• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Come recuperare la password di Facebook

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 24 novembre 2010 0 commenti

facebookpassworddecryptor_bannerLe password vanno custodite gelosamente, utilizzate una per ogni accesso diverso e, cosa importantissima, mai dimenticate.

Mediamente un utente di internet tende ad utilizzare da 8 a 20 password differenti, che il più delle volte collega a oggetti, località, nomi o soprannomi, ma capita spesso, magari se si utilizza un account dove ne viene richiesto il cambio frequente, di iniziare ad avere un po’ di confusione in testa, sino ad arrivare ad un bel giorno in cui ci si trova davanti alla tastiera con i due ditini alzati, gli occhi sbarrati e il sudore che imperla la fronte.

Ad esempio, l’utente Facebook tende a dimenticare più di ogni altro i propri dati di accesso, poichè la maggior parte li fa memorizzare dal browseri, fregandosene e pensando che tanto il computer è eterno e a prova di crash, l’accesso lo farà sempre e solo dal proprio pc e che la password è talmente scontata che mai potrebbe dimenticarla…

E se invece tutto ciò accadesse? Niente paura, esiste il servizio FB dove poter chiedere la sostituzione, ma cosa ancora più semplice abbiamo a disposizione un programmino freeware nato apposta per questo: Facebook Password Decryptor. Avviandolo avremo la possibilità di eseguire la scansione della cache del browser e quindi avere sott’occhio il nome utente e la password criptata. Cliccando su “show password” come “d’incanto” apparirà il fatidico dato pronto da inserire.

Comodo ed efficace, da usare con cautela… gancjo…

Banner professionali a costo zero

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

logoChissà perchè, ma quando si legge la parola gratis (o free) il dito scatta subito sul mouse verso quella direzione. Sarà che la rete ha molto da offrire e quello che una volta veniva presentato tramite software costosi o servizi ora è disponibile nella maggior parte dei casi in forma gratuita.

Anche il creare banner è diventato un “giochetto da ragazzi”, senza bisogno di conoscenze tecniche ed il tutto eseguibile via web tramite passaggi logici.

BannerSnack è appunto un’ottima risorsa in tal senso, utilizzabile senza registrazione e dalla resa sicuramente professionale. E’ possibile creare banner statici, animati (gif) o in formato flash, subito scaricabili ed utilizzabili per l’uso che ritenete più idoneo.

Creare foto HDR online

Scritto da Massimo Ferraris sabato 20 novembre 2010 0 commenti

HDRPer creare foto HDR ormai basta solo la rete. Niente più software costosi o lauree specializzate in tasca; tutto ciò che ci occorre è un pc connesso ad internet e qualche foto a portata di mouse.
Le HDR (High Dynamic Range) per chi non lo sapesse, sono immagini ottenute dal risultato di tre o più scatti dello stesso soggetto con luce e gradazioni diverse. I risultati sono sempre eccezionali e danno l’idea di qualcosa che potrebbe esistere sul serio, ma difficile da trovare con quei colori (pensierino un po’ contorto…).
Siccome un’immagine vale più di mille parole, vi rimando al sito in questione dove sono presenti esempi realizzati da altri utenti.
L’unica cosa che si deve tenere ben presente è che il soggetto fotografato deve essere sempre nella stessa posizione, quindi è bene usare un cavalletto e cercare di non muoverlo.
YOHDR! è utilizzabile senza registrazione e anche se in lingua inglese è di un uso semplicemente disarmante… gancjo…

Conoscere le estensioni dei file

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

openwithScaricare un file, magari impiegandoci giorni e poi scoprire che il PC non lo “digerisce” questo è più o meno qualcosa che a tutti noi è successo almeno una volta nella vita. Siccome non bastano le imprecazioni per “scardinare” il file e nemmeno provare a forzarlo con i programmi che possediamo, occorre quindi rivolgersi alla rete e sperare che i motori di ricerca ci vengano in aiuto.

La cosa più veloce in assoluto è provare su siti che offrono questo tipo di servizio. Una sorta di motore per estensioni, come è ad esempio OpenWith, dal titolo piuttosto eloquente (Apri con…). Inserendo l’estensione si potrà conoscere il programma associato ed inoltre vi verrà in aiuto nella ricerca dello stesso. In caso di software a pagamento viene mostrato (se possibile) un elenco di freeware alternativi.

Vendo il blog e ci guadagno

Scritto da Massimo Ferraris 2 commenti

soldiUno dei metodi migliori per fare i soldi in rete è aprire un blog, inserire post di interesse generale che nessun altro possiede, curarlo nei minimi particolari, pubblicizzarlo allo spasimo, renderlo indispensabile per la maggior parte della popolazione planetaria e quindi venderlo al miglior offerente. Semplice, vero?… Per i poveri tapini che invece faticano a mandare avanti da soli un blog per il puro scopo di condividere, è comunque confortante conoscere se il proprio lavoro potrebbe essere apprezzato “pecunariamente” da qualcuno. Occorre quindi conoscerne il valore, rivolgendosi a siti che tramite l’inserimento dell’URL eseguono una scansione in rete atta a reperire informazioni che poi vengono elaborate e trasformate in una cifra (non aspettatevi molti zeri…). I principali parametri consistono nel numero di visite, incassi pubblicitari e visibilità. Se avete voglia di fare una prova potete collegarvi al sito di Websiteworthchecker e iniziare a piangere dopo aver visto la cifra… sigh!… gancjo

Smilla Enlarger un aiuto per lo zoom...

Scritto da Massimo Ferraris domenica 10 ottobre 2010 0 commenti

Una delle cose più fastidiose, quando si ha tra "le mai" una foto digitale, è quella di non poter zoomare particolari senza correre il rischio di perdere in qualità. Sono i limiti imposti dai pixel e dai vari formati di immagine. Sebbene la tecnologia moderna ci offra strumenti sempre più sofisticati per l'acquisizione di immagini, pensare di poter estrapolare un viso tra quelli presenti in una curva di uno stadio, pensando di poterne visualizzare i tratti è impensabile. Non lasciamoci trarre in inganno dai più famosi telefilm polizieschi, dove il tecnico riesce persino a leggere le scritte incise su un anello... bufale!
Non dico che teli strumenti non esistono (me ne guardo bene), ma per noi "poveri mortali" tali possibilità ci sono negate.
Quindi, per zoomate senza troppe pretese, ma con buona ualità possiamo utilizzare software freeware presenti inrete, come ad esempio Smilla Enlarger. Il suo funzionamento è basato su una serie di calcoli algoritmici tendenti a calcolare le informazioni prese tra pixel adiacenti e ricreare una linea d'unione tra essi.
Il risultato è più che discreto, anche se non meraviglioso, ma si sà: chi si accontenta...

Ubuntu: le fasi della terra come sfondo

Scritto da Massimo Ferraris sabato 9 ottobre 2010 1 commenti

Bella l'idea di un certo Lucas di rappresentare le fasi orarie della terra come sfondo della nostra scrivania. Dopo una prima versione che risentiva di alcuni crash, la nuova sembra funzionare egregiamente.
Per poter avere Realtime Sunlight Wallpaper (questo è il nome dell'applicazione) sul desktop occore procedere da terminale in quattro semplici passaggi:
sudo add-apt-repository ppa:realtime.sunlight.wallpaper/rsw

sudo apt-get update

sudo apt-get install gtk-sunlight
ed infine attivarlo con gtk-sunlight

Una volta partito, il programma ci chiede il tipo di visualizzazione e se vogliamo che venga avviato automaticamente all'avvio di sessione.



Ubuntu 10.10 Maverick Meerkat RC, a voi il torrent

Scritto da Massimo Ferraris domenica 3 ottobre 2010 1 commenti


A poco più (o meno) di una settimana dal rilascio dell'ultima versione Ubuntu, possiamo tranquillamente scaricarci la versione Release Candidate, pronta al lancio tramite il download disponibile dai file torrent.
Vi lascio i link:



Ubuntu 10.10 RC Alternate i386 Torrent

Ubuntu 10.10 RC Desktop amd64 Torrent

Ubuntu 10.10 RC Alternate amd64 Torrent

Ubuntu 10.10 RC Netbook i386 Torrent

Ubuntu 10.10 RC Server i386 Torrent

Ubuntu 10.10 RC Server amd64 Torrent

Weblnpaint per ritocchi online

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 1 ottobre 2010 0 commenti


Quando ci si accinge a mettere mano a una foto immediatamente ci viene da pensare a Photoshop. Ma subito ci fermiamo perchè sappiamo bene che il suo utilizzo non è dei più semplici. Ad esempio, eliminare un oggetto senza lasciare l'impronta bianca della "gomma" diventa un'impresa ardua se non si è più che abili con gli strumenti di ritocco.
Per ovviare a questo esiste in rete Weblnpaint, dove con pochi passaggi potremo intervenire sulle nostre immagini. Il tutto online e non è richiesta alcuna registrazione.

Ubuntu: cambiare lo sfondo del desktop in modo automatico

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 29 luglio 2010 2 commenti

Mi piace avere sempre la scrivania rinnovata, per cui scarico ed installo frequentemente nuove immagini di sfondo, che in rete non mancano di certo. Ma la stessa cosa, se uno proprio non ce la fa a farla manualmente, è disponibile tramite un piccolo software, Weblider.
La sua caratteristica principale è sicuramente quella della semplicità d'uso; infatti può essere impostato in automatico, dando la possibilità di scaricare e mostrare foto scelte da lui, oppure intervenire manualmente, dicendogli dove andarle a prelevare (dal proprio account Flickr, ad esempio).
Per il suo utilizzo è richiesta una registrazione gratuita. In questo modo abbiamo libero accesso alla "sconfinata" raccolta di immagini presenti nel suo database.
La nuova versione prevede il supporto per XFCE, oltre che a Gnome e KDE.
Per installarlo dovete prelevare il pacchetto da Getdeb e procedere con il doppio click sul file scaricato, o in alternativa digitate nel terminale il comando:
sudo apt-get update && sudo apt-get install webilder webilder-gnome


Webdigr, altre statistiche per il nostro sito

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 28 luglio 2010 0 commenti

Conoscere, farsi conoscere, condividere, sapere esattamente l'impatto che la nostra "creatura" ha sull arete, i visitatori mensili e giornalieri, il valore in dollari (nel caso volessimo venderlo), fanno parte della curiosità e dei desideri da soddisfare di un blogger.
La rete è invasa da siti di statistica, tutti più o meno meritevoli, quindi non guasta la nascita di Webdigr, dove senza nessuna registrazione richiesta possiamo avere una panoramica del nostro blog, o anche di qualsiasi altro, solo digitando l'URL.
Veloce ed efficace, Webdigr mostra una pagina con i dati principali, aiutandoci a capire dove intervenire per migliorare la visibilità e la condivisione.
Senza infamia nè gloria, ma in ogni caso comodo... gancjo...

Mi piace Chrome, anche se per ora preferisco usare il caro e vecchio Firefox, ma in lui vedo e noto delle potenzialità che presto lo metteranno in concorrenza con i più blasonati.
La possibilità di usare plugin e add-on, già per altro applicata con successo da casa Mozilla, è il futuro di tutti i browser che vogliono predominare il mercato.
In Chrome ho trovato una estensione che permette la ricerca di PPA ( Personal Package Archives) tramite ricerca per nome in una casella di testo, dal nome molto eloquente di PPASearch, e devo dire che funziona egregiamente.
Provate e commentate, grazie... gancjo...

Trova e condividi i video di Facebook

Scritto da Massimo Ferraris martedì 27 luglio 2010 2 commenti

Le "meteore"  che gravitano intorno ai principali social network hanno due caratteristiche principali: l'inutilità e il fatto di essere servizi "parassita". E con questo ho stroncato completamente FaceToFind, un servizio nato apposta per condividere i video che affollano Facebook.
Il mio giudizio è assolutamente personale; c'è sicuramente chi, provandoo, scoprirà di non poterne fare a meno, oppure deciderà di metterlo tra i siti preferiti.
Fatto stà che con esso possiamo prelevare video e renderne partecipe amici e conoscenti, pubblicandoli sul nostro profilo FB o sharandoli in Twitter, MySpace et similia...
Tra le opzioni c'è quella della classifica dei più "gettonati", di quelli appena caricati, dei più curiosi e di quelli più popolari.
Insomma, se vi piace l'idea non mancate di farci un giro... gancjo...

NeoSearch per Windows

Scritto da Massimo Ferraris 1 commenti

Nonostante Windows possieda da sempre la funzione "cerca", tramite la quale è possibile individuare un file all'interno dell'intero sistema, la lentezza di questa esaspera più di un utilizzatore.
NeoSearch si prefigge di velocizzare tutto ciò e lo fa in modo ottimo e del tutto gratuito.
Gira praticamente su tutte le versioni (comprese Win 98 e 2000) e una volta installato procede all'indicizzazione di tutti i file presenti nel computer.
In questo modo ha un database completo e sempre disponibile. Ma la caratteristica più importante è che i risultati di ricerca vengono mostrati mentre si digitano i caratteri, senza bisogno di aspettare il cagnolino scodinzolante...

L'idea è venuta mettendo insieme il download manager Axel con la robustezza ed affidabilità dello "stranoto" comando apt-get. Questo ha fatto si che si ottenesse un mix vincente in grado di accelerare aggiornamenti ed installazione di applicazioni in Ubuntu.
Per poter usufruire di Apt-fast (questo è il nome del comando che andremo in futuro ad usare) dobbiamo per prima cosa procurarci Axel:
sudo apt-get install axel
Ora dobbiamo stare attenti ai prossimi passaggi:
  • scaricare lo script di apt-fast da qui;
  • spostare lo script scaricato in /usr/bin oppure /usr/sbin;
  • rinominarlo in apt-fast, senza l'estensione .sh;
Da terminale digitare ed eseguire:
sudo mv apt-fast.sh apt-fast
Cambiamo i permessi allo script con:
sudo chmod +x apt-fast
A questo punto apt-get è pronto ad essere sostituito con apt-fast.
Conviene fare un update al database con:
sudo apt-fast update
Il comando funziona anche per fare eventuali upgrade di sistema, tramite il comando:
apt-fast dist-upgrade
Grazie ad Axel noterete l'incredibile velocità di download, in quanto, funzionando come un download manager ogni singolo file viene prelevato da più fonti, aumentando in questo modo la velocità di scarico.

Un motore di ricerca che garantisce la privacy

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 26 luglio 2010 0 commenti


Siamo abituati ad usare Google per le nostre ricerche (o almeno, la maggior parte dei navigatori lo fa...), non pensando che tutte le stringhe di ricerca inserite sono pur sempre una traccia. Traccia che significa dare al servizio un motivo per scoprire ciò che ci piace e "ledere" pian piano la privacy che ognuno di noi cerca di custodire geloamente (utopia...).
La pubblicità mirata è solo un esempio di quanto la rete tende a conoscerci, grazie a poche semplici ricerche.
Evitare tutto ciò è impossibile o quasi.
Sulla scia della tutela delle informazioni ad ogni costo stanno nascendo motori che promettono la trasparenza nella navigazione, non acquisendo dati o inserendo cookies nel nostro PC.
Un esempio è DuckDukGo, dalla tipica interfaccia "googleliana", che possiede un buon rapporto chiave di ricerca/risultati.
La privacy è garantita? Non si sa, ma alla lunga, se vogliamo essere sicuri di trovare ciò che desideriamo, torniamo a cadere su Google e simili, con le conseguenze che ben sappiamo... gancjo...

Una ginnastica per gli occhi per chi lavora al PC

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 21 luglio 2010 0 commenti

Occhi stanchi per le troppe ore passate davanti al computer? Se la risposta è si allora vuol dire che fate "tristemente" parte di quella categoria di persone che per "guadagnarsi la pagnotta" devono passare gran parte della giornata a fissare il monitor.
Questo può portare ad una stenchezza visiva che alla lunga provoca problemi di vista, anche se studi hanno dimostrato che la perdita della vista e monitor non hanno nulla in comune... bah!...
Ogni 20 minuti sarebbe comunque utile fare uno stop e distrarsi. Questo viene definito "20 minuti - 20 metri - 20 secondi", ed è una tecnica nata negli States e che provoca buoni benefici. Distrarsi, fissando oggetti ad una ventina di metri per una ventina di secondi aiutano a distendere il nervo ottico e funge come una sorta di ginnastica.
Per non essere obbligati a fissare l'orologio (magari quello nella barra) per calcolare il tempo tra una pausa e l'altra, possiamo ricorrere a comode utility che ci avvertono. Una di queste è Eye Defender, che si installa nella barra di sistema e puntuale come un orologio svizzero ci scandisce i 20 minuti.
Un'altra è Workrave, più completa e con una finestra in cui appare una serie di esercizi, di cui potete vedere un esempio nel filmato.
Provate e rilassatevi...  gancjo...


Visual Training for your Eyes

Ubuntu: Wine 1.2 abbraccia i 64 bit

Scritto da Massimo Ferraris martedì 20 luglio 2010 0 commenti


Una bella notizia per tutti gli utilizzatori di Wine, il non-emulatore Windows più famoso in Linux. Dopo tanta attesa è giunto il momento di mettere le mani sulla nuova versione, la 1.2,  che "digerisce" anche i programmi studiati per ambienti a 64 bit.
L'utilizzo di Wine, nato con l'intento di rendere meno duro il passaggio da casa Microsoft al pinguino, resta comunque uno strumento da usare "con le pinze".
Pensare di far girare i giochi o le applicazioni "più pretenziose" non sempre porta al successo, ma a crash di sistema. L'intento primario di questa applicazione è legato alla possibilità di usare programmi specifici come ad esempio di contabilità, progetto e sviluppo o archiviazione.
A nessuno vieta comunque di provare e riprovare, anche se a mio parere tanti software possono essere trovati ideati per Linux che il più delle volte funzionano meglio... gancjo...

Bloccare il touchpad del notebook

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Capita spesso, specialmente chi opera con sistemi operativi Windows, di digitare "a vuoto" intere frasi, con conseguente "scomodamento" di santi in paradiso... Questo accade perchè mentre si digita inavvertitamente andiamo a scontrare sul touchpad, spostando cursore e freccetta nel posto sbagliato.
Chi usa Linux non incorre in questo problema, perchè l'ambiente Gnome implementa già la funzione di blocco automatico non appena si inizia a digitare con la tastiera in un editor.
Ma per Windows le cose non funzionano così, e quindi occorre installare dei piccoli software che rendano questa funzione disponibile. Uno di questi è TouchPadPal, completamente invisibile, ma che una volta lanciato riesce a risolvere il fastidioso problema.

MyTube 60 per un mix di video

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


L'idea è simpatica e sicuramente di futuro successo. Prelevare filmati da Youtube e poterli unire tra loro è un modo per avere tutti insieme i progetti di un autore o di un gruppo musicale e poterli avere a disposizione senza dover eseguire ricerche singole.
L'uso è semplice e l'operazione di mixaggio viene eseguita online direttamente dalla home page di MyTube 60.

Ubuntu: configurare modem ADSL USB

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 19 luglio 2010 0 commenti


Se volete andare lisci come l'olio, senza paura di impazzire tra drive compatibili e altri "intoppi" del genere, mentre siete in procinto di collegare il nuovo modem alla distribuzione Ubuntu, potete stare tranquilli ed usare UbuDSL.
Questo software, facile ed intuitivo, si occupa di fare tutto il "lavoro sporco" per noi, configurando automaticamente il modem.
C'è però un limite al suo utilizzo: il modem deve necessariamente lavorare usando driver del tipo eagle-atm, speedtch, cxacru e unicorn II.
Gli sviluppatori promettono per il futuro più compatibilità, quindi si tratta di un progetto destinato ad evolversi.
Per fare nostro questo "tesoro" dobbiamo solo prelevare il pacchetto da qui, installarlo e farlo partire da terminale con:
sudo dpkg -i ubudsl_1.0.0.77-7_debian_testing_i386.deb


Convertire online qualsiasi file

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


In un unico sito, con pochi passaggi, è possibile eseguire conversioni, senza bisogno di software installato o "voli pindarici" su Google alla ricerca della web applications giusta. Online Convert, dal nome tanto esplicativo quanto banale mette a disposizione una vera miniera di possibilità. Audio, video, grafica, documenti, ebook e tabelle hash trovano posto nella home page, da cui, tramite una casella di caricamento ed un tasto "GO" per dare inizio al processo di conversione, possiamo ottenere il "prodotto finito".
Questo può essere prelevato direttamente, inviato via mail o lasciato online per un prelevamento futuro, tenendo però conto che il file trasformato sarà disponibile solo per 10 download o per un periodo massimo di 3 giorni.
Altro sito da mettere nella famosa "cassetta degli attrezzi"... gancjo...

La... tristezza di Nero Burnlite 10

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Non sono mai stato un grande amante di questa suite, ma dopo l'ultimo "regalino" offerto da Nero mi rendo conto che in rete esistono molti altri software di masterizzazione (freeware...) che possono benissimo reggere il confronto con la sua versione a pagamento.
Mettere a disposizione un prodotto come Nero BurnLite 10 può sembrare di avere tra le mani il meglio del meglio, ma non è così. Il programma ci permette la sola masterizzazione di file o immagini su CD e DVD, con poche altre possibilità, mentre è totalmente assente il supporto Blu-ray e, ancora più "triste", la possibilità di operare con file audio.
Quindi, se avete solo bisogno di un programma per mettere su disco files, vi conviene continuare ad usare la funzione presente in Windows... gancjo...


Le distanze ormai sono praticamente azzerate. Persone che fanno parte di un team, ma che abitano "sparsi" per il mondo possono riuscire a lavorare nello stesso momento ad un unico progetto grazie alla rete.
Tutto questo tramite email, spazi web condivisi e siti come ad esempio quello di Crocodoc. Qui infatti è possibile fare l'upload del documento, in molti formati diversi, ed iniziare a lavorarci. Chi esegue il caricamento lo fa usufruendo di uno spazio gratuito (previa registrazione) e si pone come amministratore del progetto.
Le persone invitate possono apportare modifiche sia testuali che stilistici; è possibile addirittura inserire immagini, filmati e link.
Tutto questo però andrà valutato dall'amministratore, che nel caso può eliminare le modifiche (anche parzialmente).
Ottimo davvero... gancjo...

Un tocco di allegria alle foto con Kizoa

Scritto da Massimo Ferraris sabato 17 luglio 2010 0 commenti

Dire che siti dedicati alle foto, fotomontaggi, album e fotoritocco abbondano come le zanzare d'estate è dire tutto. Non passa giorno che non si scovi qualche nuovo servizio che promette meraviglie ed effetti che "nessun uomo ha mai visto prima"... Beh, a parte qualche sito piuttosto "triste", lo standard si sta avvicinando ad un livello medio-alto. Anche Kizoa non è da meno, e per non perdere tempo in inutili nparole vi rimando ad una visita, visto che è in italiano e molto ben strutturato... gancjo...


Diventiamo iconauti

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Non vi spaventate, non voglio proporvi niente di sconveniente o di illegale; diventare iconauti significa condividere il "quotidiano" esprimendo i propri pareri, punti di vista, stati d'animo e altro tramite piccole icone originali.
Questa bella idea è venuta ai creatori di daileez, dove al posto del solito diario, chi si iscrive può condividere il proprio "confidente segreto" online in modo particolare.
Il diario può essere privato o reso pubblico, o ancora essere condiviso in automatico su Facebook e Twitter (tanto per cambiare...).



Pixmigo per album fotografici online

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti

Tempo di vacanze e quindi tempo di rispolverare la cara fotocamera digitale dal cassetto; ma anche un motivo ottimo per mettere in funzione il nuovo telefonino con fotocamera da 10 e più mega pixel. Insomma, qualsiasi oggetto, basta che abbia un pulsante che faccia "click", è il benvenuto e può essere utile per utilizzare il servizio offerto da Pixmigo.
Tramite la semplice interfaccia e senza bisogno di scaricare nulla sul nostro PC possiamo sbizzarrirci ad inventare album fotografici e calendari.
La scelta degli effetti applicabili è notevole, come pure è vasta la scelta dei template. Una volta creato, l'album può essere visualizzato in modalità flash e quindi acquistato tramite carta di credito o Paypal. Se proprio non avete voglia di mettere mano al portafoglio il risultato può essere condiviso sul vostro profilo Facebook.


Ubuntu: Gnome Media Player

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 20 maggio 2010 0 commenti


Un interessante esperimento per la riproduzione dei flussi video è presente nei repository ufficiali di Ubuntu: Gnome Media Player.
Incorporando i motori presenti in VLC, Xine e GStreamer questo programma promette di diventare il nuovo player ufficiale Ubuntu, grazie anche alla capacità di adattarsi. Infatti il software ha lil pregio di riconoscere automaticamente il flusso e di associarlo al motore migliore. Il tutto è ancora in fase sperimentale e perciò può essere normale "incappare" in qualce freeze.
Ad un primo utilizzo non ho avuto problemi e l'ho apprezzato anche dal punto di vista grafico.
Per aggiornare il sistema ed installare l'applicazione, da terminale:
sudo add-apt-repository ppa:gnome-media-player-development/development && sudo apt-get update
sudo apt-get install gnome-media-player




Arricchire il menu contestuale di Windows

Scritto da Massimo Ferraris martedì 18 maggio 2010 0 commenti


Il tasto destro del mouse, "cliccatissimo" da tutti gli utenti Windows, ha la caratteristica di permettere l'utilizzo di comandi rapidi contenuti nel menu a tendina. Utile, ma non completo o per lo meno facilmente personalizzabile.
Per ovviare a questa "grave manchevolezza" esoistono molte applicazioni più o meno libere, come ad esempio FileMenu Tools. Completamente free, questo programma aiuta con semplicità ad arricchire il menu contestuale inserendo e sostituendo comandi a piacere.
Una lista degli strumenti è disponibile nella home page del progetto, dove oltre che le spiegazioni è presente il tasto di download. Funziona da XP sino a 7 senza problemi.



Ho piacevolmente scoperto questa applicazione in grado di gestire file compressi di varo formato, dal nome PeaZip, che gira perfettamente sotto Ubuntu ed è disponibile anche per sistemi Windows. I formati supportati sono circa un'ottantina e molti dei quali sono gestibili in scrittura e lettura direttamente dalla GUI.

Per farsi un'idea delle capacità dell'applicazione riporto l'elenco dei formati:
Lettura e scrittura: 7Z, 7Z-sfx, ARC/WRC, BZ2/TBZ2, GZ/TGZ, PAQ/LPAQ, PEA, QUAD/BALZ, split,
TAR, UPX, ZIP.
Solo lettura: ACE, ARJ, CAB, CHM, COMPOUND (MSI, DOC, XLS, PPT), CPIO, ISO, Java (JAR,
EAR, WAR), Linux (DEB, PET/PUP, RPM, SLP), LHA/LZH, LZMA, Mac
(DMG/HFS), NSIS, archivos OpenOffice.org, PAK/PK3/PK4, RAR, SMZIP, U3P,
UDF, VHD, WIM, XAR, XPI, XZ, Z/TZ.

Per Ubuntu è disponibile il pacchetto deb al seguente indirizzo, installabile, una volta scaricato da terminale , con il classico doppio click:
wget http://downloads.sourceforge.net/peazip/peazip_3.1.LINUX.GTK2-2_all.deb



Convertire il testo in un'immagine

Scritto da Massimo Ferraris martedì 11 maggio 2010 1 commenti


Un modo per proteggere le proprie email o i documenti che si vogliono condividere in rete, evitando lo spamming, può essere quell di trasformare il testo scritto in una immagine. Perchè non usare ad esempio PDF, possiamo domandarci; non conviene per il semplice motivo che anch'esso, essendo un formato ormai modificabile è facilmente soggetto a scansione.
Possiamo quindi utilizzare uno dei vari sevizi presenti in rete, tra i quali uno dei più affidabili è sicuramente HIDEtxt. Il suo utilizzo è semplice: basta scrivere o fare copia/incolla di un testo, formattarlo come più chi aggrada con gli strumenti presenti e quindi generare l'immagine in formato png.
Possiamo quindi scegliere tra tre opportunità: prelevare il link all'immagine, quello da inserire in un forum oppure salvare in locale.

Cancellare i file impossibili da rimuovere

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 10 maggio 2010 0 commenti


Chi lavora con Windows ha purtroppo "il piacere" di ricevere messaggi di errore di qualsiasi tipo. I più brutti in assoluto sono quelli riferiti all'impossibilità di eliminare un file, poichè "... esso è in uso da un altro programma". Non sempre scomodare qualche santo in paradiso o "fondere" il mouse a furia di click nella speranza che il pc si muova a compassione e ci faccia il piacere è risolutivo. E nemmeno il riavvio è la cura per alcuni file "ostici" che non vogliono saperne di abbandonarci.
Se proprio non sapete più dove sbattare la testa, potete provare Unlocker, che come dice il nome si occupa di sbloccare tali file.
Rilasciato in versione freeware svolge egregiamente il proprio compito, liberandoci in un click del file "testardo". Ma, cè sempre un ma... se tale file è parte integrante di qualche programma, o peggio del sistema, il rimuoverlo può causare guai seri, quindi occhio, perchè non potete tornare più indietro.
Unlocker funziona su tutte le versioni di Windows, da XP a 7.

Firefox e Google alla vecchia maniera

Scritto da Massimo Ferraris sabato 8 maggio 2010 0 commenti


Ultimamente tutti ci saremo accorti del cambiamento nella pagina di ricerca di Google. Si tratta di quella "discreta" barra laterale in cui sono inseriti alcuni filtri che aiutano nelle ricerche. Bello e comodo, non c'è che dire, anche se và ad intaccare quell'aria di spartanità che contraddistingueva il motore di ricerca.
Infatti c'è chi proprio non digerisce tale cambiamento e ha deciso di ripristinare Google "alla vecchia maniera", tramite uno script dal nome significativo di OldGoogle, installabile in Firefox.
Essendo una utility che funziona sotto Greasemonkey occorre prima cosa installare quest'ultima (basta cliccare sul link fornito) e poi procedere al prelevamento dello script.
Una volta installato e riavviato noterete che la barra laterale scomparirà nella pagina dei risultati, ridonando a Google la sua "vecchia e cara" immagine.


E' nato il web-karaoke

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Canta che ti passa (o forse era balla che ti passa.... mah!...) e vivi felice i tuoi momenti liberi o durante un incontro con amici al suono delle hit del momento o dei successi del passato.
Cantanding è un sito che ci aiuta a trovare i testi e le basi delle canzoni e ce le propone come il più classico dei programma karaoke, aprendo una finestra nella quale vedremo scorrere le parole da cantare a suon di musica.
Tutti i filmati provengono dall'onnipresente Youtube e vi giuro è difficile non trovare ciò che si stà cercando (a meno che non cerchiate il gruppo del figlio del vicino di casa...).
Nella stessa pagina viene proposto il brano in originale ed è prevista l'integrazione con Twitter e Facebook, per segnalare risultati di ricerche e condividere esperienze "sonore".
Sicuramente da inserire nei preferiti... gancjo...


Comprendere i codici di errore in Windows

Scritto da Massimo Ferraris venerdì 7 maggio 2010 0 commenti


Sicuramente tutti siamo incappati più di una volta in un messaggio "criptico" di Windows dove il sistema ci dice che una "tal cosa" non ha potuto funzionare oppure che una "tal'altra" non può essere avviata a causa di un errore "XXX", dove al posto delle crocette compare un numero.
Il più delle volte il messaggio si limita a mostrare il codice, senza spiegazioni di sorta, lasciando l'utente spiazzato con l'unica soluzione di cercare su internet il significato. Ma non sempre tale metodo può risultare vincente. Mettiamo il caso che il browser proprio non ne voglia sapere di avviarsi e che appaia il misterioso "numeretto"; in questo caso sono problemi seri se l'unica connessione disponibile è quella a cui stiamo lavorando.
Per avere sotto controllo tutti gli errori di sistema possiamo installare su Windows (qualsiasi versione) un piccolo programma chiamato Err Msg, che lavorando offline è possibile consultare in ogni frangente. Inserendo il codice di errore ci comparirà una spiegazione contenente le cause per cui è stato generato.

Creare strutture molecolari in 3D

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Avogadro è un ottimo software nato e sviluppato per la creazione di strutture molecolari. Il programma, completamente open source è multipiattaforma e unisce la professionalità alla semplicità d'uso.
Il menu permette infatti la creazione intuitiva del progetto e comprende diversi comandi che aiutano il progettista a lavorare in ambiente 3D.
Studiato per un uso amatoriale e studentesco pian piano si è evoluto proponendosi come ottimo strumento anche  per gli studiosi del settore.

Modificare PDF con Openoffice

Scritto da Massimo Ferraris giovedì 6 maggio 2010 2 commenti


Il problema di chi lavora con documenti in formato PDF è quello della poca interagibilità con essi. Infatti, se proprio non si dispone della suite a pagamento di Adobe, oppure di qualche altro programma simile, è difficile poter variare il contenuto a piacimento.
Avendone la necessità e "girovagando" in rete, ho scoperto un componente aggiuntivo di OpenOffice che svolge in maniera egregia tale lavoro: Sun PDF Import.
Tale estensione si integra nella suite di OpenOffice e permette il caricamento e la manipolazione dei file PDF, a condizione che essi non siano protetti da password. L'importante è avere Draw o Impress installati sulla macchina, poichè tali files devono essere aperti con essi.
L'installazione è semplice: occorre scaricare dal sito ufficiale Sun PDF Import per la versione del sistema operativo usato, dopodichè apriamo OpenOffice (Writer, Calc o qualsiasi), ci spostiamo in Strumenti -> Gestione estensioni e carichiamo il componente. Installiamolo e riavviamo. A questo punto possiamo fare delle prove con un qualsiasi documento e provare a sostituire porzioni di testo e immagini.
La "cosa buona" di questa utility è il mantenimento della formattazione originale del documento in fase di apertura e nel successivo salvataggio.

Immagini strane da facebook

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 5 maggio 2010 0 commenti

Date un'occhiata alle immagini qui sotto. Fanno parte di una serie che stà girando su Facebook e le ho trovate estremamente divertenti. Chi ha studiato queste "situation" è stato veramente bravo a mettere a disagio gli utilizzatori.

Questa è la foto di un bagno pubblico di Huston:




Avete visto com' è fatto fuori?

Ma adesso ....date un occhiata da dentro…




E' fatto interamente di vetro e con visibilità da un'unica parte!

Sfrutta il sistema degli occhiali a specchio, nessuno ti può vedere da fuori, ma quando sei dentro ti sembra di
essere dentro una scatola trasparente!

Credi che in queste condizioni potresti fare i tuoi bisogni?
 
UN ALTRO CASO

UN BAGNO CON IL PAVIMENTO DIPINTO!!!

Ti trovi al 10 piano di un palazzo …

IMMAGINATI CHE SEI STATO INVITATO AD UNA FESTA …

E CHE AD UN CERTO MOMENTO DEVI ANDARE IN BAGNO …

Apri la porta del bagno e …

RICORDATI CHE IL PAVIMENTO E' DIPINTO!




Ti lasceresti ingannare dalle apparenze??? Potresti entrare DENTRO
questo bagno???




E....IN FINALE!!

QUESTO E' UN MURALES REALIZZATO SUL SOFFITTO DI UNA STANZA FUMATORI.






ce la faresti ad accendere la sigaretta?

Nostalgia di Super Mario Bros

Scritto da Massimo Ferraris 0 commenti


Nonostante la sempre più cura nei recenti videogiochi, la nostalgia per le vecchie avventure platform 2D non passa. Un classico di questi è e rimarrà in futuro il mitico Mario, con i suoi salti, le nuvolette e le testate contro i cubi.
C'è chi ne ha voluto riscrivere una versione in flash e l'ha distribuita liberamente per tutti. Un classico davvero completo, ma con la particolarità di poter sostituire il personaggio di Mario con altrettanto famosi quale ad esempio Mega Man e  diversi altri della famiglia Nintendo.
Il gioco è scaricabile gratuitamente e può essere giocato tranquillamente offline. In alternativa è disponibile online a questo indirizzo.



Nulla di più semplice, direte voi. Ma non tutti gli user sono del parere che si debba obbligatoriamente inserire una proprio foto. C'è addirittura chi ama quella di defaulti, bianca su sfondo azzurro, tanto da voler cercare alternative ad essa, ma mantenendo lo stesso standard.
Gira che ti rigira qualcuno che ci pena lo si trova sempre e lo fa in modo professionale. rendendo il proprio lavoro disponibile (a gratis....) su internet. Infatti, collegandosi all'accounto di un certo David su picasa si può accedere ad una vasta galleria di icone che variano sul tema, di cui potete osservare un esempio nella foto qui sopra.
Ninja, vichingo, pirata, personaggio di Guerre stellari, insomma non c'è che l'imbarazzo della scelta.
Una bella e simpatica idea... gancjo...

Un intero portale con una sola parola

Scritto da Massimo Ferraris lunedì 3 maggio 2010 0 commenti




Tra le tante meraviglie che la rete ci propina, un posto d'onore lo occupa sicuramente il motore di ricerca. Chi di noi non ha Google, Yahoo, Virgilio, Bing o qualsiasi altro motore come starter page? Penso nessuno, poichè navigare in rete implica l'utilizzo di uno di essi, altrimenti sarebbe "duretta" districarsi tra siti o eseguire ricerche senza conoscere URL...
Oggi, data la professionalità che servizi come quelli sopra citati ci offrono, è difficile creare un qualcosa che sappia di novità e che si differenzi dalla massa. Si sono perciò andati a creare motori di ricerca di "nicchia", mirati a specifici campi, oppure altri che affiancano risultati mostrandoli in modo non testuale, ma arricchendoli di immagini e notizie.
E' il caso di Basicr, che ha la particolarità di creare un intero portale partendo dall'inserimento di un termine di ricerca. Ho provato ad esempio ad inserire "gancjo" è mi si è aperta una pagina dove comparivano post, aggregatori, immagini prese da Flickr, Facebook, post di Twitter, video che rimandavano al blog, commenti, e via dicendo. Insomma, una "minestra" di informazioni che a prima vista può sembrare dispersiva, ma che non manca di un certo fascino.
Provate ad inserire un termine, e "perdetevi" nei risultati... gancjo...




Sono sempre stato un grande appassionato di musica, tanto da voler imparare a memoria parecchi testi di canzone. Ma se un tempo (anni 80....) li potevi trovare solo su riviste specializzate o acquistandoli presso negozi di musica, oggi tutto è più facile.
Basta accedere a Google, digitare il titolo seguito dalla parola lyric ed in un attimo abbiamo pronto a video il karaoke personale.
Ma in questo modo dobbiamo compiere due operazioni separate (rischio di caduta di ernie...), cioè attivare il palyer per l'mp3 e visualizzare il testo. Ammetto che sono passaggi complicatissimi che richiedono molta esperienza.... quindi perchè non facilitare ancora di più il tutto con un singolo passaggio? Basta avere a portata di mouse il plugin giusto e Windows Media Player. Lyrics Plugin, dal nome non certo fantasioso ma che rende bene l'idea, si occupa di cercare in automatico la lyric della canzone che andiamo a riprodurre e di mostrarla. Ma non sono tutte "rose e fiori": infatti non sempre la ricerca porta a buoni risultati ed inoltre può capitare che il testo mostrato contenga errori. Questo perchè il plugin si limita a mosrare il primo risultato di ricerca senza badare al contenuto.
Lyrics Plugin è disponibile anche per Winamp e per WMP dalla versione 8 in poi.

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel