• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Ubuntu: lavorare con i pdf

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 18 giugno 2009
Mi trovo spesso tra le mani documenti pdf che utilizzo per lavoro o per ricerche personali. Il più delle volte di uno stesso documento mi servono poche righe, magari sparse qua e la e sarebbe perciò utile avere uno strumento che possa "riunire" il tutto.
Usando Ubuntu ho scoperto un interessante applicazione, PDF-Shuffler, con la quale poter fare ciò che si vuole con essi. Almeno, sino ad un certo punto e lavorando con file non protetti da password.
Con esso possiamo procedere all'estrapolazione, all'unione, alla divisione e anche alla rotazione dei documenti.
Come al solito è possibile installarlo facilmente prelevando il pacchetto .deb e farci sopra un bel doppio click. L'uso è di una semplicità estrema.
Lo potete trovare qui.
Etichette: , | edit post

0 Commenti per: Ubuntu: lavorare con i pdf

Altri post correlati

E se vuoi anche in

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel