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 24 ottobre 2008 0 commenti

Quella della conversione dei documenti è un problema molto sentito in internet. Sebbene il più diffuso formato sia il PDF, si ha spesso la necessità di poter "manipolare" il contenuto di un file di quel tipo adattandolo o prelevandone parti. Il modo più veloce è quello di poter avere lo stesso in formato .doc, utilizzabile con Office o Openoffice.
Se avete internet a portata di mouse potete collegarvi a PDFUndo dove poter eseguire velocemente la conversione tramite l'upload dei file. Una volta eseguito vi verrà fornito un link dove poterlo prelevare. Esiste inoltre una versione scaricabile da installare, da usare in tutta comodità quando occorre.
Il tutto in modo gratuito e senza bisogno di fornire alcun dato personale. Quindi occhio a ciò che gli "date in pasto", non è detto che non possa essere intercettato... gancjo...

Vi è mai capitato di voler inserire un'immagine nel blog e dopo vane ricerche siete capitolati su una qualunque, che comunque non vi soddisfa? A me parecchie volte, per il semplice fatto che quando si cerca una foto questa deve come "incastonarsi" nella pagina, rispettando la combinazione dei colori presenti.
Ma come al solito qualcuno ci ha pensato, mettendo in rete un servizio mirato (che guarda caso si appoggia a Flickr...). Multicolor, questo è il suo nome, permette di scegliere sino a 10 colori differenti e vedere le anteprime mano a mano che si selezionano. Certo non è possibile fare una ricerca mirata per termine, ma comunque tra i tanti risultati proposti ne troverete sicuramente qualcuna che farà al vostro caso.

SearchCube per ricerche in 3D

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 23 ottobre 2008 0 commenti

Stanchi dei soliti motori di ricerca spartani e senza particolari emozioni dal punto di vista grafico? Se possedete un PC discretamente potente con Javascript abilitato e Flash Player 9 o superiore allora provate SearchCube.
Basato sul motore di ricerca di Google è uno spettacolo per la vista, grazie alla visualizzazione dei risultati in 3D sotto forma di cubo. Per ogni ricerca vengono mostrati i primi 32 risultati, con finestre interattive (nel senso che se il risultato della ricerca è un video inizierà la riproduzione) che si spostano al comando del mouse. Tramite di esso, combinando il tasto Shift (maiuscolo) è possibile ruotare la pagina selezionata. Se il risultato vi soddisfa allora basta un solo click su di esso per linkarsi alla pagina.
L'applicazione richiede un buon numero di risorse, quindi non stupitevi se a volte la ricerca sarà un po' più lunga dei soliti centesimi di secondi offerti da Google. Ma l'attesa, a mio avviso, vale la spesa... gancjo...

I video, insieme alla musica, sono le cose maggiormente scaricate dalla rete. L'avvento di Youtube ha poi modificato queste abitudini dando a tutti la possibilità di essere "protagonisti" del web nel campo multimedia. Chi di noi non ha mai caricato un video oppure ha pensato di farlo? E' normale che dietro a tutto questo sorgano siti e software che in un modo o nell'altro cercano di semplificare la vita all'utilizzatore.
Tra questi applicativi un posto d'onore lo devo assegnare a TubeMaster Plus, un freeware in grado di fare diverse cose tutte in una. Le principali caratteristiche sono quelle che vado ad elencare, consigliandovi di provarlo "sul campo":
  1. possibuilità di scaricare file audio e video di qualsiasi formato;
  2. conversione dei file scaricati da un formato all'altro grazie al potente codec ffmpeg;
  3. motore di ricerca interno che si appoggia a tutti i principali siti specializzati;
  4. navigazione internet tramite browser incorporato;
  5. supporto per il download di video ad alta risoluzione tramite Youtube.
Il programma (purtroppo...) è compatibile solo con Windows Vista ed XP. 

Un microblogging per neo papà

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

La nascita di un figlio, un evento che nell'era di internet non può non avere il risalto che merita. Cosa c'è di più bello nel mostrare le varie tappe della crescita ad amici e parenti magari lontani che non possono essere spesso fisicamente presenti. 
Baveo viene in aiuto a tutti i papà (ma anche mamme, che diamine!...) con questo servizio gratuito tendente alla creazione di un microblogging, dove poter pubblicare tutte le notizioe, foto e video che rigurdano il nascituro.
Basta solo inserire l'indirizzo email e partire alla creazione. 
Come tutti i servizi del genere l'accesso può essere reso pubblico oppure limitato a chi si decide.
Veramente un'idea simpatica ed originale. 

Un dominio personale ed originale

Scritto da Massimo Ferraris martedì 21 ottobre 2008 0 commenti

Se siete alla ricerca del nome del dominio da apporre al vostro prossimo, nuovo progetto, e non volete finire negli scontati .com, .it e via di seguito, allora dovete rivolgervi a Domainr. Questo sito altro non è che un generatore di domini, creati in base alla parola da voi inserita. Riferendosi alle lettere che la compongono vi mostrerà una lista di possibilità, ognuna cliccabile. 
Non tutte le combinazioni sono disponibili, e Domainr vi elencherà perciò quelle possibili.
Ho voluto fare una prova con gancjo e ne è uscito che nessuna combinazione rimanda a domini disponibili in tutto il pianeta.
Provate... 

Nel mare di Youtube difficilmente non riuscirete a trovare qualcosa di interessante. Qualsiasi richiesta inserita nel suo motore di ricerca vi porterà a risultati certi. Ma la maggior parte delle volte la lunghezza del filmato o quello che vi interessa ne limitano l'utilizzo. Cosa vi serve scaricare un video di qualche minuto quando invece sono solo pochi secondi dello stesso che vi interessano? TubeChop è appunto un ennesimo servizio che vi agevolerà nell'estrapolare parti di filmato. Basta darlo "in pasto" inserendo il link e decidere l'inizio e la fine del video tramite semplici comandi messi a disposizione.
Alla fine riceverete un URL da inserire nella barra degli indirizzi del browser, comodo ad esempio da condividere con altri.

Ottimizzare un sito o un blog comporta sforzo notevole da parte di chi lo gestisce. Vi posso dire che ne sò qualcosa e sono sempre alla ricerca di miglioramenti. Se vogliamo lasciare la grafica al piacere personale, il più delle volte noterete un ristagno delle visite.
Esistono studi accreditati sul posizionamento delle finestre, la combinazione carattere-colore e l'inserimento di animazioni e banner. Quindi non è solo il contenuto quello che conta. Se volete farvi un'idea di come gli utenti si approcciano alla "vostra creatura" potete usare ad esempio Google Analytics, che vi fornirà notizie dettagliate su traffico e criteri di ricerca. Ma questo non basta a creare un sito che possa appagare oltre che all'interesse anche il piacere alla vista.
Esistono però strumenti anche in tal senso, come ad esempio Feng-GUI, un sito specializzato nell'indagine visiva del vostro blog. Tramite un sistema di intelligenza artificiale verranno mostrate le zone della home page su cui si può focalizzare con maggiore intensità l'occhio umano. In questo modo si ha un'idea della distribuzione degli elementi e l'eventuale inserimento, spostamento o rimozione degli stessi.
Un ottimo strumento del tutto gratuito, che potrebbe essere di grande aiuto, anche per il blogger più smaliziato.

Mettete le password sotto chiave

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 20 ottobre 2008 0 commenti

In questo mondo di password, vi sarete sicuramente accorti che la quantità di chiavi private create da voi stessi aumenta quotidianamente. Io almeno ne conto come minimo una ventina (che conservo tutte a mente! Tieh!...), ma la memoria non è sempre così infallibile, quindi dovrò decidermi a custodirle in qualche posto sicuro. 
Conosco persone che ne usano una per tutti gli account; di sicuro lo sforzo mnemonico non è eccessivo, ma il grafico della sicurezza tende pericolosamente verso il basso.
Non nego che per tanti servizi di "ludica" attività anche io uso sempre la stessa da anni, ma anche se un hacker dovesse impossessarsene potrà al massimo riuscire ad entrare in qualche forum o sito di giochi online.
Perciò occorre utilizzare un programma che possa risultare sicuro, non troppo macchinoso e, cosa più importante, che non debba essere installato.
KeePass 1.14 è l'ultima versione di un applicativo veramente efficace nel salvare le nostre password. L'unica cosa che viene chiesta all'utente è quella di ricordarsi solo quella per avviare il programma (mi raccomando di non usare quella generica, altrimenti gli hacker faranno festa!...). Il suo compito è di realizzare un database di informazioni private, salvandole in forma criptata usando algoritmi di indubbia sicurezza quali AES e Twofish.
Il software è open source e quindi di libera distribuzione , trasportabile su chiavetta USB e dal peso veramente ridicolo. 
Ergo: massima sicurezza in minimo spazio... gancjo...

Ubuntu: installare Picasa 3.0

Scritto da Massimo Ferraris domenica 19 ottobre 2008 4 commenti

A Google bisogna darne atto: quando crea qualche applicativo lo fa in modo assolutamente professionale e per di più gratuito. Quindi, anche nel caso di Picasa 3.0, ci troviamo davanti a qualcosa di alta qualità, con il quale poter gestire le nostre foto.
La versione è ancora in fase beta, ma provandolo non ho avuto problemi di nessun tipo.
Sebbene ad un primo esame visivo non si riesca a scoprire nulla di differente dalla versione precedente, è nel cuore del programma che sono stati fatti cambiamenti significativi. Oltre all'ottimzzazione dei tool grafici e di ritocco, è stata implementata la compatibilità con hardware di acquisizione (fotocamere, videocamere, scanner...) in gnome e kde. L'integrazione con Picasa Web Album risulta più performante sia in fase di caricamento che in quella di modifica. 
Per chi lo volesse provare in anteprima deve procedere con la rimozione del pacchetto stabile installato (se presente sulla vostra macchina, ovvio...), con il comando da terminale:
sudo apt-get remove picasa
Quindi importiamo la chiave della nuova versione con
sudo wget -q -O - https://dl-ssl.google.com/linux/linux_signing_key.pub 
Aggiorniamo con
sudo apt-get update
Ora siamo pronti ad aggiungere il repository alla sources.list
sudo gedit /etc/apt/sources.list
In fondo alle righe di testo fate copia incolla di
# Google testing repository
deb http://dl.google.com/linux/deb/ testing non-free
Salvate ed uscite. Fate riconoscere il nuovo repository con
sudo apt-get update
Ora siamo pronti ad installare Picasa 3.0 con il comando
sudo apt-get install picasa
Al termine troveremo la nuova voce sotto Applicazioni => Grafica. Buon divertimento!

Ho scoperto che anche per Windows è disponibile una piccola utility, tanto cara agli utilizzatori Linux, in grado di terminare un'applicazione che non vuole saperne di chiudersi. Per il funzionamento ricorre alla combinazione di CTRL+ALT+CANC e una volta installata nel sistema crea una piccola icona nella barra inferiore a forma di teschio. Usando i 3 tasti sopra indicati comparirà accanto al cursore del mouse una piccola croce, con la quale andare a colpire la finestra "incriminata".
Il suo nome è Windows xKill e la derivazione dal suo omologo in Linux è palese. Quindi un altro punto a favore del pinguino...

EvaPhone per telefonare gratis in internet. Davvero!

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 17 ottobre 2008 0 commenti

Letto, collegato e provato. Ebbene si, devo ammettere che il nuovo servizio Voip offerto da sito di EvaPhone funziona davvero. Tramite la sua semplice interfaccia a forma di telefono (ma guarda...) e selezionando il paese verso cui volete effettuare la chiamata, basta digitare il numero telefonico (il prefisso internazionale compare in automatico) ed alzare la cornetta virtuale. 
Dopo 10 secondi di pubblicità assordante sentirete il telefono squillare (ho provato naturalmente il mio) e riuscirete a parlare senza nemmeno troppo ritardo con il vostro interlocutore.
La versione libera permette la possibilità di due chiamate al giorno per una durata massima di 3 minuti ciascuna.

Ho notato su parecchi blog l'abitudine di inserire foto personali oppure prese dalla rete, il tutto al fine di attirare più visitatori. Non nego che questo possa essere un punto di forza nei confronti degli utenti, ma purtroppo mi sono reso conto che la maggior parte delle foto non ha nulla a che vedere con il contenuto del blog.
Tra i tanti strumenti che la rete ha da regalarci ne esiste uno offerto da Flickrin in grado di generare un pannello di immagini personalizzabile.
In pochi semplici passaggi potete ottenere il codice HTML o Java da inserire nel template fornendo i seguenti dati:
- le tag legate alle immagini desiderate separate da virgole;
- la dimensione del pannello generato (da 1 a 10 righe).
Il tutto in modo assolutamente gratuito e senza bisogno di registrazione.

Se non siete mai stufi di vedere nuove immagini su internet e se Google Earth è uno dei vostri punti di riferimento, allora non potete perdervi Pictid. Il sito, analogalmente ad altri, è un grande contenitore di foto, ma esclusivamente a sfondo turistico.
Nella home èage è possible selezionare il luogo oppure i monumenti da visitare e in poco tempo vi verranno mostrate le icone relative. Tutte le immagini sono in alta risoluzione e liberamente scaricabili.
E' inoltre possibile inviarne nuove, magari per pubblicizzare la zona in cui vivete o quelle fatte durante una vacanza.
Il tutto comodamente seduti sul divano (ciabatte comprese...).

Flock 2.0, il browser alternativo

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 16 ottobre 2008 0 commenti

Finalmente, dopo mesi di studio, è uscito Flock 2.0, uno dei browser più versatili a disposizione, sviluppato sulla base del nuovo Firefox 3.0.
Questo browser, che ho imparato ad usare su Ubuntu, con questa nuova release ha raggiunto livelli di qualità ed affidabilità notevoli, grazie anche all'integrazione con servizi web 2.o, quali: Gmail, Yahoo! Mail, Delicious, Picasa, Blogger, WordPress, Facebook, Flickr, Twitter, MySpace, YouTube e Digg.
Altra novità è l'inserimento di MediaRSS, un aggregatore di notizie per siti ad alto contenuto multimediale.
Ricca la dotazione di plugin e temi scaricabili dal sito ufficiale.
Come per la precedente versione, anche per questa il browser è stato sviluppato per Win, Mac e Linux.

Nikinux per cellulari Nokia

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 15 ottobre 2008 0 commenti

Se avete provato ad installare Nokia PC Suite su Linux utilizzando Wine, vi sarete accorti che non è possibile. Quindi come può il povero utilizzatore non-windows interloquire con il proprio cellulare attraverso il computer?
Facile: si rivolge a  Nokinux, una suite per cellulari Nokia ancora in fase di studio e sperimentazione, che però comincia a dare buoni risultati.
Il progetto è aperto a tutti coloro che vogliono contribuire alla realizzazione.

Ne ho avuto un'esperienza personale l'anno scorso quando ho deciso di acquistare il notebook Acer Aspire 5520. Una volta acceso mi sono accorto delle decine di applicazioni ed utility che la casa madre aveva installato nel sistema (Vista...). Sulla documentazione cartacea allegata mi veniva sconsigliata la rimozione pena la decadenza della garanzia. Ma andando a fare un esame della macchina, mi sono subito accorto che tutti quei programmi in esecuzione mi rallentavano non poco la macchina.
Ho quindi optato per l'acquisto di un nuovo HD dove ho installato Ubuntu ed ho messo l'originale nel cassetto della scrivania (dove si trova tuttora).
Ma dopo aver letto di PC Decrapifier sono tentato di rimontare il tutto e liberare l'HD dalle applicazioni indesiderate.
Il programma funziona senza bisogno di installazione, quindi utile da caricare su chiavetta USB, e aiuta l'utente alla disinstallazione di software indesiderato, barre degli strumenti aggiuntivi, addirittura allo snellimento del numero di processi che fanno parte dell'avvio della macchina.
Prima di eseguire qualsiasi comando esegue un punto di ripristino per la sicurezza in caso di mal funzionamento.
A differenza di Windows, con PC Decripifier possiamo procedere alla rimozione di più elementi allo stesso momento, quindi ne risulta un notevole risparmio di tempo.

Per chi ha l'abitudine di scaricare file tramite Rapidshare, ora esiste una piccola utility, che funziona senza installazione, in grado di pianificare i download in automatico.
L'uso destinato a questa applicazione è molto semplice: se si deve scaricare un file diviso in più parti, basta inserire al suo interno i link che lo compongono ed aspettare che Rapidshare Plus faccia il lavoro. In questo modo si evita di dover gestire il download manualmente, a volte con lunghe attese.
Ancora una volta un'utility che ci voleva!

Tutti conosciamo l'utilità di Wiki, grazie al quale possiamo creare un sito web collaborativo, al quale tutti gli amministratori possono apportare modifiche. Con lo stesso principio è nato SWIRRL, che si prefigge di essere un supporto per tutte le ditte che vogliono sviluppare documentazione, ma in modo più elegante e professionale.
Il sito mette a disposizione tutti gli strumenti necessari ed inoltre ha la possibilità di mantenere in memoria le versioni modificate di un documento sin dalla sua nascita. Ottima la funzione di ricerca e quella di accesso alle informazioni tramite autorizzazioni.
La versione gratuita permette di gestire sino ad un massimo di 100 documenti, mentre quella a pagamento non ha limitazioni.

Un desktop organizzato...

Scritto da Massimo Ferraris martedì 14 ottobre 2008 0 commenti

Scusate per la facezia, ma ho trovato simpatica questa foto. Un designer tedesco ha creato una parete per ufficio organizzata stile desktop. Lo sfondo è quello classico azzurro di  Windows, mentre i documenti possono essere archiviati in "graziose" cartelle. Sotto di esse, tramite un post-it, si può inserire il nome.
Veramente un'idea simpatica. Allo studio il modo per dotare la parete di password, per evitare l'"accesso" ai non autorizzati. Forse un lucchetto con key... gancjo...

I "portatilini" Asus stanno rivoluzionando il mercato dei palmari e dei notebook, essendo un sistema ibrido che a buona ragione si può inserire tra i due prodotti tecnologici. 
Anche in questo caso Ubuntu non si è fatta sfuggire l'occasione di essere tra i leader in fatto di sistema operativo. 
Ubuntu EEE stà affermando la sua supremazia grazie alla versatilità ed al suo nome che è ormai una garanzia in fatto di supporto e disponibilità software.
E' normale perciò che dietro tale successo inizino a fiorire siti ad esso dedicati. Anche se solo in lingua inglese Ubuntu EEE è comunque un'ottima community dove reperire informazioni.

Trasformare XP in 7

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Ovvero: rendere l'ambiente grafico di Windows XP simile a quello di Windows 7.
Il nuovo sistema operativo di casa Microsoft, in uscita all'inizio del 2009, dovrebbe essere il punto di partenza per un rilancio della Mcrosoft a livello planetario (staremo a vedere...). Già si vocifera di prezzi più abbordabili, di una migliore assistenza (a differenza di Vista...) e di compatibilità (non ben definite...).
Chi vivrà vedrà: per l'intanto, chi proprio non può resistere, o chi vuole iniziare l'allenamento con la nuova interfaccia, è disponibile un kit di trasformazione. Come al solito chi supporta tale cambiamento è il veccio (e fedele...) XP, già banco di prova per esperimenti grafici tipo Ubuntu e Vista. Il lavoro è stato fatto piuttosto bene, sia dal punto visivo che funzionale e non dà problemi di funzionamento.
Non resta quindi che provarlo!

Fox Magic Audio Recorder

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Se vi serve un programma per registrare suoni e voci direttamente nel PC, e se lo volete gratuito, affidabile e di facile uso, potete usare Fox Magic Audio Recorder. Il suo uso è rivolto all'acquisizione di fonti audio esterne tramite microfono ed interne, come ad esempio suoni provenienti da siti o radio online.
I formati supportati sono MP3 e WAV, settabili prima di procedere alla registrazione, così come la possibilità di impostare altri parametri, quali ad esempio il volume o la durata.
Il programma di per sè non è una novità; altre applicazioni simili sono Free MP3 Sound Recorder e Media Audio Recorder, a mio parere però più complicati nell'uso.

NSSIDER lo scan wifi per Vista

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Se avete bisogno di cercare le rete WiFi disponibili nelle vicinanze e disponete di Windows Vista installato sul PC, allora affidatevi a nSSIDer, un freeware creato apposta per questa esigenza.
Tramite esso è possibile monitorare i segnali captati ed individuarne le informazioni necessarie, quali l'indirizzo MAC, la potenza, il tipo di encrypt.
Quindi, se per caso vi trovaste in un ambiente con più segnali disponibili al collegamento, nSSIDer saprà consigliarvi quale tra essi è il più affidabile e con una velocità di connessione migliore.
L'applicazione è rilasciata sotto licenza Apache 2.0 e funziona solo con XP e VIsta che abbiano installato il SP2 e NET 2.0. La risoluzione ottimale è di 1024x768 pixel.
Per il download è richiesta l'iscrizione al sito. 

Non si vive di solo emule. Lo scambio file in rete è una realtà a cui nessuno può sfuggire e a cui nessuno rinuncia. Quindi, se siete utilizzatori di file torrents, non potete farvi mancare NewTorrents, un nuovo motore di ricerca che attualmente stà scalando le vette della popolarità.
Cosa lo differenzia dagli altri? In primo luogo fornisce come risultato un link diretto, ripuilito da "link morti" e sicuri che dietro al nome non sia mascherato un altro file.
Altro punto a suo favore è la presenza di molti più server, monitorati in modo da eliminare in automatico le voci di ricerca che presentano anomalie.
Gli utilizzatori possono associare ai file utilizzati delle tag di preferenza in modo da garantire la ricerca ad altri utenti. Le voci più ricercate vanno a formare una sorta di hit parade sotto la voce Popular Searches History.
Che volete di più! Provatelo.

MSN sul cellulare con Heysan!

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 13 ottobre 2008 0 commenti

Heysan! è un ottimo sistema per non perdere i tuoi contatti di messaggeria istantanea anche quando sei lontano dal PC e hai con te solo il cellulare. Basta collegarsi al sito http://m.heysan.com, configurare l'accesso e cominciare a chattare. Puoi collegarti ai portali MSN, AIM, YAHOO e ICQ.

Un aiuto a gancjo...

Scritto da Massimo Ferraris 1 commenti

Questa volta scrivo un post non a scopo divulgativo, bensì per cercare di risolvere un problema legato al blog.
Da qualche giorno sono praticamente scomparso dai risultati di ricerca di Google. Mi spiego meglio: se cerco un articolo da me scritto, compare prima il link dove esso è aggregato (tipo Bloggatore o Liquida), poi a distanza di pagine spunto, anche tra risultati che proprio "non c'azzeccano"!
Mi sono informato ed ho scoperto che è un problema legato alla sitemap, ma nonostante non avesse errori e comunque l'abbia ricompilata non è cambiato nulla.
Le 700-800 visite, in continuo trend positivo nell'ultimo mese, si sono ridotte a non più di un centinaio.
Google non risponde di queste "situazioni", poichè essendo una piattaforma libera, alla quale non versiamo un centesimo, a sua detta può accadere che questo sia possibile, ma che comunque nel giro di qualche settimana tutto si risistemerà.
Nel frattempo la disperazione impera e mi sento crollare sulle spalle tutto il tempo ed il lavoro speso dietro "alla mia creatura".
Forse mi conviene passare ad un dominio tutto mio, con tanto di hosting? Oppure cerco di resistere sino a quando le acque torneranno limpide (se...)? 
Se qualcuno è passato attraverso questa esperienza ed è riuscito a risolverla, gli sarò grato in eterno per la spiegazione che saprà darmi. Grazie... gancjo... 

Linux: comandi utili da terminale

Scritto da Massimo Ferraris domenica 12 ottobre 2008 0 commenti

Capita a tutti, prima o poi, di farsi delle domande sul sistema Linux utilizzato. Ad esempio: "Che versione del kernel posseggo?", oppure "Quanto spazio sull'hd ho ancora libero?". Domande che non sempre sono di facile risposta, poichè nella quasi totalità dei casi occorre inserire la domanda sotto forma di stringa all'interno del "caro e vecchio" terminale. Vediamo quindi di colmare alcune lacune alle domande più frequenti.

Quale versione del kernel possiedo?
$ Uname-r
Quale versione di X ho installato?
$ X -version 2>&1 | sed ‘/^$/d’ | head -n1
La mia scheda video possiede l'accelerazione 3D?
$ glxinfo | grep “direct rendering”  (la risposta in caso affermativo sarà Yes)
Quale/i processore/i possiede il mio computer?
$cat /proc/cpuinfo | grep “model name”
Qual è la frequenza del/i processore/i?
$ cat /proc/cpuinfo | grep “cpu MHz”
Quale percentuale degli hard disk è libera?
$ df -h
Qual è la temperatura della CPU?
$ cat /proc/acpi/thermal_zone/THRM/temperature
Qual è il nome della macchina?
$ hostname
Qual è l'indirizzo di rete MAC?
$ /sbin/ifconfig | awk ‘/HWaddr/ {print $5}
Di quanta memoria dispone il computer?
$ free -m | sed -n ‘2,2p’ | awk ‘{print $2 ” MB”}’
Quanta memoria utilizza il computer?
$ free -m | sed -n ‘3,3p’ | awk ‘{print $3 ” MB”}
Quanta memoria è libera?
$ free -m | sed -n ‘3,3p’ | awk ‘{print $4 ” MB”}’
Da quanto tempo il computer è acceso?
$ uptime | cut -d, -f1 | cut -d” ” -f3-
Quale processo stà utilizzando più CPU?
$ ps -eo pcpu,pid,user,args | sort -k1 -r -n | head -2
Quali sono i dispositivi PCI?
$ /sbin/lspci
Qual è il mio nome utente?
$ whoami
Quale versione del compilatore C ho installato?
$ gcc –version | head -n1
Che ora e giorno è oggi?
$ date
Il calendario di questo mese?
$ calc
Ottobre 2008
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Creare musica online

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

La musica è forse uno dei primi mezzi di comunicazione che aggrega il popolo dei navigatori. Non parlo di download non regolari, ma di scambio di suoni e melodie create personalmente. Ora esiste anche un sito che dà la possibilità di condividere queste esperienze: Noteflight.
Iscrivendosi gratuitamente avrete a disposizione un vero laboratorio musicale, dove poter apporre le note su veri pentagrammi, completo di tutta la grafia musicale occorrente. I brani devono essere originali, e possono essere composti da un solo strumento o su più piste, per creare in questo modo una vera canzone.
Il lavoro prodotto pùò essere scambiato liberamente ed è anche possibile creare un codice da inserire nel proprio blog, per farlo ascoltare a chi vi visita.
Libero sfogo alla vostra creatività musicale!

INX, Linux allo stato puro

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 10 ottobre 2008 0 commenti

Mentre tutti gli sforzi delle comunità internazionali sono rivolte alla semplificazione dei sistemi Linux, con la realizzazione di tutti i software in forma grafica, c'è chi crede ancora che la riga di comando non debba essere abbandonata e volge tutti gli sforzi in quella direzione.
E' il caso di INX, un sistema snello e completo di soli 190 MB in formato LiveCD derivato da Ubuntu 8.04, completo di tutto quello che serve ma con la peculiarità di doverlo fare da riga di comando. Addirittura si stà cercando di eliminare l'uso del mouse, ricorrendo solamente alla tastiera.
I forum che raccolgono i "fedeli" di tali distribuzioni sono entusiasti della qualità di INX. 
Per chi volesse provarlo può prelevarlo da qui.

Sono sempre felice quando riesco a scovare nuovi "serbatoi" per Linux. Anche in questo caso il sito appnr.com appare ben strutturato e facilmente navigabile. Le applicazioni sono suddivise in categorie e la quantità di software a disposizione è notevole. Non ci sono grandi novità rispetto a siti simili come ad esempio Getdeb, ma la particolarità stà nel fatto che il software viene rilasciato per i sistemi su base Debian che usano apt.
L'unico requisito richiesto è la presenza nel sistema il supporto per tale protocollo, perciò se già non l'avete fatto da terminale digitate:
sudo apt-get install apturl

Caricare Linux in 5 secondi!

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

I tecnici Intel, durante una recente conferenza, hanno presentato un sistema Linux, derivato da Fedora, in grado di essere completamente caricato in soli 5 secondi.
Per l'esperimento è stato usato un Asus EEE PC con memoria flash da 4 GB. Il tutto è stato cronometrato e filmato, per fugare ogni dubbio. Nel video potete osservare questa meraviglia:



Ma l'esperimento non è finito qui: la stessa prova è stata fatta con un PC di ultima generazione, piuttosto potente, e con Vista ci sono voluti 48 secondi, mentre con Ubuntu solo 15. Un ottimo risultato che dimostra la supremazia dei sistemi Linux in fase di partenza... e non solo... gancjo...

Una simpatica illusione quella fornita da questo piccolo programma dal nome Ripple. Il vostro desktop vi mostrerà la parte inferiore come se quella superiore si rispecchiasse sull'acqua.
Sulla barra inferiore, vicino all'orologio, comparirà una piccola icona attraverso la quale potremo impostare i vari parametri.
Tutto questo non va ad incidere sulle prestazioni o la velocità del sistema.
Il file scaricato dovrà essere estratto, ma solo ripple.cab è quello che ci interessa. Al suo interno troveremo ripple.exe che installerà l'utility nel sistema. Potete vedere qui un video di esempio.

Kaspersky Virus Removal Tool

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 9 ottobre 2008 0 commenti

Dal più famoso e blasonato laboratorio software creatore di antivirus nasce Kaspersky Virus Removal Tool, un pacchetto freeware in grado di rilevare tutte le infezioni che si annidiano nei nostri PC.
L'utilizzo è semplice: o lasciamo fare tutto a lui, oppure scegliamo dove eseguire la scansione.
Tutti i virus rilevati possono essere eliminati o, in mancanza di "cura" messi in quarantena.
Ottimo ed efficace, quindi da tenere a portata di mano.

Il giochino dell'impiegato...

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

In clima di ristrutturazione del sistema impiegatizio statale, non poteva mancare un giochino in flash dedicato a chi passa tutta la propria vita lavorativa in ufficio. Semplice ma ben congegnato, vi farà sicuramente passare qualche minuto in relax...
Lo trovate qui.

Chat con... sala ricreazione!

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Ennesimo sito chat, ma questa volta diversa dal solito. Attraverso RocketOn possiamo creare un avatar personalizzandolo a piacere tra la moltitudine di opzioni a disposizione. Quando saremo pronti ed avremo il nostro personaggio che passeggia per lo schermo saremo pronti a chattare con altri che verranno a trovarci. La chat potrà essere pubblica o privata.
La novità stà nelle opzioni che il sito ci regala: ad esempio possiamo giocare con piccoli animali, entrare in una vera e propria sala giochi, condividere URL e file con altri utenti, il tutto operando tramite il nostro avatar.
Date un'occhiata al filmato per vedere le possibilità offerte da RocketOn.

Ubuntu: una nuova rivista

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 8 ottobre 2008 0 commenti

La comunità internazionale Ubuntu è in continuo fermento. Tutti gli utilizzatori credono in questo sistema, e siccome condividere le conoscenze è sinonimo di successo, anche le riviste ad esso dedicato stanno fiorendo. Gli spagnoli, attivissimi in questo, hanno creato PAPIRUX, un magazine molto ben strutturato e ricco di contenuti. Anche se in lingua spagnola e facilmente comprensibile, vista l'affinità con l'italiano. 
L'idea potrebbe essere sfruttata anche qui in Italia, provvedendo alla traduzione, così come si stà facendo con Full Circle, ma cercando di far coincidere il più possibile le uscite.
Speriamo in qualche bel progetto italiano! 

Woices, suoni e voci dal mondo

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Questo è uno di quei siti che la maggior parte dei navagtori reputa privo di interesse o superfluo. Ma a mio parere servizi come questo aiutano a comprendere di più il mondo in cui viviamo, gli usi ed i costumi. 
Il sito poi è strutturato bene, con la possibilità di geolocalizzare sulla mappa la provenienza del suono.
Woices è una sorta di contenitore, in continuo aggiornamento da parte dei frequentatori, che raccoglie qualsiasi cosa che valga la pena di essere ascoltato.
Ad esempio: come piange un neonato cinese, o uno americano, oppure uno sudafricano. Sembra una banalità, ma le differenze esistono. Altro esempio è quello del rumore del vento tra gli alberi, oppure del traffico nelle principali arterie cittadine.
Esiste inoltre una nutrita schiera di file legati alle lingue ed alle musiche. Insomma un posto dove passare qualche minuto, giusto per sentirsi cittadini del mondo... gancjo... 

Mono 2.0 il .NET del pinguino

Scritto da Massimo Ferraris martedì 7 ottobre 2008 0 commenti

Una buona notizia quella che vede la nascita di Mono 2.0, la versione libera del framework .NET sinora di predominiuo Microsoft. Con lo sviluppo di questo software, dovuto alla mente geniale del programmatore messicano Miguel de Icaza, si apre un nuovo modo di concepire le applicazioni. Ora è pensabile poter creare lo stesso software per diverse piattaforme, senza rischiare problemi di compatibilità.
Anche se Mono è ancora in fase di studio, i primi test hanno dato risultati confortanti.
Esiste comunque uno strumento per i programmatori che vogliono migrare a Linux, MoMA (Mono Migration Analyzer) che esplora la fattibilità in base allo sviluppo del codice sorgente.
Lo stesso creatore, insieme al suo team, stà sviluppando Moonlight 1.0, in uscita ufficiale entro fine ottobre, l'omologo di Silverlight nel sistema operativo del pinguino.

Tutto sembra ruotare attorno al desktop del Mac, da quando la Apple ha deciso di adottare la barra inferiore degli strumenti. Ogni sistema ha cercato più o meno bene di emularlo, e più di ogni altro linux.
WebX OS è l'alternativa online per possedere un desktop accattivante e completo degli strumenti indispensabili per poter "ceredere" di lavorare con un vero Mac. Forse la mela di sfondo, con all'interno il pinguino, farà pensare ai più un legame con Linux, ma queste sono facezie. 
Si tratta di un ottimo desktop virtuale dotato di un word processor, foglio di calcolo, presentazioni e persino una console. 
Le icone altro non sono che collegamenti web a servizi come Google Docs o Zoho, ma la resa è quella di un vero PC.
L'unica cosa che mi lascia dubbioso è la presenza di un browser, poichè non riesco a capire cosa possa servire aprirne un altro all'interno di quello in cui stiamo lavorando (non basta aprire una nuova cheda?).
Come al solito comodo se si lavora fuori casa e si vogliono avere gli strumenti tipici di un desktop a disposizione (in salsa Mac, tieh!...).

Papercraft: costruisci il tuo Obama

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 6 ottobre 2008 0 commenti

Siamo in tema di elezioni americane e perciò non possiamo che essere di parte anche noi che siamo nati e cresciuti a pane e USA. Mentre la lotta per la Casa Bianca si fa dura e le proiezioni danno i due contendenti un giorno alla pari e l'altro a favore di uno o dell'altro, non possiamo esimerci dall'avere in casa un piccolo Obama tutto per noi.
BUILD'O'BAMA stà furoreggiando negli Stati Uniti e ci sono interi siti che raccolgono foto del personaggio in carta nelle location (tanto per essere anglofoni...) più disparate.
Quindi, accendiamo le stampanti, prendiamo forbici e colla e costruiamoci il nostro Obama!
Se volete mandare le foto sarò contento di pubblicarle.

L'importanza dei colori in Internet

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Forse non ci avrete mai fatto caso, ma al vostro cervello non sfugge l'utilizzo dei colori che compongono un logo o una pagina sul web. Il detto "anche l'occhio vuole la sua parte" è decisamente sempre attuale nell'era di Internet, dove attirare vuol dire essere conosciuto e di li il passo verso il successo è breve.
Che i colori provochino reazioni diverse è noto sin dall'antichità; il rosso evoca emozioni e sensazioni forti, amore e anche rabbia, mentre il nero evoca tristezza, vuoto interiore e paura. Colori più chiari come il bianco o il giallo danno una sensazione di freddo, e così via. Una spiegazione al significato dei colori più usuali la trovate qui.
Se poi al colore unite un marchio ben congegnato, allora avrete la perfezione.
Nell'immagine qua sotto avete un esempio di quanto appena detto. Visti così sono inconfondibili, ma pensate un po' a cambiare colore ad alcuni di essi? L'impatto visivo sarebbe lo stesso? Google monocromatico ve lo farebbe preferire quale motore di ricerca? Oppuire la Coca Cola multicolor non vi darebbe un senso di nausea? Dite, dite che sono curioso... gancjo...

E se vuoi anche in

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel