• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Ubuntu: cambiare lo sfondo del desktop in modo automatico

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 29 luglio 2010 2 commenti

Mi piace avere sempre la scrivania rinnovata, per cui scarico ed installo frequentemente nuove immagini di sfondo, che in rete non mancano di certo. Ma la stessa cosa, se uno proprio non ce la fa a farla manualmente, è disponibile tramite un piccolo software, Weblider.
La sua caratteristica principale è sicuramente quella della semplicità d'uso; infatti può essere impostato in automatico, dando la possibilità di scaricare e mostrare foto scelte da lui, oppure intervenire manualmente, dicendogli dove andarle a prelevare (dal proprio account Flickr, ad esempio).
Per il suo utilizzo è richiesta una registrazione gratuita. In questo modo abbiamo libero accesso alla "sconfinata" raccolta di immagini presenti nel suo database.
La nuova versione prevede il supporto per XFCE, oltre che a Gnome e KDE.
Per installarlo dovete prelevare il pacchetto da Getdeb e procedere con il doppio click sul file scaricato, o in alternativa digitate nel terminale il comando:
sudo apt-get update && sudo apt-get install webilder webilder-gnome


Webdigr, altre statistiche per il nostro sito

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 28 luglio 2010 0 commenti

Conoscere, farsi conoscere, condividere, sapere esattamente l'impatto che la nostra "creatura" ha sull arete, i visitatori mensili e giornalieri, il valore in dollari (nel caso volessimo venderlo), fanno parte della curiosità e dei desideri da soddisfare di un blogger.
La rete è invasa da siti di statistica, tutti più o meno meritevoli, quindi non guasta la nascita di Webdigr, dove senza nessuna registrazione richiesta possiamo avere una panoramica del nostro blog, o anche di qualsiasi altro, solo digitando l'URL.
Veloce ed efficace, Webdigr mostra una pagina con i dati principali, aiutandoci a capire dove intervenire per migliorare la visibilità e la condivisione.
Senza infamia nè gloria, ma in ogni caso comodo... gancjo...

Mi piace Chrome, anche se per ora preferisco usare il caro e vecchio Firefox, ma in lui vedo e noto delle potenzialità che presto lo metteranno in concorrenza con i più blasonati.
La possibilità di usare plugin e add-on, già per altro applicata con successo da casa Mozilla, è il futuro di tutti i browser che vogliono predominare il mercato.
In Chrome ho trovato una estensione che permette la ricerca di PPA ( Personal Package Archives) tramite ricerca per nome in una casella di testo, dal nome molto eloquente di PPASearch, e devo dire che funziona egregiamente.
Provate e commentate, grazie... gancjo...

Trova e condividi i video di Facebook

Scritto da Massimo Ferraris martedì 27 luglio 2010 2 commenti

Le "meteore"  che gravitano intorno ai principali social network hanno due caratteristiche principali: l'inutilità e il fatto di essere servizi "parassita". E con questo ho stroncato completamente FaceToFind, un servizio nato apposta per condividere i video che affollano Facebook.
Il mio giudizio è assolutamente personale; c'è sicuramente chi, provandoo, scoprirà di non poterne fare a meno, oppure deciderà di metterlo tra i siti preferiti.
Fatto stà che con esso possiamo prelevare video e renderne partecipe amici e conoscenti, pubblicandoli sul nostro profilo FB o sharandoli in Twitter, MySpace et similia...
Tra le opzioni c'è quella della classifica dei più "gettonati", di quelli appena caricati, dei più curiosi e di quelli più popolari.
Insomma, se vi piace l'idea non mancate di farci un giro... gancjo...

NeoSearch per Windows

Scritto da Massimo Ferraris 1 commenti

Nonostante Windows possieda da sempre la funzione "cerca", tramite la quale è possibile individuare un file all'interno dell'intero sistema, la lentezza di questa esaspera più di un utilizzatore.
NeoSearch si prefigge di velocizzare tutto ciò e lo fa in modo ottimo e del tutto gratuito.
Gira praticamente su tutte le versioni (comprese Win 98 e 2000) e una volta installato procede all'indicizzazione di tutti i file presenti nel computer.
In questo modo ha un database completo e sempre disponibile. Ma la caratteristica più importante è che i risultati di ricerca vengono mostrati mentre si digitano i caratteri, senza bisogno di aspettare il cagnolino scodinzolante...

L'idea è venuta mettendo insieme il download manager Axel con la robustezza ed affidabilità dello "stranoto" comando apt-get. Questo ha fatto si che si ottenesse un mix vincente in grado di accelerare aggiornamenti ed installazione di applicazioni in Ubuntu.
Per poter usufruire di Apt-fast (questo è il nome del comando che andremo in futuro ad usare) dobbiamo per prima cosa procurarci Axel:
sudo apt-get install axel
Ora dobbiamo stare attenti ai prossimi passaggi:
  • scaricare lo script di apt-fast da qui;
  • spostare lo script scaricato in /usr/bin oppure /usr/sbin;
  • rinominarlo in apt-fast, senza l'estensione .sh;
Da terminale digitare ed eseguire:
sudo mv apt-fast.sh apt-fast
Cambiamo i permessi allo script con:
sudo chmod +x apt-fast
A questo punto apt-get è pronto ad essere sostituito con apt-fast.
Conviene fare un update al database con:
sudo apt-fast update
Il comando funziona anche per fare eventuali upgrade di sistema, tramite il comando:
apt-fast dist-upgrade
Grazie ad Axel noterete l'incredibile velocità di download, in quanto, funzionando come un download manager ogni singolo file viene prelevato da più fonti, aumentando in questo modo la velocità di scarico.

Un motore di ricerca che garantisce la privacy

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 26 luglio 2010 0 commenti


Siamo abituati ad usare Google per le nostre ricerche (o almeno, la maggior parte dei navigatori lo fa...), non pensando che tutte le stringhe di ricerca inserite sono pur sempre una traccia. Traccia che significa dare al servizio un motivo per scoprire ciò che ci piace e "ledere" pian piano la privacy che ognuno di noi cerca di custodire geloamente (utopia...).
La pubblicità mirata è solo un esempio di quanto la rete tende a conoscerci, grazie a poche semplici ricerche.
Evitare tutto ciò è impossibile o quasi.
Sulla scia della tutela delle informazioni ad ogni costo stanno nascendo motori che promettono la trasparenza nella navigazione, non acquisendo dati o inserendo cookies nel nostro PC.
Un esempio è DuckDukGo, dalla tipica interfaccia "googleliana", che possiede un buon rapporto chiave di ricerca/risultati.
La privacy è garantita? Non si sa, ma alla lunga, se vogliamo essere sicuri di trovare ciò che desideriamo, torniamo a cadere su Google e simili, con le conseguenze che ben sappiamo... gancjo...

Una ginnastica per gli occhi per chi lavora al PC

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 21 luglio 2010 0 commenti

Occhi stanchi per le troppe ore passate davanti al computer? Se la risposta è si allora vuol dire che fate "tristemente" parte di quella categoria di persone che per "guadagnarsi la pagnotta" devono passare gran parte della giornata a fissare il monitor.
Questo può portare ad una stenchezza visiva che alla lunga provoca problemi di vista, anche se studi hanno dimostrato che la perdita della vista e monitor non hanno nulla in comune... bah!...
Ogni 20 minuti sarebbe comunque utile fare uno stop e distrarsi. Questo viene definito "20 minuti - 20 metri - 20 secondi", ed è una tecnica nata negli States e che provoca buoni benefici. Distrarsi, fissando oggetti ad una ventina di metri per una ventina di secondi aiutano a distendere il nervo ottico e funge come una sorta di ginnastica.
Per non essere obbligati a fissare l'orologio (magari quello nella barra) per calcolare il tempo tra una pausa e l'altra, possiamo ricorrere a comode utility che ci avvertono. Una di queste è Eye Defender, che si installa nella barra di sistema e puntuale come un orologio svizzero ci scandisce i 20 minuti.
Un'altra è Workrave, più completa e con una finestra in cui appare una serie di esercizi, di cui potete vedere un esempio nel filmato.
Provate e rilassatevi...  gancjo...


Visual Training for your Eyes

Ubuntu: Wine 1.2 abbraccia i 64 bit

Scritto da Massimo Ferraris martedì 20 luglio 2010 0 commenti


Una bella notizia per tutti gli utilizzatori di Wine, il non-emulatore Windows più famoso in Linux. Dopo tanta attesa è giunto il momento di mettere le mani sulla nuova versione, la 1.2,  che "digerisce" anche i programmi studiati per ambienti a 64 bit.
L'utilizzo di Wine, nato con l'intento di rendere meno duro il passaggio da casa Microsoft al pinguino, resta comunque uno strumento da usare "con le pinze".
Pensare di far girare i giochi o le applicazioni "più pretenziose" non sempre porta al successo, ma a crash di sistema. L'intento primario di questa applicazione è legato alla possibilità di usare programmi specifici come ad esempio di contabilità, progetto e sviluppo o archiviazione.
A nessuno vieta comunque di provare e riprovare, anche se a mio parere tanti software possono essere trovati ideati per Linux che il più delle volte funzionano meglio... gancjo...

Bloccare il touchpad del notebook

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Capita spesso, specialmente chi opera con sistemi operativi Windows, di digitare "a vuoto" intere frasi, con conseguente "scomodamento" di santi in paradiso... Questo accade perchè mentre si digita inavvertitamente andiamo a scontrare sul touchpad, spostando cursore e freccetta nel posto sbagliato.
Chi usa Linux non incorre in questo problema, perchè l'ambiente Gnome implementa già la funzione di blocco automatico non appena si inizia a digitare con la tastiera in un editor.
Ma per Windows le cose non funzionano così, e quindi occorre installare dei piccoli software che rendano questa funzione disponibile. Uno di questi è TouchPadPal, completamente invisibile, ma che una volta lanciato riesce a risolvere il fastidioso problema.

MyTube 60 per un mix di video

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


L'idea è simpatica e sicuramente di futuro successo. Prelevare filmati da Youtube e poterli unire tra loro è un modo per avere tutti insieme i progetti di un autore o di un gruppo musicale e poterli avere a disposizione senza dover eseguire ricerche singole.
L'uso è semplice e l'operazione di mixaggio viene eseguita online direttamente dalla home page di MyTube 60.

Ubuntu: configurare modem ADSL USB

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 19 luglio 2010 0 commenti


Se volete andare lisci come l'olio, senza paura di impazzire tra drive compatibili e altri "intoppi" del genere, mentre siete in procinto di collegare il nuovo modem alla distribuzione Ubuntu, potete stare tranquilli ed usare UbuDSL.
Questo software, facile ed intuitivo, si occupa di fare tutto il "lavoro sporco" per noi, configurando automaticamente il modem.
C'è però un limite al suo utilizzo: il modem deve necessariamente lavorare usando driver del tipo eagle-atm, speedtch, cxacru e unicorn II.
Gli sviluppatori promettono per il futuro più compatibilità, quindi si tratta di un progetto destinato ad evolversi.
Per fare nostro questo "tesoro" dobbiamo solo prelevare il pacchetto da qui, installarlo e farlo partire da terminale con:
sudo dpkg -i ubudsl_1.0.0.77-7_debian_testing_i386.deb


Convertire online qualsiasi file

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


In un unico sito, con pochi passaggi, è possibile eseguire conversioni, senza bisogno di software installato o "voli pindarici" su Google alla ricerca della web applications giusta. Online Convert, dal nome tanto esplicativo quanto banale mette a disposizione una vera miniera di possibilità. Audio, video, grafica, documenti, ebook e tabelle hash trovano posto nella home page, da cui, tramite una casella di caricamento ed un tasto "GO" per dare inizio al processo di conversione, possiamo ottenere il "prodotto finito".
Questo può essere prelevato direttamente, inviato via mail o lasciato online per un prelevamento futuro, tenendo però conto che il file trasformato sarà disponibile solo per 10 download o per un periodo massimo di 3 giorni.
Altro sito da mettere nella famosa "cassetta degli attrezzi"... gancjo...

La... tristezza di Nero Burnlite 10

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Non sono mai stato un grande amante di questa suite, ma dopo l'ultimo "regalino" offerto da Nero mi rendo conto che in rete esistono molti altri software di masterizzazione (freeware...) che possono benissimo reggere il confronto con la sua versione a pagamento.
Mettere a disposizione un prodotto come Nero BurnLite 10 può sembrare di avere tra le mani il meglio del meglio, ma non è così. Il programma ci permette la sola masterizzazione di file o immagini su CD e DVD, con poche altre possibilità, mentre è totalmente assente il supporto Blu-ray e, ancora più "triste", la possibilità di operare con file audio.
Quindi, se avete solo bisogno di un programma per mettere su disco files, vi conviene continuare ad usare la funzione presente in Windows... gancjo...


Le distanze ormai sono praticamente azzerate. Persone che fanno parte di un team, ma che abitano "sparsi" per il mondo possono riuscire a lavorare nello stesso momento ad un unico progetto grazie alla rete.
Tutto questo tramite email, spazi web condivisi e siti come ad esempio quello di Crocodoc. Qui infatti è possibile fare l'upload del documento, in molti formati diversi, ed iniziare a lavorarci. Chi esegue il caricamento lo fa usufruendo di uno spazio gratuito (previa registrazione) e si pone come amministratore del progetto.
Le persone invitate possono apportare modifiche sia testuali che stilistici; è possibile addirittura inserire immagini, filmati e link.
Tutto questo però andrà valutato dall'amministratore, che nel caso può eliminare le modifiche (anche parzialmente).
Ottimo davvero... gancjo...

Un tocco di allegria alle foto con Kizoa

Scritto da Massimo Ferraris sabato 17 luglio 2010 0 commenti

Dire che siti dedicati alle foto, fotomontaggi, album e fotoritocco abbondano come le zanzare d'estate è dire tutto. Non passa giorno che non si scovi qualche nuovo servizio che promette meraviglie ed effetti che "nessun uomo ha mai visto prima"... Beh, a parte qualche sito piuttosto "triste", lo standard si sta avvicinando ad un livello medio-alto. Anche Kizoa non è da meno, e per non perdere tempo in inutili nparole vi rimando ad una visita, visto che è in italiano e molto ben strutturato... gancjo...


Diventiamo iconauti

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Non vi spaventate, non voglio proporvi niente di sconveniente o di illegale; diventare iconauti significa condividere il "quotidiano" esprimendo i propri pareri, punti di vista, stati d'animo e altro tramite piccole icone originali.
Questa bella idea è venuta ai creatori di daileez, dove al posto del solito diario, chi si iscrive può condividere il proprio "confidente segreto" online in modo particolare.
Il diario può essere privato o reso pubblico, o ancora essere condiviso in automatico su Facebook e Twitter (tanto per cambiare...).



Pixmigo per album fotografici online

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Tempo di vacanze e quindi tempo di rispolverare la cara fotocamera digitale dal cassetto; ma anche un motivo ottimo per mettere in funzione il nuovo telefonino con fotocamera da 10 e più mega pixel. Insomma, qualsiasi oggetto, basta che abbia un pulsante che faccia "click", è il benvenuto e può essere utile per utilizzare il servizio offerto da Pixmigo.
Tramite la semplice interfaccia e senza bisogno di scaricare nulla sul nostro PC possiamo sbizzarrirci ad inventare album fotografici e calendari.
La scelta degli effetti applicabili è notevole, come pure è vasta la scelta dei template. Una volta creato, l'album può essere visualizzato in modalità flash e quindi acquistato tramite carta di credito o Paypal. Se proprio non avete voglia di mettere mano al portafoglio il risultato può essere condiviso sul vostro profilo Facebook.


E se vuoi anche in

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel