• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

KDE 4.2.0 pronto e funzionante

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 29 gennaio 2009 3 commenti

Dopo l'avvio non proprio felice di KDE 4, del quale si era fatto un gran parlare già mesi prima dell'uscita, per poi rivelarsi pieno di bug, gli sviluppatori hanno rilasciato quella che avrebbe dovuto essere la prima versione stabile: KDE 4.2.0.
Vuoi per la fretta, vuoi per la pressione di un rilascio che sembrava non avvenire mai, l'uscita ufficiale ha subito in questi mesi diverse modifiche che l'hanno portata ad un livello di affidabilità quasi totale. Come si sa nulla è perfetto a questo mondo e non tutti i rilasci sono felici (ne sa qualcosa anche la Microsoft...).
La vera alternativa a Gnome in fatto di desktop environment è disponibile e prelevabile sul sito download.kde.org

E se volessi accordare un banjo?

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Chiedi e ti sarà dato! Hai bisogno di qualcosa di strano (nei limiti) o particolare (sempre nella decenza...) e lo vuoi subito? Cerca in rete e vedrai che sarà soddisfatto ogni tuo desiderio. 
Hai bisogno di accordare la chitarra, il mandolino, l'ukulele, il banjo o il violino? Niente di più facile: basta andare su Get Tuned e cominciare a pizzicare corda per corda sino a quando non avremo trovato la giusta accordatura.
Una comoda interfaccia ci guiderà,tramite immagini, alla messa a punto perfetta dello strumento.

Montare immagini in Windows

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

La forma più comoda di condivisione dei dati è sicuramente quella delle immagini. In un unico file abbiamo tutto a disposizione; basta montarle e mandarle al masterizzatore per avere una copia fedele all'originale. Questo metodo è largamente usato in internet (anche per usi non proprio leciti...) e ha la punta di diamante nel formato ISO. Ma come spesso accade per i formati software, la guerra delle estensioni "imperversa" e perciò ogni programma ha il suo bel formato incompatibile con gli altri.
Non sempre si ha la necessità di avere la copia "fisica" su disco, ma si vuole solo visualizzarne il contenuto per estrapolarne solo una parte. In questo caso dobbiamo avere installato nel sistema un software specifico, come ad esempio Gizmo Drive. Quest'applicazione, che funziona su Windows ed è freeware, ha la bella caratteristica di supportare tutti i principali formati d'immagine (ISO, BIN, CUE, NRG e VHD usato da Microsoft Virtual PC).

Page Rank sempre sotto controllo

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Da buon blogger, nonostante ciò che si dica circa la sua inutilità, tengo molto al mio page rank, così come tengo altrettanto molto ai sottoscrittori dei feed. Sono i principali "termometri" che ci danno l'idea di come il nostro blog  è apprezzato ( o nemmeno considerato... sigh!...). Questa bella invenzione che  Google ha voluto donarci  indica con un semplice numero da 0 a 10 la qualità del blog in relazione ai termini ricercati. Gli algoritmi che rendono possibile l'indicizzazione del materiale presente in rete utilizzano anche il grado di popolarità di una pagina web per definirne la posizione nei risultati di ricerca.
PageRankAlert è un comodo strumento che ci permette di monitorare la "salute" di un sito o blog ricevendo email in caso di variazione del valore di page rank. Registrandoci possiamo avere la possibità di tenere sotto controllo sino a 100 URL diversi.
L'utilità di tutto questo? A mio parere, oltre al fatto di "amarlo" per i motivi sopra citati, è sicuramente un ottimo metodo per i "giganti" di internet di conoscere in tempo reale il gradimento dei navigatori verso altri siti simili e correre ai ripari.

CPU-Z e GPU-Z

Scritto da Massimo Ferraris martedì 27 gennaio 2009 0 commenti

Niente paura, non stò dando i numeri... anzi, le lettere... le due sigle che appaiono nel titolo si riferiscono a due comodi software "ricognitivi" in grado di darci parecchie informazioni sull'hardware montato sulle nostre macchine.
CPU-Z è una piccola applicazione che ci mostra tutte le caratteristiche del processore, quali il produttore, il modello e la versione, oltre ad altri dati più specifici quali: moltiplicatore di frequenza, tensione, dimensione della cache, e anche set di istruzioni che supporta (ad esempio, SSE2). Inoltre ci fornisce indicazioni relative alla versione del BIOS  e chipset montati sulla scheda madre.
GPU-Z si occupa invece di darci informazioni sulla scheda video. Anche qui, in un click, potremmo sapere dati importanti, quali marca, modello, velocità del processore e memoria in dotazione.
Due strumenti a mio parere molto utili, che possono essere usati per conoscere le caratteristiche di una macchina che ci è stata regalata.

Windows 7, la cura per la versione beta

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 26 gennaio 2009 2 commenti

Si fa un gran parlare di questo nuovo sistema operativo di casa Microsoft, e la curiosità è moltiplicata da quando la casa di Richmond ha reso disponibile la versione beta. Ma come tutti i propri prodotti "non ufficiali", Microsoft ha la brutta abitudine di includere alcune grosse falle nel sistema, in modo da far assaporare il prodotto, stuzzicarne la voglia di provarlo, bloccarlo sul più bello e inculcando nell'utilizzatore la voglia di acquistarlo per averne una copia funzionante al 100%. Legge di mercato che non fa una grinza, visti anche i milioni di dollari spesi nello sviluppo (che comunque rientreranno più che abbondantemente...).
Alcuni volonterosi programmatori hanno cercato di correre ai ripari realizzando un software che si occupa proprio di cercare di tappare questi buchi. Per non rischiare di creare ancora più danni cercando di intervenire manualmente, con SetteMaxer è possibile impostare le applicazioni "ballerine" ed applicarle al sistema.
La modifica è totalmente reversibile, per cui in ogni momento si può riportare il sistema allo stato iniziale.
Neanche a dirlo, il programma funziona solo su Windows 7.
Personalmente non ho ancora provato la versione beta, ma sono curioso di avere giudizi da qualche "temerario" che si è lanciato nell'installazione... gancjo...

Navigate in rete con Comodo...

Scritto da Massimo Ferraris domenica 25 gennaio 2009 0 commenti

Scusate il piccolo gioco di parole nel titolo, ma proprio non resistevo . Comodo, la famosa casa software, ci regala la sua versione Internet Security in modo completamente gratuito e senza limiti di utilizzo.
Per chi è alla ricerca di un prodotto in grado di tenere sotto controllo gli attacchi provenienti dalla rete in maniera efficace e lo vuole fare senza spendere un soldo, basta che si colleghi alla rete e lo scarichi. 
Esiste anche la versione a pagamento (nessuno lavora per la gloria!...) che per la somma di 39,95 dollari ci garantisce il LivePCsupport, cioè un aiuto ovunque comunque, oltre ad una più accurata scansione della macchina. 
Devo comunque dire che l'ho sostituito alla versione free di AVG e alla prima scansione mi ha scovato due trojan, non rilevati in precedenza.
Sicuramente un'ottima alternativa al software commerciale.

Disco illeggibile, impossibile caricare il media, dati perduti irrimediabilmente... tipica situazione da panico. Il CD che credavamo indistruttibile ed eterno, dentro al quale avevamo racchiuso dati importanti oppure foto cancellate dalla memoria della macchina fotografica, è andato perduto. 
Quando ciò accade (e a me è purtroppo successo...) si inizia ad avere dubbi sull'affidabilità di tali supporti.  Non c'è hard disk, spazio web o pen drive che tengano, ma se per molti di essi non c'è via di ritorno, per quanto riguarda i supporti ottici è possibile provare a recuperare qualcosa.
CD Recovery Toolbox è un software per sistemi Windows, creato apposta per cercare di estrapolare dati da CD, DVD o Blue Ray danneggiati. Certo tutto dipende dalla gravità del danno, comnque non tutto è sicuramente perduto.
Una volta avviato, il programma vi mostra i settori leggibili, indicando quali di essi possono essere recuperati con successo. La scansione comporta tempi diversi, a seconda dello stato del supporto, dalla grandezza e dalla quantità di dati.

Un'identità per ogni esigenza...

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Tra le tante "cosucce" che si possono trovare in rete, esistono siti come quello di EasyIDCARD, specializzato nella produzione di falsi badge. I badge non sono altro che quei cartellini identificativi, comprensivi di foto, usati da società o organizzazioni per identificare i propri collaboratori. 
In questo modo, in caso di necessità (sempre lecite, mi raccomando!...) potrete assumere l'identità che più vi piace. Oggi direttore della CIA, domani agente segreto britannico, e via così...
L'uso di questo programma è semplice: basta caricare l'immagine e passare in rassegna tutte le opzioni, per giungere così al risultato finale pronto da stampare.
E' richiesta la registrazione gratuita, a mio parere indispensabile per siti di questo genere.
Anche se ad un occhio attento non sfugge la contraffazione, la maggior parte delle persone a cui mostrerete il badge (opportunamente plastificato) lo prenderà per buono, a meno che alla vostra foto non sia legata l'identità di Presidente della Repubblica...gancjo...

Immagini gratis per il vostro blog

Scritto da Massimo Ferraris sabato 24 gennaio 2009 0 commenti

Per il blog, ma non solo. Infatti il sito di Photl.com è una vera miniera di immagini di tutti i tipi. Pur avendo l'interfaccia in italiano (tradotta alla Google...), la ricerca va fatta in lingua inglese. Quindi, se avete intenzione di cercare "albero" o "vento" dovrete necessariamente inserire "tree" e "wind" (un gancjo poliglotta...).
Il database è in continuo aggiornamento, con l'inserimento mensile di circa 10000/15000 immagini. La qualità è notevole, sia dal punto di vista della nitidezza che del contenuto.
Per scaricare le immagini occorre registrarsi, questo perchè il sito ci dà una limitazione di download di 45 MB ogni 24 ore. Ogni foto, infine, è disponibile nei tre formati: piccola, media e grande, con risoluzione massima di
4368x2912 pixel.

Mi sono accorto che difficilmente mi preoccupo dello stato dei miei hard disk; l'unico momento in cui ci metto mano è quando (sigh!...) esalano l'ultimo respiro. Nonostante sia quasi impossibile riparare un disco quando decide di "abbandonarci", esistono comunque programmi in grado di "prevenire" il funesto evento.
Lavorando con Ubuntu possiamo utilizzare un'applicazione chiamata GSmartControl, arrivata alla versione 0.8.3, che lavora come frontend di Smartctl, analizzando lo SMART (Self-Monitoring, Analysis and Reporting Technology). La quasi totalità dei moderni hard disk utilizza tale tecnologia.
Il software esegue parecchi test sul disco, segnalandoci eventuali anomalie e, nel caso, indicandoci su come intervenire.
Per Ubuntu sono disponibili i pacchetti .deb, contenenti l'ultima versione disponibile.


Chi è abituato a navigare in rete non sempre è a conoscenza di quanto le nostre abitudini siano registrate ed analizzate. Tramite piccole porzioni di testo, chiamati cookies (biscottini), il server al quale ci colleghiamo manda questi "messaggini" al client, posizionandolo nella cartella del browser. In questo modo, quando ci ricollegheremo al sito, dal browser partirà un segnale contrario che avverte il server che siamo ritornati.
Si può vedere in questo un attacco alla privacy, anche se di solito questi cookies non contengono spyware, nel senso che anche se non individuati "fisicamente", siamo in qualche modo monitorati.
I "biscottini" hanno ad esempio la brutta abitudine di mirare i banner pubblicitari verso determinati prodotti che "magicamente" ci accorgiamo essere di nostro gradimento. Molti siti, infatti, autorizzaziono la propria navigazione solo se abbiamo i cookies abilitati.
Che fare se vogliamo dare uno "stop" a tutto questo? Cancellare ogni volta i dati di navigazione, con il risultato di dover reinserire dati d'accesso e quant'altro al nuovo riavvio, oppure usare software specifici.
Cookie Monster , per sistemi Windows, rappresenta un ottimo prodotto in grado di gestire i cookies. Tramite esso possiamo decidere quali tenere e quali eliminare, creando una lista personalizzata che può essere aggiornata tramite l'interfaccia grafica. Funziona con i principali browser, quali Opera, Explorer, Firefox, Netscape e Chrome.

Last Freeware Version

Scritto da Massimo Ferraris martedì 20 gennaio 2009 0 commenti

Già il titolo dice tutto. Questo sito è un contenitore di programmi freeware, ma non scelti a caso, bensì raccolti tra tutti quelli che sino alla versione precedente erano freeware, per poi finire a pagamento.
Perchè questo? Semplice, per il motivo che le versioni gratuite, una volta "eurizzate" tendono a sparire. Pur essendo ancora ottime alternative, le software house per invogliare all'acquisto decantano qualità e presenza di strumenti che alla fine nessuno di noi userà mai.
Last Freeware Version  ci regala in un unico luogo la possibilità di ritrovare il programma "perduto", essendo sicuri, in questo modo, di utilizzare un prodotto libero senza incorrere in nessuna violazione di copyright.
Andate a farci un giro e sono sicuro  che, come me, lo metterete nei preferiti... gancjo...

Chi usa il PC per navigare deve spesso pagare lo scotto di vederselo infettare da virus, e sicuramente quello che riuscirete a "pescare" sarà sicuramente di ultima generazione. L'antivirus presente sul proprio sistema, per aggiornato che sia, può non avere nel suo database il rimedio per eliminarlo. 
Quindi occorre qualcosa di più efficace, proprio come il servizio che offre Virus Total . Il suo funzionamento è molto semplice: basta fare l'upload del file "sospetto" e lasciare che i suoi 38 programmi antivirus eseguano la scansione per poi fornirvi la soluzione.
Molto difficile che il risultato non sia positivo, grazie a mostri sacri quali TrendMicro, Kaspersky, Nod32, Panda, McAfee e altri dello stesso calibro. 
Ognuno di loro è costantemente aggiornato e a scansione ultimata vi verrà segnalato il tipo di virus, la versione e il metodo più adatto alla rimozione.
Veramente un ottimo sito, anche per il fatto che è completamente gratuito e in italiano. Sicuramente da affiancare al vostro antivirus preferito.

Cronologia visuale per Firefox

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Mi accorgo parecchie volte che, un po' per pigrizia, un po' perchè conto troppo sulla mia memoria, alcune pagine web che considero importanti svaniscono nel nulla perchè non "compio lo sforzo" di memorizzarle nei preferiti. Vano il tentativo di ripescarle, anche perchè basta cambiare i termini di ricerca in Google (o similari...) e quello che avevamo trovato nella prima pagina può finire chissà dove.
Devo dire che ho piacevolmente risolto il problema utilizzando WebMynd, un plugin per Firefox che permette di pescare nella cache del PC tutte le pagine navigate.
La visualizzazione è del tipo Chrome, cioè con miniature, molto comoda nel caso si ricordi come era fatta la pagina (e non il nome). Il plugin ci permette anche la navigazione offline, molto comoda in caso di assenza di linea ADSL.
Potete scaricarlo da qui.

Per non perdere un video di YouTube

Scritto da Massimo Ferraris sabato 17 gennaio 2009 0 commenti

Tra i tanti servizi curiosi che la rete mette a disposizione, non mancano certo quelli legati a servizi particolari. Non fraintendetemi: per particolari intendo tutti quei servizi di avviso ed aggiornamento che molti siti offrono gratuitamente.
Video-alerts, ad esempio, si occupa di informarvi via email sulle nuove disponibilità di video su Youtube legati ad un argomento a vostra scelta. Basta impostare poche parole chiave e la frequenza con cui volete essere avvisati e poi lasciare che il programma lavori per voi.

Your Free DVD Ripper la soluzione freeware ottimale

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 14 gennaio 2009 2 commenti

Per chi utilizza sistemi Windows e ha bisogno di convertire video in DVD, Your Free DVD Ripper è sicuramente una soluzione economica e completa. Economica perchè non costa nulla, completa perchè "digerisce" formati audio e video di qualsiasi tipo e li trasforma in un normale DVD.
L'interfaccia, come si vede dalla foto, è semplice ed essenziale; anche se in lingua inglese i comandi risultano intuitivi. I passaggi sono ridotti al minimo, come un programma del genere, destinato ad un uso popolare, deve avere.

Mixa immagini e musica con Animoto

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Una delle comodità di internet è di poter trovare siti che offrono applicazioni di ottimo livello, senza bisogno di installare nulla sul nostro PC e, quel che più conta, in modo assolutamente gratuito. Con poche parole, tramite l'onnipresente Google, possiamo trovare ciò che ci interessa e cominciare ad usarlo.
Mettiamo il caso di dover preparare una presentazione video con foto e audio, magari con qualche effetto di transizione, sfocatura e altri "cosucce" che possono rendere il video finale degno di un professionista. Dopo una rapida ricerca, nelle prime posizioni incapperete in Animoto, un sito fatto apposta per creare presentazioni.
Per usarlo occorre registrarsi, quindi iniziare a fare l'upload di musica e foto e procedere alla creazione usando i molti strumenti a disposizione.
Per rendervi conto delle potenzialità date un'occhiata ai demo video presenti nella home page.

DivX 7 pronto, completo e rinnovato

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Disponibile al download la versione 7 di DivX. Con questa nuova release gli sviluppatori hanno cercato di creare un prodotto in grado di uscire dagli schermi del PC per trasferirsi su qualsiasi dispositivo multimediale al giorno d'oggi disponibile. Con l'uscita dei nuovi formati HD, DivX ha implementato la compatibilità con il formato  H .264. 
Un prodotto che spinge l'esperienza visiva verso traguardi notevoli (provare per credere...) e permette anche l'utilizzo di nuovi formati audio (come ad esempio AAC).
La casa software ha creato la versione DivX Plus, il cui logo sarà presente sui nuovi dispositivi che lo supporteranno.
Come al solito il download è gratuito e senza limiti di utilizzo nella versione base. Quella Pro è in prova per 15 giorni, dopodiche si dovrà acquistare una licenza per $ 20.

Durante la "frenesia" della ricerca in internet capita spesso di aprire finestre su finestre, magari senza rendercene conto. Nella maggior parte dei casi tutte le schede aperte appartengono ad uno stesso dominio (Google, Wikipedia, ecc...) e quando ce ne accorgiamo corriamo ai ripari cliccando sul pulsantino di chiusura scheda per scheda.
Se usiamo Firefox possiamo installare un comodo plugin che ci permette di eseguire tale operazione selezionando una scheda a caso con il tasto destro e selezionando nel menù "Chiudi tutte le chede appartenenti a XXX".
Funziona su tutte le versioni di Firefox dalla 2.0 in avanti ed è gratuito. Il suo nome è TabCloser.

Test geometrico

Scritto da Massimo Ferraris martedì 13 gennaio 2009 0 commenti

Mi rendo conto che riuscire a centrare un obiettivo è assai difficile, quasi quanto centrare il cerchio di un cerchio. Perciò se siete in procinto di dare una svolta alla vostra vita, dove intersecare le varie situazioni per raggiungere il punto medio prefitto è una questione indispensabile, potete cominciare ad allenarvi su Eyeballing.
A parte il gioco di parole con cui mi sono voluto "lanciare" per presentare il sito in questione, quello che viene proposto è un intelligente test geometrico, dove l'occhio ha la parte del protagonista. Seguendo un percorso di figure si deve cercare di individuare volta per volta il centro di un cerchio, oppure la bisettrice di un angolo, o ancora la simmetria di un parallelogramma, spostando punti e linee e rilasciandole quando siamo sicuri. Il puinteggio finale viene calcolato in base a quanto il posizionamento si discosta dal risultato reale.
Vi dico subito che "sembra" facile, ma riuscire a centrare una circonferenza è qualcosa di estremamente arduo.
Provate e fatemi sapere i risultati... gancjo...

Calcolare la velocità di caricamento di un sito

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 12 gennaio 2009 0 commenti

Tra le cose che rendono popolare un sito o un blog, oltre naturalmente al contenuto, concorrono alcune componenti indispensabili, prime tra tutte la velocità di accesso ad essi. Girando per la rete vi sarete sicuramente accorti che i siti più gettonati hanno una velocità di visualizzazione della propria home page alquanto veloce, nonostante la quantità di accessi.
Questo è dovuto a molti fattori, quali ad esempio il server ospitante, l'accuratezza del codice, la scelta del template e degli elementi che lo compongono. Sicuramente più immagini e banner sono inseriti e maggiore è il lavoro di caricamento, a meno che non utilizziate altri server ospitanti velocissimi... Per noi poveri blogger (mortali) ospiti (alquanto) graditi di Google, l'accesso è una componente garantita dalla grande G, che devo dire non pecca di performance.
Ho provato ad utilizzare il servizio offerto da WebWait per calcolare il tempo di caricamento e parola di gancjo ha raggiunto i 6,9 secondi, a mio parere non male. La prova viene ripetuta ogni minuto circa e in tre minuti i risultati sono stati simili (6,9 secondi per due volte e 6,2 per una).
Provate e sappiatemi dire... gancjo... 

Le GUI hanno permesso a molti di avvicinarsi a Linux, superando in questo modo le diffidenze provocate dalla riga dal terminale. Mentre reputo alquanto comodo l'utilizzo di semplici comandi, i più ritengono che una bella interfaccia grafica sia più comoda ed esteticamente accattivante. Pareri personali che non mi sogno nemmeno lontanamente di mettere in discussione: ognuno è libero di scegliere i mezzi per giungere al fine... Dopo questa dissertazione dovuta più che altro allo stato d'animo attuale (sto cambiando casa e non vi dico altro!...) passo a segnalarvi un programmino funzionale che ci permette di convertire file musicali da un formato ad un altro con pochi passaggi: Gnac.
Oltre ai canonici MP3, lavora ottimamente con i formati AAC, FLAC, OGG, SPEEX e WAV.
Potete scaricarlo ed installarlo con doppio click dal link sottostante. Alla fine lo troverete in Applicazioni -> Audio e Video -> Gnac.

Un antivirus in un LiveCD

Scritto da Massimo Ferraris domenica 11 gennaio 2009 1 commenti

Navigando su internet inevitabilmente si rischia di "raccogliere" qualche bel virus che lentamente, ma in modo inesorabile, mina il sistema sino a renderlo inutilizzabile. Alzi la mano chi di voi non è passato per questa esperienza.
Il rimedio più usato è senza ombra di dubbio quello della formattazione, azione drastica che rende si pulito il PC ma che distrugge tutti i dati in esso contenuti. 
Un'altra alternativa è quella di usare un prodotto nato con l'intento di ripulire il nostro amato computer preservandone anche il contenuto: Dr. Web LiveCD.
Anche se scritto in Linux è ottimo per una pulizia approfondita dei sistemi Windows. Basta avviarlo scegliendo dal bios il boot da CD e seguire le istruzioni.
L'uso di Dr. Web è sconsigliato ad utenti inesperti, ma a mio parere se non si prova neanche si impara... gancjo...

Ubuntu: installare Google Earth su Intrepid Ibex

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 7 gennaio 2009 0 commenti

Anche se l'installazione non richiede molte difficoltà, mi piace segnalarvi che esistono due metodi per avere Google Earth sul nostro Ubuntu 8.10.
Il primo è quello di scaricare il file .bin per Linux dal sito ufficiale, mentre il secondo è quello di farlo attraverso i repository di Medibuntu.
Primo metodo:
Scaricate il file da questo indirizzo, poi da terminale:
sudo ./GoogleEarthLinux.bin
Vi consiglio di utilizzare la nuova versione 4.3, ma se qualcosa dovesse non andare per il verso giusto provate la più collaudata e stabile 4.2.

Secondo metodo:
Se ancora non avete presenti i repository Medibuntu, potete aggiungerli con:
sudo wget http://www.medibuntu.org/sources.list.d/intrepid.list -O /etc/apt/sources.list.d/medibuntu.list

Se per caso il sistema vi segnalasse che i pacchetti non sono firmati, potete usare il seguente comando per aggirare l'inconveniente:
sudo aptitude update && sudo aptitude install medibuntu-keyring && sudo aptitude update
Ora avrete disponibili gli strumenti di installazione. Anche in questo caso sono disponibili le due versioni (4.2 e 4.3). Provate con la più recente e se non funziona usate l'altra (lapalissiano...):
sudo aptitude install googleearth-4.2
oppure
sudo aptitude install googleearth-4.3

Come disattivare UAC in Vista

Scritto da Massimo Ferraris martedì 6 gennaio 2009 0 commenti

Per chi non lo sapesse, UAC è l'acronimo di User Account Control, ossia quel fastidioso "vizio" di Vista di chiedere il permesso all'Amministratore del sistema per l'esecuzione di applicazioni o programmi.
Ho sempre odiato questo rallentamento, anche se a volte può risultare utile per salvaguardare la salute del sistema. Ma se come me volete toglierlo di mezzo, o almeno metterlo "un po' a tacere", dovete scaricarvi TweakUAC, un comodo freeware che ci aiuta proprio in questo.
Lanciandolo ci troveremo davanti a tre semplici opzioni:
  • Disattivare completamente UAC;
  • Metterlo in modalità silenziosa, che si avvia solo quando il sistema reputa l'operazione non proprio priva di rischi;
  • Lasciare UAC pienamente funzionante (nel caso si voglia riabilitarlo).

Firefox delle meraviglie non finisce mai di regalarci piccole perle da incastonare entro di esso. I famosi plugin che tanto piacciono a noi utilizzatori di questo browser rendono il suo utilizzo sempre più snello a secondo del tipo di lavoro svolto o del nostro approccio alla navigazione.
Ad esempio SiteLauncher è un comodo metodo per avere sempre a portata di mano i siti preferiti utlizzando una combinazione da tastiera per aprirli.
Dobbiamo iniziare con il programmare questa interfaccia, premendo contemporaneamente  CTRL + SPACE. Nella maschera scegiete il sito preferito e collegatelo ad una lettera. A questo punto basterà premere ALT + SHIFT + LETTERA e avrete l'accesso. Io personalmente ho impostato G per Google, P per parola di gancjo (lo so, sono di parte...), F per Facebook e via di seguito, più che altro per comodità (leggi lettera iniziale), ma nulla vieta usare ad esempio una numerazione.
Qui sotto potete osservare il plugin all'opera, tramite un video preso dall'onnipresente Youtube!... Ah, dimenticavo: Y l'ho associato proprio a lui!... gancjo...

Una calcolatrice sempre disponibile

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 5 gennaio 2009 0 commenti

Non è una novità quella proposta da web2.0calc, ma a volte è difficile trovare uno strumento semplice come una calcolatrice e completa di funzioni scientifiche online. La schermata iniziale propone l'interfaccia di una calcolatrice con tutti i tipi di calcolo desiderati, ma la novità che la differenzia da altri servizi di questo tipo è la possibilità di tenere un archivio storico delle operazioni compiute.
Come al solito siti di questo tipo lasciano il tempo che trovano, nulla di più che un semplice cellulare non possa fare ai giorni nostri, e in modo molto più comodo... gancjo...

TheTones360° per creare da solo le proprie suonerie

Scritto da Massimo Ferraris domenica 4 gennaio 2009 0 commenti

Le suonerie per cellulari sono quei tipi di musichette che ognuno di noi cerca di scovare in modo da non averla uguale a quella del vicino. Vari servizi in rete le forniscono sia in modo gratuito che a pagamento, ma pochi sono quelli che ti permettono di crearle senza chiedere nulla in cambio, nemmeno la registrazione.
TheTones360° ci regala questa possibilità e lo fa in modo chiaro ed accattivante.
Pochi e semplici passaggi ci accompagnano al risultato finale:
  1. Caricate il file dal vostro hard disk;
  2. Scegliete la porzione di musica da convertire in suoneria;
  3. Fate fare il "lavoro sporco" a TheTones360°.
A questo punto avrete davanti la pagina finale, dove potrete ascoltarla in anteprima oppure scegliere di scaricarla nei 3 formati più usuali, mp3, m4r (per iPhone) e AMR. 
Nella home page vengono elencati i file resi disponibili dagli utenti e scaricabili liberamente, tra i quali una sezione è dedicata ai "creatori" italiani.

Inizare l'anno con un bel calendario

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

La mania dei calendari fai da te impazza, specialmente in questi giorni di transizione da un anno all'altro. Con le possibilità offerte dai comuni PC e da software reperibile ovunque ognuno di noi può realizzarlo con pochi semplici click.
Tra i tanti programmi voglio segnalare TKexe, realizzato da programmatori tedeschi, ma disponibile anche in lingua italiana.
I passaggi per realizzare il calendario sono pochi: basta scegliere il formato, il tipo (settimanale, mensile, annuale o personalizzato) e la foto da inserire, poi mandare tutto alla stampante. Funziona solo con sistemi Windows.
Una bella idea regalo per parenti ed amici.

Tradurre online non sempre è facile, poichè per ben fatti che siano i programmi dedicati peccano di un particolare importante, e cioè "il fattore umano". Nel gergo comune esistono frasi "fatte" che non hanno corrispondenza in altri idiomi. Ce ne accorgiamo assai bene quando traduciamo dall'inglese, una lingua che ha fatto dei modi di dire un uso ufficiale. 
Quello che riesce quindi a dare un  significato consono al parlato comune è la capacità del traduttore di rendere questo possibile, cosa ben difficile da realizzare da parte di una macchina.
Possiamo però cercare in rete la traduzione migliore utilizzando il servizio fornito da  Jollo, che riconoscendo la lingua del testo inserito (in automatico) "sforna" una serie di traduzioni utilizzando i principali siti disponibili sul web.
A voi decidere quale sia il migliore.

Usend.io per email da 100 MB

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Ho scoperto un ennesimo servizio di trasferimento file, comodo e soprattutto gratuito. Usend.io non ha bisogno di nessun dato personale ed ha la qualità di essere "visivly correct" (vi piace l'anglofonia?...), cioè ha due caselle che bastano all'uso. La prima è quella di ricerca del file da trasferire, la seconda quella dove immetterete l'indirizzo email del destinatario.
Il peso non può superare i 100 MB, a mio parere più che sufficienti per un allegato. Si possono inviare un numero di messaggi a piacimento, con l'unica "pecca" che ogni volta il file và caricato. Tutto rimane sul server del destinatario sino a che quest'ultimo non si decide ad aprire il programma di posta.
Mi sono accorto, provandolo, che non funziona il pulsante di selezione file sotto Firefox, mentre funziona benissimo con IE. Non so se è un problema legato alla mia configurazione o proprio al browser, ma per scrupolo ho attivato IE Tab, ma nulla è cambiato. 
Provate gente, provate... e sappiatemi dire... gancjo...

E se vuoi anche in

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel