• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Ubuntu: twittare da terminale

Scritto da Massimo Ferraris domenica 25 aprile 2010
terminale

Anche se tanti “storcono” il naso, il terminale in Linux è pur sempre uno strumento utile. La riga di comando, che tanto impauriva i neofiti del software libero, ha lasciato campo libero ad applicazioni installabili ne più ne meno come in Windows.

Ma c’è chi lo utilizza normalmente e con esso compie tutte quelle funzioni presenti nella versione GUI del programma.

Anche usare Twitter è un compito normale da terminale, basta digitare il seguente comando:

curl -u utente:password -d status="Ciao a tutti da gancjo!" http://twitter.com/statuses/update.xml

Per utilizzarlo occorre andare a sostituire le parole evidenziate in rosso utente:password con i dati del vostro account, quindi dare invio.

C’è però un piccolo problema, nel caso il computer che usate sia condiviso tra più utenti, ed è quello della cronologia dei comandi. Infatti chiunque aprendo il terminale può risalire a quanto avete digitato, “carpendo” in questo modo i dati di accesso a Twitter. Ma c’è un piccolo trucchetto che funziona alla grande, in grado di evitare tutto questo: basta lasciare uno spazio prima di digitare la parola curl. In questo caso il comando non viene memorizzato nella cronologia e voi potrete dormire sonni tranquilli.

Un’altra soluzione, più drastica, è quella di cancellare l’intera sequenza di comandi tramite il comando history –c, ma in questo caso potreste attirarvi le ire dei vostri co-utilizzatori del pc… gancjo…

Etichette: , , | edit post

0 Commenti per: Ubuntu: twittare da terminale

Altri post correlati

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel