• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Ubuntu Karmic Koala Alpha 3

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 30 luglio 2009 0 commenti

Ottobre è ancora lontano, ma la frenesia degli "ubuntisti" sembra non aver pace, nemmeno in queste giornate di caldo estivo. Gli sviluppatori lo sanno e perciò periodicamente sfornano nuove Alpha per mostrare i passi che porteranno alla versione definitiva.
Come sempre il solito "bla bla" di avvertimenti sull'installazione di tali versioni (non esenti da bug) fatte a rischio e "pericolo" di chi si vuole avventurare accompagnano i link per il download. Perciò siete più che avvisati...
La nuova Alpha 3 mostra alcune migliorie come ad esempio la presenza di GRUB 2, un modo meno spartano e graficamente più accattivante con il quale avviare il sistema operativo alla partenza. Inoltre è stata migliorata l'integrazione ed il supporto ai netbook e a quei pc che posseggono processori ancora più "datati".
Altro dirvi non sò, se non di provarlo (se ne avete il coraggio!)... gancjo...

I servizi host in rete sono tra i più gettonati, specialmente se gratuiti. Quotidianamente nascono nuovi siti che promettono meraviglie e spazio personale disponibile sempre più grande, ma capita spesso che improvvisamente, mentre cerchiamo di scaricare un file. il sistema ci avverta che l'URL è inesistente o è stato rimosso...
Conviene quindi rimanere sui pochi (ma buoni) servizi che resistono agli "attacchi" del tempo ed affidarci a loro.
Upload Mirrors è un aggregatore di tali siti che permette l'upload multiplo di file. Il suo uso è semplice: non richiede registrazione e ci dà la possibilità di scegliere i servizi host desiderati tra i 12 disponibili con una semplice flag su di essi.
Alla fine ci presenta il resoconto con accanto al nome di ognuno il link per il download.

Nuova vita al tuo avatar

Scritto da Massimo Ferraris martedì 28 luglio 2009 0 commenti

Se si dispone di un account Twitter quasi sicuramente si avrà un avatar, quella piccola immaginetta (santino?...) che ci fa riconoscere ancor più del nick scelto.
Partendo dal nostro profilo Twitter, tramite il servizio che ci regala Avatartize, possiamo modificare l'immagine scegliendo di aggiungere una delle decine di effetti presenti.
Una volta soddisfatti della scelta possiamo decidere di salvarlo o di inviarlo direttamente a Twitter per la modifica.
Nel caso che scegliamo di salvarlo su hard disk lo avremo disponibile per qualsiasi uso decidiamo di farne.

Technorati tags: ,

A volte i siti più utili in rete sono quelli meno pubblicizzati. Sono quei siti "di nicchia" che vivono sul passaparola e non sulla pubblicità. Trovare Apperi è stata una sorpresa per me che, come tanti altri utenti, sono sempre alla ricerca di software legato ad Ubuntu, e questo grazie alla segnalazione di un amico (che vuole rimanere anonimo...).
Interfaccia spartana, ormai un "must" per i motori di ricerca, ma molto ben curata. Appena collegati ci viene chiesto il tipo di sistema operativo utilizzato, Debian (4.0 - 5.0) o  Ubuntu (8.04 - 8.10 - 9.04), quindi si procede con l'inserimento del termine che più possa descrivere la ricerca, oppure si può cegliere di consultare i pacchetti, o ancora di vedere la classifica dei "Top 25" più ricercati e scaricati.
Il database dispone di circa 120.000 pacchetti, tutti in formato .deb e quindi installabili con un doppio click.
L'accuratezza dei risultati è da notare nel fatto che ognuno di esso ha una breve descrizione che l'accompagna, per facilitare l'individuazione di quello a noi più appropriato.
Una vera "chicca" che ho messo prontamente tra i preferiti... gancjo...

Technorati tags: ,

Uso GMail da parecchio tempo, e devo dire che mi sono sempre trovato bene. Quindi, quando ho scoperto la possibilità di poter inserire un avviso di notifica nella barra delle applicazioni in Ubuntu mi ci sono subito "fiondato".
Il servizio si chiama CheckGMail ed è disponibili nei repository ufficiali. Per installarlo basta digitare da terminale:
sudo apt-get install checkgmail
Una volta eseguito vedrete comparire la classica icona a forma di busta Gmail in alto a destra.
La prima volta che lo usate dovete inserire nome utente e password per accedere al servizio, oltre a vari parametri, quaie ad esempio i tempi di notifica. Sul sito ufficiale del progetto è disponibile una guida su come poter settare tutte le opzioni.
Un buon servizio che ci avvisa in tempo reale dell'arrivo di un messaggio mentre stiamo lavorando.

Technorati tags:

Ubuntu: eliminare richiesta di login all'accesso

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 27 luglio 2009 0 commenti

Premetto col dire che quello che vado a spiegare è un metodo che da una parte elimina il fastidioso inserimento di nome utente e password, ma dall'altro dà accesso a chiunque al sistema, con le ovvie conseguenze.
Quindi, se non siete più che sicuri che metterete le "manine" voi e voi soltanto sul pc, oppure che la macchina sarà usata da gente fidata, passate oltre e saltate questo post...
Per procedere dobbiamo andare su Sistema -> Amministrazione -> Finestra di accesso
 
Vi sarà chiesto di inserire la password dell'Amministratore. Fatelo e vi troverete davanti la seguente finestra
Spostatevi su Sicurezza
e spuntate la voce "Abilitare accesso automatico".
A questo punto, riavviando il sistema apparirà il desktop senza richiesta di login.

Twinslator il traduttore universale

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Scrivere post in una lingua straniera comporta fatica, specialmente se vogliamo rispondere od informare amici in lingua cinese o ucraina...
Ma le barriere linguistiche sembrano ormai superate, grazie alla rete e ai servizi di traduzione (quasi) simultanei che più o meno riescono a dare il senso del dscorso nella lingua selezionata.
Twitter, veicolo di informazioni ai primi posti al mondo, trova aiuto in questo senso in servizi tipo Twinslator. Una semplice interfaccia con una casella dove inserire il testo (riconosce in automatico l'idioma), un menù a tendina da cui scegliere la lingua, un bottone per dare il via alla traduzione e la scelta se voler inviare subito al nostro account il post oppure visualizzarlo solamente.
Se decidiamo di pubblicarlo basta inserire i dati d'accesso e al resto penserà tutto lui.
Comodo ed efficace... gancjo...

Un'agenda online

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Se siete come me che avete pianificato ogni minuto della giornata (lo so, non è un bel vivere, ma sposatevi e ve ne renderete conto...), dividendovi tra casa, lavoro, impegni dei figli e quant'altro, allora sicuramente avrete il bisogno di annotare le scadenze in modo da non dimenticarvene.
Il classico appunto fatto sulla lavagnetta di casa, che puntualmente "qualcuno" cancella disegnandoci sopra una macchinina, oppure l'utilizzo del calendario appeso al muro, che puntualmente si dimentica, non sono elementi molto affidabili.
Anche l'agendina elettronica o  il telefonino sono da prendere con le "pinze" (almeno dal mio punto di vista), perchè hanno la "cattiva abitudine" di essere dimenticati a casa o in auto, dimodochè quando uno di loro trilla per avvisarci, noi ce ne stiamo beatamente in tutt'altro luogo...
Come fare quindi se uno ha la testa "a buchi"? Semplice, basta vivere con il pc incollato addosso come un vestito ed avere l'abitudine di scaricare la posta almeno una volta al giorno.
A ricordarci degli appuntamenti basta un servizio gratuito, senza bisogno di registrazione, come quello fornito da YourLi.st, dove poter annotare scadenze future sino ad un anno. Poco prima della data YourLi.st invierà una email all'indirizzo indicato.
L'importante è "ricordarsi" di annotare: purtroppo per questo non esistono siti che ci vengano in aiuto... gancjo...

Technorati tags:

Pagina di errore 404 animata

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Navigando tra i siti si incappa spesso in errori numerati 404, quelli cioè relativi alla mancanza di un link o alla rimozione della pagina stessa a cui esso puntava.
La "fredda e statica" pagina che ci compare contiene pochi caratteri, per lo più di colore nero su sfondo bianco, dove vengono spiegati i motivi di tale "inconveniente"...
Per i webmaster che vogliono dare un tocco diverso anche a questo tipo di errore esiste il sito 404 Toons, dove è possibile scegliere un'immagine da associare alla pagina di errore scegliendo come sfondo alcuni personaggi.
Ognuno di essi (cowboy, dottore, alieno, musicista...) interpreta, tramite un'animazione flash, il proprio personaggio cercando di spiegare il motivo di questo problema.
Veramente una bella idea, peccato che come al solito sia disponibile solo in lingua inglese... gancjo...

Un sito davvero schifoso...

Scritto da Massimo Ferraris domenica 26 luglio 2009 0 commenti

Tra i tanti siti inutili che impazzano per la rete, una nicchia di essi è dedicata a come poterci disgustare la giornata, magari con immagini davvero schifose (interventi chirurgici, autopsie, scene tratte da film horror,...), ma mai mi è capitato di vederne uno dedicato al vomito... Il suo nome è la traduzione inglese del "giramento di stomaco": ThrowUp.
Pur essendo solo un sito "burla", quello che ci presenta è un qualcosa di scientifico, nel senso che scegliendo le combinazioni alimentari più "disparate", si ha come risultato il vomito del giusto colore...
Se il risultato vi piace potete inviarlo via email ai vostri amici, che ringrazieranno... gancjo...

Avere sempre sott'occhio, in tempo reale, i guadagni ottenuti con AdSense è un modo per non dover sempre andare "fisicamente" sul sito di Google.
Questo è possibile se si stà usando Firefox come browser e si ha installato uno dei suoi tanti Add-on.
AdSense Monitor, una volta lanciato, mostra nella barra di stato un campo in cui avremo tutti i dati legati ai guadagni: ricavi del giorno, ricavi totali e altro.
Il tutto è configurabile cliccandoci sopra con il tasto sinistro del mouse.

Generatore di sfondi a pallini...

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Dotted Background Generator è un utile servizio online tramite il quale possiamo creare sfondi come quello in figura. Pochi le variabili da selezionare: grandezza dei dot, colore di essi e dello sfondo. 
Se vogliamo far fare tutto a lui basta premere più volte il bottone "Random" sino a quando non troveremo uno sfondo che fa per noi.
Il tutto in modo gratuito e senza bisogno di registrazione.

Per chi fosse stufo di "mettere mano" ai propri database esclusivamente via terminale e volesse provare un'applicazione che racchiude semplicità d'uso, interfaccia grafica e tutte le funzioni di un client SQl, può provare CrunchyFrog.
I suoi punti di forza sono:
  • Pieno supporto e compatibilità con  banche dati del tipo PostreSQL, MySQL, SQLite, Oracle, SQLServer, Firebird, Informix e MaxDB;
  • Editor di SQL con evidenziazione della sintassi, completamento automatico e formattazione SQL;
  • Possibilità di esportare i risultati in formato CSV e OpenOffice;
  • Completo controllo del contenuto dei database;
  • Gestione di connessioni multiple a più database;
  • Applicazione completamente Open Source sviluppata in Python.
Installare CrunchyFfog è semplice e lo possiamo fare tutto da terminale.
Per prima dobbiamo aggiungere due righe alla nostra sources.list:
sudo gedit /etc/apt/sources.list
In fondo alla finestra di testo che si è aperta inserite sul fondo le due righe seguenti (copia/incolla):
deb http://ppa.launchpad.net/crunchyfrog/ppa/ubuntu jaunty main
deb-src http://ppa.launchpad.net/crunchyfrog/ppa/ubuntu jaunty main
Salvate e sempre da terminale importate la chiave:
sudo apt-key adv --keyserver keyserver.ubuntu.com --recv-keys C7F166D8
Ora aggiornate il sistema ed installate il programma:
sudo aptitude update
sudo aptitude install crunchyfrog crunchyfrog-gnome
A questo punto il programma è disponibile in Applicazioni -> Programmazione.

L'avvento delle reti sociali ha portato il blog ad essere uno dei veicoli comunicativi più usato. La comodità con cui si trasferiscono "pensieri e parole" in giro per il mondo è merito sicuramente di servizi quali Digg, Technorati, Facebook, Delicious e via di seguito. 
Chi più chi meno ha sul proprio blog un bottoncino che rimanda ad uno di questi, magari dalla grafica che si integra nel template, oppure in contrasto, per colpire il visitatore.
Per questi ultimi sembrano stati creati apposta dei bottoni con effetto al neon dal colre rosa shocking,
Ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le reti. Potete scaricarli da qui (28 MB circa).

Ubuntu: disegnare con la tavoletta grafica

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 24 luglio 2009 0 commenti

Mi piace segnalare MyPaint, un software dedicato al disegno professionale. Possedendo una tavoletta grafica si raggiungono i risultati migliori. Lo scherma si trasforma in una tela su cui "vergare" le nostre idee sotto forma di immagini. Tantissimi gli strumenti a disposizione, a partire dal tipo di attrezzo da disegno (pemnna, matita, carboncino, spatola, ecc...) alla superficie da utilizzare (tela, cartoncino, effetto muro).
Usando la tavoletta è supportato il rilevamento della pressione della penna per marcare linee di diversa intensità. E' possibile comunque utilizzare il mouse, anche se i risultati finali possono notevolmente cambiare, non avendo la precisione del pennino della tavoletta.
Disponibile per Ubuntu già pacchetizzato e prelevabile dai link sottostanti:
Che dire: un programma fantastico che non può mancare, se solo si possiede un po' di estro e voglia di disegnare... gancjo...

Accorciare gli indirizzi sembra essere diventato lo sport del momento. Molto più veloce indicare una stringa di una decina di caratteri invece di un "malloppo" che rischia di occupare tutta la barra degli indirizzi. Questa necessità di abbreviare trova un giusto riscontro in Twitter e servizi simili, dove la "penuria" di spazio obbliga al loro utilizzo.
Ma se da una parte è un'ottma idea, dall'altra questo link "incomprensibile" rischia di essere un veicolo di virus e altre schifezze... Quindi, se proprio non siamo sicuri della fonte e vogliamo verificare la sicurezza di un collegamento, possiamo "scompattare" l'indirizzo in quello reale tramite il sito di Real-URL.
L'uso è semplice e comodo: basta inserire lo short-URL nella barra, premere su "Get the Real-URL" e vedere il vero indirizzo nella barra sottostante. Se ad una prima vista ci sembra buono ed affidabile possiamo raggiungerlo premendo su "Go".
Prevenire è meglio che curare... gancjo...

Inseguimenti in Twitter...

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 23 luglio 2009 0 commenti

Le domande sorgono spontanee, specialmente se il nostro account Twitter comincia ad essere "inondato" di follower e following, e sono le seguenti:
  1. Chi è che stò seguendo ma a sua volta non mi segue?
  2. Chi mi segue, ma io non mi sono ancora "sognato" di seguire?
  3. Quali sono gli amici con cui c'è uno scambio di "inseguimenti"?...
Domande di per se semplici, ma a cui non riusciamo a dare su due piedi una risposta. Ma come al solito l'aiuto c'è ed è molto valido: FriendOrFollow.
Basta inserire il proprio nick name e premere "submit". In "quattro e quattr'otto" avremo il resoconto completo.

Condividere file audio può essere utile specialmente per chi studia o chi usa la "parola" per lavoro. Riuscire poi a farlo tramite uno strumento che ci mette a disposizione modi e metodi in forma gratuita è per lo meno fantastico.
Chirbit cerca di colmare questa "lacuna" offrendo un servizio che permette, una volta creato, di trasmettere il file audio (in formato .mp3 o .wav) ai principali servizi quali Facebook, Twitter, RSS e via email.
L'audio può essere creato registrandolo direttamente tramite un microfono collegato al pc (max 2 minuti), prelevandolo da un file già esistente del peso non superiore ai 120 MB (circa 2 ore di durata), oppure usando un file di testo che verrà convertito tramite la tecnologia Text to Speech (purtroppo solo in inglese).
Un ottimo servizio da mettere nella famosa "cassetta degli attrezzi"... gancjo...

Lo spazio a disposizione per le foto non basta mai e neppure la fantasia di chi vuole offrire un servizio sempre più innovativo in grado di attirare utenti.
Si affaccia alla "ribalta" del popolo di internet Picurio, un sito che mette a disposizione 2 GB di spazio gratuito in cui "stoccare" le nostre immagini. La cosa che lo contraddistingue da altri servizi simili è la possibilità di creare una vera e propria "stanza" con una password che può essere usata come una sorta di chiave virtuale. Di questa chiave se ne possono fare copie, nel senso che condividendole con altri si dà loro la possibilità di accedere.
In questa stanza è possibile lavorare come meglio si crede, creando cartelle, sottocartelle, e anche file di presentazione.
Inoltre si può agire sui singoli file in modo che se essi sono usati su Facebook è possibile impostare quanti e quali presenti in Picurio possono essere condivisi.
Più facile ad usarlo che a descriverlo, per cui vi consiglio di andare direttamente a scoprire il servizio... gancjo...

Sette modi per condividere video in Twitter

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 22 luglio 2009 0 commenti

Mi rendo conto che ultimamente sto scrivendo parecchio intorno a Twitter. Come ho avuto modo di rispondere ad un amico nel box di messaggistica nella colonna a destra, mi sono avvicinato da poco al microblog, più che altro spinto dalla curiosità.
Ho trovato un "mondo" interessante e pieno di gente ricca di idee, humor e consigli utili.
Non ne ho fatto e penso che nemmeno lo farò in futuro il nuovo "scopo" della mia vita, ma resta comunque una cosa che mi incuriosisce e che mi ha spinto ad inventare TWJTTER (fateci un giretto...).
I 140 caratteri che compongono i post non sembra siano un ostacolo alla voglia di comunicare ed all'inventiva degli utilizzatori e sviluppatori, per cui la "gara" ad inventare un servizio collegato a Twitter che permetta di fare di tutto e di più sembra essere il suo motore trainante.
Passo quindi a segnalarvi 7 metodi utili per condividere video, che insieme alle foto vanno per la maggiore. Sono tutti servizi validi, che si differenziano solo per le modalità d'uso. A voi scoprirlo. Eccovi l'elenco:

Alcuni strumenti, un tempo disponibili solo in software specializzati e dal costo vertiginoso, iniziano a spuntare "come funghi" nella rete. Per chi ha necessità di eseguire piccoli ritocchi o dare un tocco professionale alle immagini è ora disponibile online un'applicazione nata in precedenza per Adobe Ajax, Tilt-Shift Generator.
In pratica si tratta di una funzione che tende a sfocare una foto partendo da un punto a piacere e scegliendo l'intensità di intervento. Il risultato è simile a quello che potete vedere nella foto qui sopra.
I migliori risultati si possono ottenere su paesaggi e foto panoramiche.

La capacità umana di "cavalcare l'onda" del momento sembra non avere limiti. Perchè quindi non sfruttare qualcosa di famoso per poter fare pubblicità ad una nostra attività? Questo sembrano aver pensato i proprietari di un negozio di frutta e verdura libanese, che non si sono fatti scrupolo di mettere una bella insegna "Google" uguale al 100% all'originale.
Tra i tanti prodotti venduti, a quanto letto, spicca un tipo di anguria chiamata "earth". Quindi, se capitate da quelle parti, non mancate di assaggiare una fetta bella fresca di Google Earth... gancjo...

Technorati tags:

Ubuntu: diamo voce ai nostri file di testo

Scritto da Massimo Ferraris martedì 21 luglio 2009 0 commenti

Una delle cose che caratterizza Ubuntu è quella di essere un sistema a 360°, con software che spazia in tutte le direzioni e campi di applicazione. Se a programmi professionali si affiancano quelli ludici, non mancano neppure alcuni software che nascono per il solo scopo di testare la qualità e la poliedricità di Ubuntu.
Gespeaker ne è un esempio; il suo scopo è quello di riprodurre con voce il più possibile simile a quella umana un file di testo oppure poche frasi che possono essere digitate nella casella della GUI.
Installandolo il programma riconosce subito l'idioma della macchina su cui si trova e propone l'interfaccia ed i comandi nel giusto linguaggio.
Il supporto linguistico è notevole, per cui possiamo divertirci a sentire pronunciare una frase italiana nei vari accenti. Possono essere modificati il timbro (maschile, femminile e sussurrato in varie "salse"), la velocità di pronuncia e il ritardo tra una parola e l'altra.
Chi avesse bisogno di salvare il dialogo lo può fare tramite il pulsante "registra".
Per installare Gespeaker, arrivato alla versione 0.6, apriamo il terminale e seguiamo i passi sotto indicati:
  1. aggiungiamo il repository alla sources.list con  sudo wget -O /etc/apt/sources.list.d/ubuntutrucchi.list \
    http://www.ubuntutrucchi.it/repository/ubuntutrucchi.list
  2. importiamo la chiave wget -O - http://www.ubuntutrucchi.it/repository/ubuntutrucchi.asc | \
    sudo apt-key add -
  3. quuindi installiamo con sudo apt-get update && sudo apt-get install gespeaker mbrola mbrola-es1
Alla fine troverete Gespeaker sotto Applicazioni -> Multimedia.
Buon divertimento... gancjo...

Twitta cosa mangi...

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Giusto per fare un "tour culinario" in giro per il mondo, perchè non andiamo a scoprire ciò che si mangia mentre si "twitta"? Sembra una "sparata", ma invece è tutto vero. Sul sito nom.ms possiamo osservare primi piani di cibo di tutti i tipi: dai semplici "paninazzi" mordi e fuggi sino a vere "opere d'arte".
Tutti possono contribuire a questo curioso progetto. Basta creare un account ed essere utilizzatori di twitter (ovvio...).
Technorati tags:

Organizzare i post in Twitter

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 20 luglio 2009 0 commenti

A volte occorre fare un po' di ordine nel "mare" di post che quotidianamente si riversano sui monitor. Non tutto ciò che viene visionato è utile, tutt'altro, quindi una bella sistemata e ripulita è certamente "d'uopo"...
Se abbiamo bisogno di uno strumento che ci permetta di selezionare i post, eliminare quelli non utili e salvare il tutto in formato HTML o .txt pronto da stampare, dobbiamo assolutamente affidarci a List Of Tweets.
Un semplice (ma efficace...) motore di ricerca, dove poter eseguire la scansione dei messaggi tramite argomento o tramiter il twitter ID.
Il processo avviene per gradi, visualizzati passo passo nel browser, quindi a prova di neonato...
Comodo, veloce e soprattutto free... gancjo...

Vi siete mai chiesti: ma come funzionerà quel software, oppure quel sistema operativo? Installare qualcosa, che poi magari non risponde alle nostre esigenze o che invece reputavamo "eccelso" grazie ai vari forum "di parte", a volte comporta dispendio di lavoro e spazio su hard disk "sprecato"...
Sarebbe bello poterlo provare in anteprima, testandone le qualità, magari senza caricare nulla sulla nostra macchina. Tutto questo giro di parole (fà caldo, sii breve...) ci porta alla scoperta di Click2Tray, un sito contenente materiale open source e tutto utilizzabile tramite browser.
Con una registrazione gratuita (mi pare chiaro...) potremo avere accesso alle applicazioni presenti ed anche a tre sistemi operativi linux (ubuntu, opensuse e centos).
Tra ciò che è possibile provare troviamo ad esempio FileZilla, OxygenOffice, Wordpress, Joomla e Drupla, oltre a diversi utility e software di sviluppo.
Basta cliccare su uno di essi ed attenderne il caricamento. Gli sviluppatori garantiscono compatibilità con le ultime versioni aggiornate di IE, Firefox, Opera e Safari.
Provare per credere... gancjo...

Metti insieme Bing e Twitter

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 17 luglio 2009 0 commenti

Cosa succede quando si "fondono" insieme un motore di ricerca ed un microblogging? Qualcosa di stupefacente, ve lo assicuro! BingTweets è un servizio, ancora in fase beta dove poter conciliare le ricerche ed avere sott'occhio i risultati.
Ho voluto fare un esempio inserendo una parola a caso, la prima che mi è venuta in mente: albicocche.
Nella parte destra dello schermo mi sono apparsi i risultati Bing con ricette, sagre ed altro legati a questo frutto, mentre sulla sinistra sono comparsi, con aggiornamento automatico, decine di post tweet che contenevano all'interno la parola albicocca (selezionata per poter avere un impatto visivo).
I risultati ottenuti possono essere condivisi grazie ad una comoda casella dove viene visualizzato uno short URL.
Insomma, un servizio più che positivo, che vi invito a provare.

Technorati tags: , ,

Condividere foto uscendo dai soliti schemi

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 16 luglio 2009 0 commenti

Ovvero: cercare di dare un tocco diverso ad un'immagine di per se statica. Per pur bella che sia, una foto rischia di passare inosservata nell'oceano di internet (ormai mare non basta più...). Rendere con pochi click il nostro "scatto" un piccolo capolavoro è facile ed immediato, grazie alla rete e a siti che non ci "chiedono nulla", nemmeno l'indirizzo email.
PhotoFunia è uno di questi: un piccolo capolavoro in fatto di inventiva e di ottima qualità in fatto di resa finale.
Il ricco database da cui prelevare il materiale ci permette di incastonare l'immagine scelta in un contesto che può essere statico oppure in  movimento e di ricevere il risultato sotto forma di file da prelevare.
Un limite è dato dal tipo di immagine che si vuole utilizzare; deve contenere almeno un viso, altrimenti il sistema rimanderà un messaggio dicendo che non è possibile processare. Quindi paesaggi, laghi, montagne e primi piani di muri bianchi sono caldamente sconsigliati... gancjo...

Il primo romanzo in Twitter

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 15 luglio 2009 0 commenti

Per sfatare il limite dei 140 caratteri, un "virtuoso"  scrittore e "twittiano doc" americano ha deciso di pubblicare un intero romanzo. Mi rendo conto che l'impresa sarà stata titanica, poichè racchiudere in post il "malloppo" ha richiesto la pubblicazione di 3692 tweets da 130 caratteri per un totale di circa 480.000!!!
Il romanzo, intitolato "La rivoluzione francese" risulta quindi un infinito sequel di post, non proprio il modo più comodo per gustarsi un libro.
Un "tanto di cappello" per il coraggio (e la voglia...) allo scrittore, Matt Stewart, e al suo libro, che potrete gustarvelo qui.

Technorati tags: 

Photosnack offre un ottimo servizio gratuito legato alle immagini. In un sito di indubbia qualità professionale possiamo trovare tutto l'occorrente per creare album fotografici in formato slideshow.
Attraverso un nutrito numero di modelli predefiniti possiamo procedere alla creazione di un collage fotografico, avendo la possibilità, tramite le opzioni, di posizionare le immagini come vogliamo e decidere in che modo navigare tra di esse.
Ogni album creato ha il proprio URL che può essere condiviso con le principali reti sociali tramite pulsanti appositi.
Nonostante il servizio sia gratuito, è possibile accedere a quelloa  pagamento, dove oltre un notevole aumento di spazio possiamo eliminare il logo che è presente in ogni immagine della versione free.

Ubuntu: Fotoxx 7.5

Scritto da Massimo Ferraris martedì 14 luglio 2009 0 commenti

Il fotoritocco, che sia per lavoro o per diletto, comporta sempre un uso del pc legato a programmi a volte estremamente complicati. Il più delle volte quello che dobbiamo fare è rimuovere gli occhi rossi, eliminare alcuni particolari oppure ridimensionare le immagini. Tutte funzioni che ogni "minimo" software dedicato ha il dovere di possedere, altrimenti a che servirebbe?...
Con Ubuntu, oltre allo splendido Gimp, possiamo fare tutto questo usando ad esempio Fotoxx, giunto alla versione 7.5.
Le principali caratteristiche, oltre alla semplicità d'uso che ne fanno uno tra i più quotati applicativi di fotoritocco, sono:
  1. supporto multilingua;
  2. possibilità di importare immagini RAW da una fotocamera;
  3. eliminare occhi rossi;
  4. ruotare, selezionare e ridimensionare immagini;
  5. regolazione automatica e manuale dei colori;
  6. possibilità di trasformare le foto in scala di grigi;
  7. aggiungere informazioni come data, nome e altri dati;
  8. creare una foto panoramica partendo da due immagini;
  9. masterizzare in automatico tutto il contenuto selezionato su CD o DVD tramite brasero.
Insomma, un buon rapporto qualità/prestazioni che vale la pena avere a portata di mouse. Il pacchetto .deb lo potete scaricare da qui.

icone twitter per tutti i gusti!

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Attirare "seguaci" su twitter vuol dire anche farlo con i mezzi giusti. Il triste uccellino che di solito accompagna la altrettanto triste dicitura "follow me" di solito viene bypassata, a meno che ciò che si offre è di indubbia qualità.
Chi invece vuole invogliare eventuali follower lo può (e deve) fare attraverso icone più simpatiche e scherzose.
In rete e ne trovano tante (troppe...) e per tutti i gusti. Evitando quelle a pagamento, che personalmente reputo ridicole (chi ha voglia di spendere quando si può avere gratis...), con una semplice ricerca tramite il "deus ex-machina" Google se ne possono scovare a decine.
Di seguito vi linko alcuni siti dove poter prelevarne "a piene mani".
Wefunction.com
Inpiredm.com
Saca100.com
Webdesign.fm
Web-kreation.com
Productivedreams.com
Monkeyworks.wordpress.com

Technorati tags:

Ubuntu: navigare tra le stelle

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

In attesa di poter fare "un salto" sulla luna, grazie al nuovo servizio che Google si prepara a lanciare per il 40° anniversario dello sbarco sul nostro satellite, possiamo fare un giro tra le stelle grazie a Celestia e ad Ubuntu.
Si tratta di un simulatore spaziale in 3D che ci permette di viaggiare attraverso il sistema solare ed oltre. Con una scelta di oltre 100.000 stelle, le galassie limitrofe saranno raggiungibili in pochi click.
L'interfaccia è molto curata e ci assiste nella scelta del "viaggio". L'applicazione dispone inoltre di un considerevole numero di add-on che espandono la nostra voglia di emulare la USS Enterprise. E' prelevabile gratuitamente da qui.
Alla via così!... kirk gancjo...
Technorati tags: ,

Metti un Kubuntu in salsa Hannah Montana nel pc

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 13 luglio 2009 0 commenti


La versatilità dei sistemi linux sembra non abbia limiti. Personalizzazioni e distribuzioni mirate ad un tipo di utente non mancano sicuramente, ma sino ad oggi non avevo ancora visto un sistema "travestito" da Hannah Montana.
E' toccato a Kubuntu e sicuramente farà felice più di un fan della cantante-attrice-fenomeno americana.
Se questo può servire ad avvicinare le nuove generazioni a Linux, ben venga! Il sistema è un classico Kubuntu al quale è stato fatto un po' di restyling grafico, associando icone e suoni ad Hannah. Il risultato finale è ottimo (ammetto che ho dovuto "sacrificare" il vecchio portatile...) e a prima vista mi sembra più veloce del solito.
Lo potete trovare qui, per la gioia di figli(e), fidanzate e mogli che si credono ancora delle adolescenti... ehm!... gancjo...

Inventiamo foto mosaici

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


I foto mosaici, ossia quelle immagini crete da tante piccole foto che unite sapientemente danno quell'effetto "gradevole" di cui potete vederne un esempio qua sopra.
Un tempo venivano "assemblate" a mano da veri artisti del genere, frugando tra migliaia di foto ed avendo come soli strumenti tanta inventiva, pazienza ed estro creativo.
Ora, da veri pigri ma desiderosi di poterlo fare "anche noi", ci affidiamo al pc e lasciamo fare tutto a lui, grazie a software come Foto-Mosaik Edda (windows only...). Prima di procedere alla creazione di una nuova Gioconda, dobbiamo tenere "sotto mouse" un database di almeno 2000 foto, possibilmente di alta qualità, quindi date fondo alla vostra raccolta di "vacanze digitali" o saccheggiate Flickr.
Il programma le carica sul server (lo fa solo la prima volta che lo usiamo) ed impiega mediamente dai 10 ai 20 minuti, dopodichè si passa alla scelta dell'immagine finale e la grandezza in pixel.
Diamo invio ed aspettiamo altri 20 minuti. Alla fine vi accorgerete che l'attesa ne è valsa la pena... gancjo...


SupaLogo per scritte veloci

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Quando si ha bisogno di crerare un logo da inserire in un contesto e non si ha il tempo per farlo con programmi specifici si può sempre ricorrere alla "cara e vecchia rete". Qui i siti non mancano e neppure manca la qualità che si cerca.
Nel caso di scritte veloci vi consiglio SupaLogo, dove senza troppe pretese potrete generare scritte come quella che vedete qui sopra. Le scelte sono limitate al carattere (da scegliere tra una decina), la dimensione, lo spessore dei contorni ed i colori in primo piano e di sfondo.
Il risultato è alquanto rapido e può essere cambiato a piacimento. Quando sarete soddisfatti poterete scaricare l'immagine oppure copiare il link generato dal sito.
Il tutto "a gratisss" e senza bisogno di registrazione.

EA regala il gioco gratuito Battlefield heroes

Scritto da Massimo Ferraris sabato 11 luglio 2009 0 commenti


Gioci online ce ne sono tanti e di ottima fattura, forse per questo anche la EA si è voluta cimentare regalando un gioco gratuito dal titolo Battlefield heroes.
Una grafica accattivante, già godibile appena ci si collega, ci accompagna dalla registrazione sino al gioco vero e proprio.
EA ha voluto creare un gioco adatto a tutti i pc e a tutte le connessioni internet, dando la possibilità di configurare il gioco adattandolo alle proprie esigenze.
Per poter giocare occorre accettare l'installazione di un plugin per il browser usato, che sarà quindi già disponibile ogni volta che ci si collega. Quello che sosprende è la grafica, molto vicina a quella dei cartoon, che dà un senso di coinvolgimento più realistico.
Se cercate movimento o azione in stile guerriglia ne rimarrete soddisfatti: sono infatti disponibili i mezzi più comuni, come aerei, carri armati, jeep, moto ed armi in quantità.
Vi consiglio di provarlo, solo per avere una vostra impressione... gancjo...




Il grosso lavoro portato avanti da Google inizia a dare i suoi frutti anche sui sistemi Linux. Poter far girare applicazioni in flash sino alla versione precedente comportava "dolore e disperazione".
Ma ora sembra che tutto questo sia stato sistemato ed anche noi poveri "ubuntisti" possiamo installare la nostra bella copia del browser completa e funzionante,
Per prima cosa occorre possedere l'ultima versione di Chrome, e per fare ciò conviene aggiornare i repository. Quindi apriamo il terminale e digitiamo:
sudo sh -c "echo 'deb http://ppa.launchpad.net/chromium-daily/ppa/ubuntu jaunty main' >> /etc/apt/sources.list"
Importiamo la chiave GPG:
sudo apt-key adv --keyserver keyserver.ubuntu.com --recv-keys 4E5E17B5
Diamo una bella "rinfrescata" al sistema:
sudo aptitude update
A questo punto abbiamo tutto l'occorrente e con tre comandi installiamo browser e flash:
sudo aptitude install chromium-browser
sudo aptitude install flashplugin-installer
sudo cp /usr/lib/flashplugin-installer/libflashplayer.so /usr/lib/chromium-browser/plugins
L'ultimo comando dice al sistema di copiare il plugin flash nella cartella "plugin" di Chrome.
Riavviamo e gustiamoci qualche filmato tramite Chrome... gancjo...


Un tool completo per la cattura e modifica di screenshot

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 9 luglio 2009 2 commenti

Sono perennemente alla ricerca di web applications in grado di poter intervenire sulle immagini, in modo da appesantire il meno possibile il pc. Se ne trovano molte in giro e parecchie valide (digitando web applications nella casella di ricerca in alto a destra ne troverete da me recensite...), ma niente al confronto della praticità che regala Aviary.
Supponete di voler catturare una pagina web, intendo dall'inizio alla fine, non solo la porzione visualizzata, e di volerlo fare senza bisogno di plugin inseriti nel browser. Esiste un piccolo trucchetto per fare questo, e funziona al 100%. Basta digitare nella barra degli indirizzi, prima dell'URL (davanti a http://..., tanto per intenderci) aviary.com/ e premere invio.
In poco tempo, a seconda della grandezza, vi rimanderà un'immagine completa, inserita in un piccolo editor attraverso il quale poter eseguire delle semplici modifiche grafiche. Il tutto poi può essere salvato sul disco fisso, su un host, oppure trasferito ad un servizio di modifica immagini veramente completo e ricco di funzioni.
Non perdo altro tempo per spiegare ciò che è più facile comprendere digitando la "parolina magica" aviary.com davanti all'URL preferito... gancjo...

Sembrano passati secoli da quando Technorati sembrava l'unico punto di riferimento per blogger "virtuosi". Si scriveva un articolo, si attendeva che facesse "furore" e scalasse "la classifica"...
Poi il tempo è passato ed altri servizi simili sono stati creati, per cui il "povero" Technorati ha dovuto fare i conti con una popolarità in calo e un "introito" via via sempre più esiguo.
Ora cerca di trovare uno spunto per un rilancio creando Twittorati, che come dice lo slogan è il punto d'incontro tra la blogosfera e la twittosfera.
Twittorati mostra i 100 blog più attivi ed influenti, mostrando i risultati in base a link e qualità di argomenti contenuti.
Ma la sfida non si limiterà solo a questo: il progetto prevede l'indicizzazione di tutti i blog che utilizzano il servizio di Twitter come ulteriore "veicolo di trasmissione".
Una bella idea davvero innovativa, ma la domanda sorge spontanea: gli altri staranno "al balcone" a guardare o si muoveranno?... gancjo...
Technorati tags: , ,

Metti Google e Bing nello stesso motore

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 8 luglio 2009 0 commenti

Quando si parla di ricerche in rete la prima parola che viene in mente è Google. Fate la prova con qualche vostro amico o collega (io l'ho fatto e ne ho "centrati" 3 su 3...) e vedrete che non mi sbaglio.
Ma ultimamente "all'orizzonte" si stà affacciando Bing, il nuovo motore di casa Microsoft, anch'esso molto sofisticato ed in continua evoluzione. Sicuramente ci sarà una sorta di "frattura" negli utenti quando quest'ultimo inizierà a lavorare a pieno regime...
Ma saranno comunque due "parrocchie" distinte, con pochissimi (diciamo nulli...) punti in contatto. In fondo la guerra alla supremazia significa accaparrarsi qualche miliardo di bei dollaroni e colossi del genere, abituati a colloquiare in ragione di milioni, non si faranno mancare colpi di scena, servizi appetibili per gli utenti e pubblicità sempre più mirata.
Sarebbe bello se tutto questo confluisse in un solo "motore definitivo", ma rimarrà per sempre un'utopia... Si può però cercare di assommare i risultati dei due "colossi" utilizzando il servizio messo a disposizione da Askboth.com. Inserendo il termine di ricerca si aprirà una pagina dei risultati con alla destra Google e sulla sinistra Bing, divisi da una colonna di pubblicità Adsense (Google la spunta sempre...).
Che utilità ha tutto ciò? Sicuramente serve a confrontare i risultati per vedere chi ha notizie o link più "succosi" ed avere in un unico luogo i risultati di ricerca più significativi.
Un plauso a Bruno Barbieri, il suo ideatore... gancjo...

Imparare una lingua con un tutor a scelta

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 6 luglio 2009 0 commenti


Conoscere una lingua al giorno d'oggi è d'obbligo e fondamentale. Le nuove generazioni devono poter far conto su un idioma alternativo con cui confrontarsi con coetanei di altri paesi. Se fino a qualche anno fa l'inglese andava per la maggiore, ora nuove lingue, tra le quali spicca lo spagnolo, sono diventate più "appetibili". Internet, da enorme "fonte" di sapere qual'è, dispone di tutti gli strumenti per una rapida divulgazione, anche linguistica.
Tra i tanti servizi sedicati a tale studio, spicca Lingueo, dove lo studente può scegliere tra oltre quaranta lingue diverse quella a lui più congegnale (o utile...). Legate ad esse sono presenti una lista di tutor che vi forniranno aiuto ed insegnamento attraverso webcam e microfono, oltre che alla correzione dei compiti scritti tramite email.
L'unica cosa gratuita è l'accesso ai video formativi e didattici, mentre le lezioni sono a tariffazione oraria. Basta scorrere la lista dei tutor e scegliere quello a noi più simpatico o economico o maggiormente votato da altri utenti.
I prezzi variano da 5 sino a 50 euro all'ora (come minimo quest'ultimo deve insegnarmi perfino a russare nella lingua scelta...). A fine corso Lingueo rilascia un attestato certificato dal tutor in base al grado di apprendimento raggiunto.


Firefox e l'add-on per Facebook

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Se siete maniaci di Faccialibro (Facebook... ehm...) e usate Firefox come browser preferito, non potete mancare di installare un add-on ad esso dedicato chiamato Boost for Facebook.
In pratica si tratta di una comoda utility che una volta provata non ne potrete più fare a meno. Con essa avrete la possibilità di cambiare l'aspetto alle pagine scegliendo tra le decine di skin disponibili. Inoltre si può scegliere di eliminare la pubblicità per un più rapido caricamento.
Ma le novità non si riassumono solo qui: muovendo il mouse sulle immagini si ha la possibilità di aprirle in full size a schermo intero e l'accesso all'account si può decidere di eseguirlo in automatico, senza l'odioso inserimento di nome utente e password (questo è consigliabile solo se il pc lo usate solo voi).
Per tutto ciò che è possibile fare vi rimando all'installazione: basta cercarlo tramite il menu Tools -> add-on e scrivere Boost for Facebook nella casella di ricerca.


Provare un sito in varie risoluzioni

Scritto da Massimo Ferraris domenica 5 luglio 2009 0 commenti


Quando si crea un blog o un sito, si dà per scontato che tutti lo vedano nello stesso modo in cui lo vediamo noi. Ma non è così.
Differenti utenti hanno differenti schermi, differenti risoluzioni e... differenti problemi di vista!...
Possiamo perciò testare le varie risoluzioni disponibili tramite ViewLikeUs, un comodo strumento online che oltre ai "canonici" formati 800x600, 1280x1024, ecc..., ci mostra anche come lo vedrebbe un utente che usa la Wii e l'iPhone.
Il tutto rigorosamente gratuito... gancjo...


La Norton, passato metà anno 2009, è già pronta al lancio dei due suoi prodotti più "gettonati" in edizione 2010.
Pur essendo ancora in fase beta, la Norton assicura una efficiente protezione sui pc che i "temerari" andranno ad installare.
Molte le novità, sia in fattto di rilevazione virus, trojans e worm, sia da quello della leggerezza sul sistema che lo ospita e la velocità di esecuzione. E' stato infatti messo a punto una sorta di rilevamento delle applicazioni affidabili in modo da saltare la scansione e aumentare la velocità, oltre alla creazione di una cooperazione tra utenti, attraverso la quale si andranno ad individuare file ed eseguibili soggetti ad attacchi.
Insomma, un lavoro piuttosto corposo che la Norton ha deciso di regalare in prova agli utenti Windows. Tutto gratis, ma per quanto tempo non si sà... Per il momento se siete interessati scaricate una delle due versioni da qui.


TwitLogo per scritte in stile Twitter

Scritto da Massimo Ferraris sabato 4 luglio 2009 0 commenti

Per rendere più "twittosa" una scritta di qualsisai tipo, che sia essa destinata al nostro account oppure da inserire in qualsiasi pagina web, possiamo utilizzare un servizio gratuito chiamato TwiLogo.
Il suo uso è semplicissimo: basta digitare la parola o la frase e premere su "MAKE". Sotto di esso apparirà la scritta in versione twitter. E' possibile intervenire sul formato ed i colori, dopodichè si può salvare sul nostro disco fisso.
Non c'è limite di utilizzo e non viene richiesto nessun dato personale per il suo utilizzo.
Technorati tags:

Un motore di ricerca per icone

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Avete "fame" di icone per  il votro desktop o per associarle alle applicazioni preferite? Allora fate un salto su IconFinder, dove potrete scegliere quella che fa per voi tra le 90.000 disponibili.
La ricerca può essere fatta in 3 modi: sfogliando le immagini, scegliendo per tipologia o facendo una ricerca tramite tag. Inoltre un'ulteriore "scrematura" può essere eseguita impostando alcuni filtri (dimensione, colore di sfondo, formato PNG o ICO).
Ogni mmagine è corredata da una serie diinformazioni, come ad esempio l'autore o il tipo di licenza.
Per prelevarle è sufficiente cliccare su una di esse e scegliere il formato di download, senza bisogno di registrazione.
Technorati tags: ,

E se vuoi anche in

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel