• TWJTTER
  • TWJTTER

Follow me...


Avvertenze

Parola di gancjo non puo’ considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

L’ Autore non ha alcuna responsabilita’ sui contenuti dei siti in collegamento, sulla qualita’ o correttezza dei dati. Egli si riserva la facolta’ di rimuovere le informazioni, fornite da terzi, ritenute offensive o contrarie al buon costume.

Le immagini sono correlate agli argomenti di cui si scrive. Alcune, sono provenienti da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora i soggetti proprietari fossero contrari alla pubblicazione non dovranno far altro che segnalarlo in modo da poter procedere ad una rapida eliminazione.


Creative Commons License Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Post più popolari

Ubuntu: da Ext3 a Ext4 senza dolori

Scritto da Massimo Ferraris mercoledì 27 maggio 2009

Cuda_7200.8_top, 5/13/05, 12:46 PM,  8C, 4306x2974 (2052+4134), 138%, bent 6 stops,  1/15 s, R69.3, G57.6, B88.2 Quando sono passato dalla 8.10 alla 9.04 l’ho fatto tramite l’aggiornamento automatico, usando la combinazione di tasti ALT+F2 ed andando ad inserire update-manager –d. Il tutto ha funzionato a meraviglia, ma mi sono accorto che il mio file system era rimasto Ext3.

Avendo letto meraviglie in fatto di velocità di accesso ai file e migliore boot di sistema, ho cercato il sistema per poter “trasformare” Jaunty in Ext4. Ci sono riuscito in pochi semplici passaggi, grazie ai molti consigli trovati in giro per la rete.

Il metodo che vado a mostrarvi non è sicuramente l’unico, ma sicuramente funziona. Nonostante sia sicuro al 99,9%, consiglio sempre di eseguire un backup dei dati importanti prima di procedere a modifiche che potrebbero mandare in “fumo” i vostri preziosi dati…

Procuratevi una copia di Ubuntu, ci servirà da usare come LiveCD. Fatelo partire e aprite GParted; se Ubuntu è l’unico sistema operativo presente la partizione su cui andremo ad intervenire sarà sda1, altrimenti prendete nota di quella che fa al caso vostro.

Chiudete GParted, aprite il terminale e digitate:

sudo tune2fs -O extents,uninit_bg,dir_index /dev/sda1

In questo caso sda1 indica la partizione da convertire, perciò va modificata nel caso abbiate Ubuntu su un’altra. dando invio appariranno messaggi di sistema riguardo l’installazione di e2fsck o cose simili, proseguite confermando.

Sempre da terminale (ricordatevi sda1…):

sudo fsck -pf /dev/sda1

Appariranno messaggi di errore riferiti a X checksum. Proseguite sempre confermando.

A questo punto la conversione è stata eseguita. Ora dobbiamo montare la partizione (… sda1…) con:

sudo mount -t ext4 /dev/sda1 /mnt

Dobbiamo cambiare in fstab il valore Ext3 in Ext4, perciò:

sudo gedit /mnt/etc/fstab

Il file system si trova ora in Ext4, ma occorre un’ultima modifica, molto importante, quella cioè che va a dire a Grub di caricare all’avvio il nuovo file system:

sudo grub-install /dev/sda

Uscite dal LiveCD, toglietelo dal lettore e riavviate.

Ora avete Ubuntu 9.04 “come Dio comanda”… gancjo…

Technorati Tag: ,,
Etichette: , | edit post

0 Commenti per: Ubuntu: da Ext3 a Ext4 senza dolori

Altri post correlati

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Statistiche

Iscriviti ai feed

puoi farlo anche via email:

Delivered by FeedBurner

Scrivi a gancjo

Translate this blog

parola di gancjo in...
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.
Se qualcosa ti è piaciuto basta un click! Grazie.

Lettori che mi seguono

Antipixel