• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Farmville e il trucco della mucca

Scritto da Massimo Ferraris sabato 31 ottobre 2009 0 commenti


Questo è uno di quei trucchetti che la Zynga non tarderà a sistemare. In pratica si tratta di avere mucche all'infinito sino a quando non avremo il Dairy Farm pieno.
Il Dairy Farm è il nuovo gadget messo a disposizione che si trova nel Market. E' una sorta di stalla attrezzata alla mungitura, dove possiamo inserire le "dolci" bestiole sino ad un massimo di 20 unità.
Per sfruttare il trucchetto occorre visualizzare in primo piano nella finestra il Dairy Farm, aprire i gifts dove avremo la mucca, spostarla immediatamente nella stalla senza posarla per terra (altrimenti addio trucco) e tornare alla sezione gifts. Come "per magia" ritroveremo la "bestiola" e la potremmo nuovamente spostare.

Ubuntu 9.10 Karmic Koala pronto e disponibile

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 29 ottobre 2009 0 commenti


Ci siamo, da poche ore è disponibile il download di Ubuntu 9.10. Come sempre i server della Canonical soffrono l'intasamento dovuto all'enorma quantità di accessi. Io ho scaricato l'immagine un'ora fa e ci ho messo circa 15 minuti, usando il canale ufficiale italiano Ubuntu-it.
Nella home page trovate il link al download, quindi che aspettate: collegatevi, cliccate, scaricate, masterizzate, installate ed infine gustatevi il Koala!... gancjo...

Come resettare le impostazioni video della PS3

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 28 ottobre 2009 0 commenti


Forse la maggior parte di voi usano la PS3 attaccata al proprio monitor o televisore e questo tipo di problema non lo riscontreranno mai, ma per chi invece si trova a dover trasportare la console "fuori casa" per vari motivi, potrebbe incorrere nell'inconveniente dello schermo fuori sincrono.
Non serve disperarsi e correre al più vicino centro di assistenza, bensì esiste un semplice trucchetto che riesce a mettere a posto le cose.
Basta semplicemente spegnere la PS3 e riavviarla avendo l'accortezza di tenere sempre premuto il tasto di accensione, sino a quando sullo schermo non viene visualizzato qualcosa.
Questo procedimento azzera le impostazioni video portandole a quelle base compatibili con tutti i tipi di TV o monitor. A questo punto potete entrare nella pagina della configurazione e settarla ad hoc.
Una volta tornati a casa sarà necessario ripetere il procedimento.

Un recupera-file sicuro e gratuito

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Mi rendo conto che nonostante l'attenzione che uno profonde nella gestione dei propri files, capita a volte che inavvertitamente un click troppo veloce possa creare danni all'apparenza senza soluzioni.
Il cestino, quel "meraviglioso" strumento in cui gettare ciò che non serve, ma che si ha sempre timore di svuotare perchè il suo contenuto è una sorta di "ultimo archivio" in cui andare a "rovistare", ha la brutta abitudine, una volta svuotato, di non lasciare più traccia del contenuto.
Allora la disperazione ci assale e cerchiamo in tutti i modi di poter veder "riapparire" il file perduto.
Recuva è la giusta cura al problema. Questa applicazione freeware dall'interfaccia professionale è un ottimo strumento in grado di ritrovare quei files creduti perduti.
Facendolo partire esegue una scansione dell'intero sistema proponendo anche file eliminati da parecchio tempo, perchè ricordatevi che Windows "non butta via niente" (e questo spiega la pesantezza di cui soffre col passare del tempo) e tutto può essere quindi recuperato.
Un ottimo strumento da inserire nella famosa "cassetta degli attrezzi"... gancjo...


Quale utente di Windows non conosce CCleaner? Pochi, forse solo quelli che usano il pc "passivamente" e si spaventano quando trovano un'icona non più al suo posto...
Per chi invece ci convive e lo utilizza per ogni scopo possibile avrà avuto a che fare con questo "pulitore" universale in grado di risistemare hard disk e registro di sistema. La nuova versione si è adeguata ai tempi ed offre pieno supporto a Windows 7, oltre ad aver implementato nuove funzionalità tra cui l'integrazione con AVG antivirus 9.0 e la rimozione di alcuni bug che potevano mettere a rischio l'integrità della macchina.
CCleaner è disponibile in 3 versioni scaricabili dal sito del produttore.

Spreeder per allenarsi alla lettura veloce

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 23 ottobre 2009 0 commenti


Ho sempre sognato di poter leggere un libro al giorno, la sera prima di addormentarmi. Avere un "super potere" alla Superman tramite il quale riuscire a "fotografare" le pagine mentalmente sfogliandole. Sogni di bambino che mi sono portato dietro sino all'età adulta.
Ma questi piccoli sogni possono essere in parte realizzati, anche se non in modo totale, sempre ricorrendo a mezzi collaudati da eminenti studiosi che lavorano per testare le capacità umane. Il cervello, questo strumento meraviglioso che può essere educato per fare le mille cose che la quotidianità ci propone, può diventare uno srumento in grado di apprendere più velocemente i caratteri scritti.
E' la tecnica su cui si basa la lettura veloce, una sorta di palestra nella quale singole parole o simboli ci vengono proposti a velocità variabili per testare la capacità cerebrale di apprendimento e cognizione.
Spreeder ci offre questo, grazie ad una casella in cui inserire il testo e una serie di variabili da modificare a piacimento. Per provare conviene fare copia/incolla di un testo sconosciuto e cliccare sul tasto play. Le paraole inizieranno ad apparire una dopo l'altra, mentre le frasi ed il senso del contenuto si farà "strada" nella mente.
Provate con le impostazioni standard e se riuscite a capire tutto vuol dire che siete in grado di aumentare la velocità ed in questo modo allenare il cervello alla comprensione veloce del testo.

Una raccolta di estensioni per Chrome

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 22 ottobre 2009 0 commenti


O lo si odia o lo si ama, non ci sono vie di mezzo. Parlo di Google Chrome, il famoso browser che lascia con la bocca amara tutti quelli che vogliono provarlo passando prima da Firefox.
Questo perchè, a differenza del collaudatissimo browser di Mozilla, lamenta una mancanza di estensioni (le famose add-on) che non esistono o che sono difficili da scovare.
Ma qualche "anima buona" ha pensato di colmare la lacuna e l'ha fatto creando il portale Chrome Extensions, una sorta di "scatolone" dove vengono accumulati tutti i plugin, add-on temi e quantyaltro sia legato al mondo Chrome.
Il tutto è molto ben fatto e coinvolge i visitatori e gli utilizzatori, che possono collaborare segnalando nuovi applicativi oppure lasciando giudizi su quelli già presenti.
Il sito non ha alcun legame con Google, ma gli sviluppatori "furbescamente" sperano in un aggancio con "la madre di tutti i motori" per poterne ricavare un po' di soldini... gancjo...


Le web applications stanno ormai raggiungendo livelli degni dei programmi per PC più blasonati. E' la nuova sfida del tempo che verrà, dove ci sarà molto meno "disco duro" nel nostro computer e tanto spazio da condividere "sparso" per la rete.
Myna (un'altra idea di Aviary) è un esempio di questo tipo di software, nato e sviluppato per accontentare chi ama manipolare files audio. L'interfaccia ricorda completamente un mixer tradizionale, nel quale possiamo inserire sino ad un massimo di dieci tracce. Ognuna è gestibile separatamente tramite gli strumenti tipici per questo tipo di applicazioni.
Unico limite è la durata del pezzo finale che non può superare i cinque minuti, ma che comunque rispecchia lo standard tipico di una canzone.
Il lavoro può essere salvato sul web o in locale. La prima opzione è molto utile nel caso si voglia comporre a più mani, mentre la seconda serve se vi state studiando la hit del momento e la volete tenere segreta sino all'ultimo.
In ogni caso è da vedere e provare... gancjo...

The Ubuntu Museum

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 21 ottobre 2009 0 commenti


Vi ricordate il lontano ottobre 2004, quando un misterioso Warty Warthog si prefiggeva di essere il sistema operativo del futuro? Dietro a quel nome curioso si nascondeva la prima versione ufficiale di Ubuntu, la 4.10.
Son passati solo 5 anni, ma in verità sembrano molti di più, vista la strada che ha fatto ed il mercato che è riuscito a conquistare Ubuntu.
Cinque anni e dieci versioni che hanno portato il progetto alla versione in imminente uscita, sempre più bella, stabile e ricca di contenuti.
Anche se un lustro non è paragonabile ad un'eternità, c'è chi ha pensato di creare un museo Ubuntu, appunto il "The Ubuntu Museum".
In questo sito "altamente celebrativo" possiamo visionare gli screenshot e i video di boot di tutte le versioni. Inoltre abbiamo la possibilità di scaricare il file immagine di ogni versione, a scopo più che altro nostalgico.
Una bella idea che a detta degli inventori prevederà ulteriori sviluppi, arricchendosi in contenuti, articoli e altro tutto da scoprire.
Sicuramente merita un giretto... gancjo...

Ubuntu: DivFix++ un player video con una marcia in più

Scritto da Massimo Ferraris domenica 18 ottobre 2009 0 commenti


Per chi usa amule o programmi p2p per file torrent, sà quanto è difficile sapere se quello che stiamo "prelevando" sia effettivamente ciò che crediamo.
I programmi di anteprima presenti sul pc hanno la brutta abitudine, il più delle volte, di non funzionare, se non dopo un abbondante 50% del download.
DivFix++ è una semplice applicazione che funziona sia in forma grafica che da terminale, creato apposta per riuscire a vedere i file video .avi durante lo scaricamento. E non si limita solo a quello: il prefisso "fix" indica la capacità di correggere le tabelle del file .avi in presenza di errori.
Può essere scaricato ed installato con doppio click dai link sottostanti, scegliendo il tipo di processore in vostro possesso:


Divertente e curioso il servizio messo a disposizione da Robo.to, dove tramite la nostra webcam possiamo registrare microfilmati della durata di quattro secondi.
L'intento è quello di poter esprimere in questo breve lasso di tempo qualcosa di divertente e spassoso.
Registrandoci gratuitamente avremo la possibilità di iniziare la registrazione che è priva del sonoro. A supporto di questo è previsto l'inserimento di un testo che accompagna il "frammento di vita".
Il risultato, oltre che sul sito, può essere trasmesso e condiviso sulle principali reti sociali quali Twitter, Facebook, MySpace e simili.


Ammettiamolo tutti che non possiamo più fare a meno di Facebook. Questo social network, nato dalla mente di un geniale ragazzino e divenuto in un lustro il fenomeno di massa mondiale per eccellenza è parte integrante della nostra vita.
Inutile dire "io ci faccio un salto ogni tanto", oppure "vado solo per vedere le mie coltivazioni su Farmville, Far Town e Lil Farm", tutte bugie: facebook sta agli "internauti" come la volpe alla famosa uva.
Crea dipendenza e lo fa in modo subdolo, senza che ce ne accorgiamo. Stiamo "solamente!!!" controllando i fornelli su Cafè World, quando una notifica spunta e ti invita a provare il tale quiz, il tal'altro giochino flash, qualcuno ti manda una rosa, altri chiedono coccole e via di seguito. La "manina" trema un attimo ed improvvisamente il puntatore clicca ed addio....
Firefox non poteva stare certo indietro e quindi esimersi dal creare qualcosa che potesse farci ancora più male: una bella toolbar in modo da avere sempre disponibili i principali strumenti tipici del social network. Notifiche, condivisione di foto e documenti, instant messanging, ricerche veloci e altro ancora, tutto a portata di mouse.
Riusciremo ad uscirne?... gancjo...

Scoprire chi ci plagia

Scritto da Massimo Ferraris sabato 17 ottobre 2009 0 commenti


Essere blogger, a mio parere, nasce dalla voglia di comunicare. In primo luogo si deve avere una certa propensione alla scrittura, unita alla curiosità verso argomenti che possono essere anche di tipo diverso tra loro, ma con un unico denominatore comune: la divulgazione.
Mantenere in vita un blog richiede una certa dose di fatica, spazio da ritagliare quotidianamente e ricerca continua di argomenti. Ma chi lo fa (come il sottoscritto) non lo considera un lavoro, bensì un piacere. Le notizie in rete ci sono e "mulinano" a velocità impressionante; stà a noi cercare di captarne alcune e proporle.
Ma se ci limitiamo ad un copia/incolla la rete finisce per essere una serie infinita di ripetizioni riportate da blog uguali che non hanno molto da raccontare.
Una notizia, invece, deve essere recepita, consigliata, vista con gli occhi di chi scrive e commentata da chi la legge.
Il problema dello "scopiazzamento" è un problema che "infastidisce" il blogger che si sforza di raccontare con parole sue la notizia, ma che comunque non fà dormire "sonni agitati" il "duplicatore".
Detto questo, esiste un modo per frenare il plagio? Direi di no, ma si può comunque scoprire e segnalare. Questo è l'unico modo per limitare i danni, mettere allo scoperto i blog dai contenuti non proprio "cristallini" grazie alle risorse che ci mette a disposizione la rete, come ad esempio Plagium, un sito in grado di identificare il contenuto inserito e di raffrontarlo con il materiale in rete.
Trovato il "plagiatore" possiamo toglierci la soddisfazione di rendere pubblico il suo "vizietto", oppure contattarlo e chiedere che quando si copia qualcosa di citarne la fonte.

Facebook: apparire offline solo a chi vuoi tu

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 14 ottobre 2009 0 commenti


Nonostante soffra di momenti di vero "strazio", durante i quali risulta inaccessibile o peggio impossibilitata a mandare messaggi, la chat di Facebook rimane uno degli strumenti più sfruttati. Facebook aveva in passato "minacciato" di eliminarla dal sito, con il risultato di una insurrezione mondiale nei propri confronti.
Per chi si collega la chat diventa lo strumento che informa gli amici della nostra "venuta", con il risultato di piccole finestrine che si aprono al suono di "ciaooooo", intasando la barra.
Secondo me se hai accettato l'amicizia con qualcuno è "triste" non rispondergli, ma è anche vero che spesso ci sono amici "altamente logorroici" che pretendono di catalizzare la tua attenzione, non permettendoti di fare "intelligentissimi" quiz, oppure piegare la schiena sui campi di Farmville o ancora cucinare per gli "avventori" in Cafe World. Come fare quindi a "scremare", magari momentaneamente, gli amici online, senza ricorrere allo stra-abusato "passa offline"?
Semplice, grazie ad una opzione presente proprio nel menu della chat. Cliccate su "liste di amici" e creiamo una nuova lista che chiameremo ad esempio "pesanti..."; a questo punto, sempre con la finestra aperta, passiamo alla lista di amici e trasciniamo le icone di quelli "incriminati" al suo interno.
In questo modo risulterete ad essi offline sino a quando non deciderete di toglierli dalla lista "pesanti...", mentre per gli altri sarete presenti ed operativi.

Facebook: un trucchetto per Farmville

Scritto da Massimo Ferraris martedì 13 ottobre 2009 0 commenti


Forse non avrò scoperto l'acqua calda, ma mi è capitata una cosa curiosa giocando con Farmville. Mentre stavo zappando le zolle, cliccando col mouse su di esse, mi sono accorto che l'avatar non era nei paraggi, bensì chiuso in un angolo tra due staccionate. In questo modo la percentuale di lavoro continuava a scorrere sulla testa dell'omino, ma la velocità di zappatura aumentava notevolmente. Questo sino a quando la porzione di terreno non permetteva all'avatar di imboccare la strada giusta e posizionarsi sulla zolla cliccata.
Allora mi è venuta l'idea "lampante" di creare una sorta di gabbia per l'omuncolo dove "imprigionarlo" per tutta la durata della sessione di gioco, proprio come vedete nell'immagine qui sopra.
Devo dire che ha funzionato a meraviglia e ho "scorrazzato" per i campi in lungo e in largo divertendomi a zappare una zolla qui e una la, seminare e raccogliere senza bisogno di aspettare che il contadino raggiungesse la porzione di schermo.
Purtroppo il lavoro di chiuderlo dietro le sbarre deve essere fatto ogni volta che si inizia una sessione di gioco.
Ma ho già un'altra idea, che però comporta l'eliminazione di una parte di terreno: costruire la gabbia proprio nel punto in cui appare di solito.
Chi avesse voglia di provare, o conoscesse altri trucchi me li faccia sapere che li trasformo in post... gancjo...

Yahoo Meme il Twitter migliorato

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Yahoo Meme è stato definito da molti il "Twitter migliorato", vista l'affinità con il microblogging più famoso al mondo.
Cosa lo contraddistingue da quest'ultimo è la possibilità di essere "meno limitati" nella scrittura dei post, passando dai "canonici" 140 a 2000 caratteri.
Ma le migliorie non finiscono qui: all'interno del post possono essere inseriti filmati presi da Youtube o similari, file audio mp3, foto e quant'altro di multimediale ci venga in mente di condividere. Altra novità interessante è la possibilità di immettere tag HTML che verranno correttamente visualizzate.
Insomma, un ottimo servizio fornito da Yahoo, che dopo una prima fase di sperimentazione fruibile solo su invito, ha iniziato la sua avventura verso il grande pubblico.
L'unica pecca è forse quella di essere uscito troppo in ritardo rispetto a Twitter, ostacolo che renderà più dura la scalata al successo, ma con alle spalle uno dei "mostri sacri" dei motori di ricerca Meme non avrà fretta di essere conosciuto ed usato.
Per adesso è disponibile in pochi idiomi, tra i quali (chiaramente!....) l'italiano è escluso. La registrazione è gratuita ed è possibile accedere se avete già un account Yahoo, altrimenti (lapalisse...) createne uno.
La vostra pagina personale avrà la seguente estensione (metto la mia per esempio, e se volete iniziare a postarmi srà un piacere): http://meme.yahoo.com/gancjo/

Un nuovo servizio per creare banner online

Scritto da Massimo Ferraris domenica 11 ottobre 2009 0 commenti


Quello dei banner è un settore in continuo fermento. Ognuno di noi, nel suo piccolo, sogna di poter creare un banner da poter inserire nel blog in modo da poter far "morire d'invidia" chi viene a visitarci.
Ma per quelli più "puri" che creano e mettono in rete banner con il solo intento di pubblicizzare qualcosa, ed anche per i più "maliziosi" è nato un nuovo servizio offerto da livebannermaker. Senza bisogno di registrazione e con pochi passaggi si possono creare striscioni partendo dalla dimensione e decidendo passo-passo cosa inserire.
Una volta creato si può decidere di salvarlo sul disco fisso oppure di inviarlo ai vari servizi in rete, tra cui gli immancabili MySpace e Facebook.
Da tenere senz'altro nella "cassetta degli attrezzi".


Partito il viaggio verso Ubuntu 9.10 e di conseguenza partita pure la caccia ai gadget in grado di personalizzare la nostra copia del sistema operativo. Tra i più ricercati sicuramente gli sfondi per il desktop, che vi propongo in un unico pacchetto.
Ne avete a disposizione 47, perciò vi sfido a dire che non ce n'è uno che vi piaccia... gancjo...

Tiggin: niente di nuovo sotto il sole...

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 8 ottobre 2009 0 commenti


Tiggin, un nuovo portale microblogging, emula in modo spudorato twitter. Sin dalla home page la scritta "what are you doing now?" (che stai facendo adesso?) ricorda in tutto e per tutto il più "blasonato" servizio.
A che serve perciò tutto questo? Sicuramente a decongestionare un po' twitter, creando servizi simili (che a quanto pare gli utenti gradiscono) e con le stesse funzioni. D'altronde tutti hanno "la bocca sotto il naso" ed è giusto che chi si sforza a fornire un servizio (sempre che sia continuativo...) possa credere e lavorare in qualcosa che gli possa dare almeno da mangiare... gancjo...


La rete, oltre ad essere una fonte inesauribile di notizie, è anche il luogo di svago per eccellenza, grazie agli innumerevoli giochi che quotidianamente aggregano persone di tutto il mondo. Giochi come Ikariam, Farmville e simili hanno fatto la fortuna dei creatori ed un modo di conoscersi e sfidarsi per chi li usa.
PopMog, un sito bilingue (tedesco e inglese), nato da poco più di un mese ma già diventato gettonatissimo, racchiude in un unico portale tutte le principali applicazioni multigiocatore, presentandone di nuove e mettendo in contatto gli utenti tra loro.
Essendo giocati esclusivamente online e via browser chi utilizza tale servizio non deve preoccuparsi del sistema operativo usato, ma gli basta "gettarsi a capofitto nel gioco scelto.. gancjo...


Avere sott'occhio le notizie più interessanti e "fresche" di un blog è un servizio che svolge egregiamente ogni buon lettore di feed RSS, ma per chi non vuole utilizzare tali applicazioni e pretende qualcosa di più può usare ReadFresh.
L'idea degli sviluppatori è tanto semplice quanto utile: riuscire a visualizzare in miniatura le home page dei blog preferiti ordinandoceli per aggiornamento. In pratica, ogni volta che un post viene pubblicato, quel sito viene messa in prima posizione e con un semplice colpo d'occhio possiamo sapere in ogni istante quale blog andare a visitare per leggere la notizia "dell'ultima ora" cliccando sull'icona.
La lista è personalizzabile, grazie alla casella di inserimento. A titolo di esempio, la prima volta che ci si collega comare una lista di blog per far capire il funzionamento; tale lista può essere rimossa e rimpiazzata con la vostra.

Ubuntu: facciamo "il salto" ad Ubuntu 9.10

Scritto da Massimo Ferraris domenica 4 ottobre 2009 0 commenti


Ormai ci siamo, questione di giorni, e con l'uscita della versione beta possiamo praticamente tirare un sospiro di sollievo e procedere all'installazione.
Per avere Karmic Koala sulla nostra macchina, basta fare l'aggiornamento premendo ALT+F2 e digitando nella finestra "Esegui applicazione":
update-manager-d
dopo qualche secondo di ricerca vi dirà che la versione 9.10 è disponibile e se volete fare l'upgrade. Qui sta a voi, ma a mio parere è ormai fattibile; al limite alcuni bug verranno corretti nei prossimi giorni, ma di crash non se ne dovrebbe sentir parlare.
Se invece volete provare l'aggiornamento su un server dovete avere installato l'update-manager-core package, quindi upgradare con:
sudo do-release-upgrade -d
seguendo le istruzione a video.

Ubuntu: DivX Converter 1.5

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Finalmente disponibile la nuova (e stabile) versione di DivX Converter, l'utile applicativo in grado di creare video nel formato DivX compatibile con tutti i principali lettori.
Rispetto alla versione precedente sono stati corretti alcuni bug relativi ai codec ed è stata riscritta l'interfaccia grafica, ora più intuitiva.
Lo potete prelevare ed installare cliccando sul seguente link:

Navigare Flickr da desktop

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 2 ottobre 2009 0 commenti


Flickroom è una comoda applicazione Air per la gestione del proprio account Flickr senza bisogno di accedervi via browser. Nonostante l'interfaccia un po' "spartanetta", possiede alcune caratteristiche che vale la pena segnalare. Oltre alla gestione totale del proprio spazio Flickr e dei contatti, possiamo contare su un motore di ricerca in grado di filtrare ciò di cui abbiamo bisogno. Inoltre abbiamo la possibilità di taggare, commentare e pure di spedire immagini via Twitter.
Una caratteristica curiosa per questo tipo di applicativi è la presenza di una chat. Non male però l'idea di poter scambiare "due chiacchiere" con altri utenti per conoscere, ad esempio, le tecniche fotografiche applicate o per avere notizie sul luogo di ripresa.
Essendo sviluppata in Adobe Air, Flickroom è compatibile con tutte le piattaforme (Win, Mac e Linux).

Il supermercato online del supereroe

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


BSS Co. è un sito e-commerce specializzato per tutti quelli che sono o vogliono diventare supereroi. Subito pensavo si trattasse di uno scherzo, ma poi navigandoci ho scoperto che i prodotti messi in vendita vengono realmente inviati a chi li acquista.
Così, tanto per ridere, provate a farci un giro. Il catalogo è diviso per sezioni: si va dai capi di abbigliamento a tutto il materiale a cui un supereroe non può rinunciare, come ad esempio la pittura invisibile, il rilevatore di alieni, la vernice per creare buchi neri, il liquido antigravità...
Un sito talmente assurdo che sono convinto stia facendo soldi a palate... gancjo...

Costruitevi la vostra chat personale

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 1 ottobre 2009 0 commenti


Chat Maker è un comodo servizio web tramite il quale poter creare chat room personali. Basta inserire il nome che le si vuol dare, ricevere il link e comunicarlo a chi ci interessa. In questo modo possiamo evitare "inquinamenti" da chi non ci aggrada.
Il servizio non si limita solo a questo, ma fornisce supporto per la creazione di chat room utilizzabili su siti web personali, blog, forum e in ogni ambito in cui questa forma di comunicazione serve.


La chat di Facebook, così ampliamente usata dagli utilizzatori di questa "strafamosa" rete sociale, ha la brutta abitudine di "ricordare" solo gli ultimi messaggi scambiati, facendo perdere traccia di quelli più vecchi.
Ma grazie a Firefox ed ai suoi numerosi add-on è possibile eseguire un backup di tutto ciò che ci diciamo con gli amici. Il suo nome è Facebook Chat History Manager e possiede alcune funzionalità che possono essere d'aiuto nel salvataggio delle chat.
La prima è sicuramente quella di poter accedere alla cronologia tramite l'inserimento della password scelta, l'altra quella di eseguire una ricerca per nome utente o data.
Quello che a mio parere manca, e dovrebbe essere implementato nelle prossime versioni, è di poter cercare un messaggio specifico inserendo una parola chiave. Questo comunque nulla toglie all'ottimo lavoro svolto.
Per poter usufruire dell'add-on dovete necessariamente avere già un account Facebook attivo, poichè esso è scaricabile solo dal social network.
Ricordate che tutti i log di salvataggio avvengono in locale, quindi, in caso di formattazioni varie o rimozione del browser Firefox dovrete dire addio a tutto, senza possibilità di recupero (a meno che non salviate i log su un server o periferica esterni)!... gancjo...

E se vuoi anche in

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel